Autore:
Paolo Sardi

NATA DALLA POLVERE "Polvere eravamo e polvere ritorneremo", insegna la Bibbia, ma prima di lasciare la vita terrena anche noi potremo presto creare qualcosa usando proprio la polvere (magari di metallo), grazie a una stampante 3D. A segnare la strada nei panni della pioniera è Audi Toolmaking, che sta investendo molte risorse nello sviluppo della stampa 3D assieme ad altre realtà impegnate nella ricerca e nello sviluppo all'interno del Gruppo Volkswagen. E per dar prova del livello raggiunto nell'uso di questa tecnica costruttiva, quelli dei Quattro Anelli si sono tolti un bello sfizio, realizzando un modello in scala 1:2 dell'Auto Union Typ C, la celebre Freccia d'Argento del 1936. Tutti i componenti metallici di questa Auto Union sono ottenuti con la stampa 3D, partendo da polvere di metallo finissima, con granuli del diametro compreso tra i 15 e 40 millesimi di millimetro trattati con il laser. Al momento gli sforzi di Audi Toolmaking si sono concentrati - oltre che nella stampa a sabbia - nella lavorazione di alluminio e acciaio e oggi è possibile costruire pezzi lunghi fino a 24 cm e alti anche 20 con un'altissima densità di materiale. e con forme molto complesse, che sarebbe difficilissimo ottenere usando altre tecniche.


TAGS: audi 3d printer stampante 3d Auto Union typ c stampa 3d 1936