Mini John Cooper Works GP AC Schnitzer: sospensioni e LSD
Elaborazioni

Mini John Cooper Works GP: con AC Schnitzer è ancor più affilata


Avatar di Michele Perrino , il 18/01/21

10 mesi fa - Può Mini John Cooper Works GP diventare più performante? Sembra di sì

La Mini John Cooper Works GP è passata dalle mani di AC Schnitzer: ora, ancor più di prima, è diventata un'arma da pista

ARMA DA PISTA La Mini John Cooper Works GP non ha certo bisogno di presentazioni: si tratta della più potente versione della hot hatch british. Una vera e propria arma da pista che, però, può essere migliorata. A pensarla così è AC Schnitzer, che da oltre 30 realizza componenti per la Casa inglese e non solo.

LE SOSPENSIONI Per migliorare le qualità dinamiche della Mini JCW GP gli esperti di AC Schnitzer hanno lavorato per prima cosa sulle sospensioni. Insieme con gli specialisti tedeschi di KW, infatti, hanno sviluppato le RS Clubsport: l'assetto permette la regolazione in altezza, lo smorzamento e l'estensione. Il kit realizzato per la pista, abbassando di 30-40 mm la GP, migliora - a detta del preparatore - agilità e maneggevolezza. 

VEDI ANCHE



Mini JCW GP: AC Schnitzer mette mano alla hot hatch Mini JCW GP: AC Schnitzer mette mano alla hot hatch

IL DIFFERENZIALE Poter scaricare a terra ogni singolo cavallo - e sulla Mini GP sono ben 300 - è fondamentale. Il nuovo differenziale meccanico a slittamento limitato LSD, sviluppato con Drexler Motorsport, sostituisce quello esistente aiutando, con buona probabilità, a gestire la coppia sterzante.

ANCHE L'OCCHIO VUOLE LA SUA PARTE Ma i ragazzi di AC Schnitzer non si sono limitati a modifiche nascoste, volte a migliorare le performance. Siccome anche l'occhio vuole la sua parte è stato realizzato un set di cerchi in lega AC Schnitzer AC1 dal peso ottimizzato, disponibile in BiColor o Antracite. Vien da chiedersi se si inventeranno qualcosa con la prossima Mini John Cooper Works elettrica...


Pubblicato da Michele Perrino, 18/01/2021
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox