Serie speciali:

Mini Camden e Mayfair


Avatar di Luca Cereda , il 22/05/09

12 anni fa - Un soffio forte per spegnere 50 candeline. Poi, dopo il taglio della torta, giù il velo dalla sorpresa. Per festeggiare il suo cinquantenario Mini presenta due versioni speciali dall'allestimento molto esclusivo. Verranno lanciate a settembre. Intanto, ec

Un soffio forte per spegnere 50 candeline. Poi, dopo il taglio della torta, giù il velo dalla sorpresa. Per festeggiare il suo cinquantenario Mini presenta due versioni speciali dall'allestimento molto esclusivo. Verranno lanciate a settembre. Intanto, ecco le prime foto e indiscrezioni.


Vai allo Speciale
50 anni di Mini
MEZZO SECOLO Buon compleanno, Mini! Mentre a Silverstone è in corso una festona per i cinquant'anni dell'inglesina (guarda il nostro Speciale), la Casa ha pensato bene di celebrare l'evento presentando due nuove versioni della Mini ispirate nel nome e nell'originalità a due quartieri londinesi: Camden e Mayfair. Due allestimenti molto esclusivi – e si presume anche costosi – che estremizzano l'attenzione di Mini alla personalizzazione e ai dettagli di qualità. Se non siete stati invitati alla festa, accontentatevi di queste prime foto. Anche perché, le auto, non le vedrete negli showroom prima di settembre, quando sarà tempo di lancio.

COME CAMBIA Verniciature speciali per la scocca, cerchi in lega dedicati, targhetta personalizzata e cromata montata sulla griglia del radiatore, tecnologia più ricca; e ancora: effetti speciali nella decorazione interna ed esterna, modanature pregiate e cuciture artistiche. Ecco, in breve, la ricetta delle Mini cinquantenarie, che a discrezione si possono avere con motori Cooper (1.6 benzina da 120 v), Cooper S (1.6 benzina da 175 cv) o Cooper D (1.6 da 109 cv).

CREMINO La Mini Mayfair nasce da un tuffo nel passato: prende in prestito il nome da una versione che, negli anni Ottanta, rappresentava l'allestimento di maggior pregio della Mini 1.0. Oggi, la riedizione moderna accosta scocca white chocolate e tetto bianco come abbinamento di punta (in alternativa, si può optare per le vernici pepper white e midnight black); monta cerchi in lega a 12 raggi laccati di bianco, fari supplementari e logo specifico nelle placchette che incorniciano le frecce e, infine, tinge di Marrone Toffy (più chiaro) le mitiche bonnet stripes sul cofano corredandole di un bordino bianco pinstrip.

VEDI ANCHE


SARTORIA BIGUSTO All'interno, l'accoppiata marrone toffy/bianco è richiamata sulle pelli dei sedili. Da notare come tutto ciò che si può considerare un vezzo sia curato con particolare attenzione: doppie cuciture verde/marrone sui sedili e sul pomello del cambio, modanature della palncia marrone e nere, perfino i tappetini sono incorniciati da bordini bianchi specifici. Poco o nulla viene lasciato al caso.

TRASLOCO Passando da un quartiere all'altro, cambiano i colori del folklore. La particolarità della Mini Camden nasce da interventi anloghi a quelli sulla Mayfair ma con effetti differenti. Iniziando da fuori, argento, bianco e nero sono le tre scelte; Mini, dal canto suo, stampa in prima pagina la Camden white silver con tetto bianco (alternativamente midnight black od horizon blue), imbrattata da strisce d'argento ad effetto tridimensionale lungo le sezioni di spalla del cofanomotore.

CALOTTE STRIATE Un motivo striato che degrada dall'argento al bianco puro avvolge le calotte degli specchietti; sulla Mayfair, lo stesso effetto mescola sottili strisce marrone scuro ad altre in una variante più chiara. E ovviamente anche le placchette in corrispondenza delle frecce non potevano che essere "spezial", come direbbe Mourinho, con una piccola Union Jack in bianconero su cui campeggia la scritta "Camden".

DIVERTIMENTO OPTIONAL Sulle pareti dell'abitacolo, come pure sulla strumentazione, il carbon black si accoppia a superfici bianco o argento, rifinito qua e là da modanature fluid silver e cuciture a vista bianche e verdi. Buona musica è assicurata infine da un impianto Hi-Fi Harman Kardon di nuova generazione: di serie, e non optional, quali invece rimangono il cambio automatico a 6 rapporti (con palette al volante) e il divertente tasto sport.


Pubblicato da Luca Cereda, 22/05/2009
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox