Jeep Cherokee, la protesta degli indiani d'America sul nome
Controversie

Jeep Cherokee, gli indiani d'America protestano. Perché solo ora?


Avatar di Lorenzo Centenari , il 22/02/21

9 mesi fa - Il caso dei nativi americani di etnia Cherokee che contestano il nome

Scoppia in USA il caso dei nativi americani di etnia Cherokee che contestano il nome del SUV Jeep. Accettato per 45 anni...

PERMALOSI Nominare un'auto, ma anche scrivere una canzone o proiettare un cartone animato, al giorno d'oggi è operazione delicata. Rischi sempre che qualcuno resti offeso. Per davvero, o solo (sorge il dubbio) perché va di moda. Da quasi mezzo secolo, Jeep Cherokee e Grand Cherokee sono icone dei SUV made in USA. Il brand ha appena introdotto la variante a sette posti (Grand Cherokee L), ma a non tutti i cittadini americani piace, e per ragioni che nulla hanno a che vedere con lo stile o la meccanica. No, il problema è il nome stesso del veicolo. Cioè quello di un popolo nativo del Nord America, i cosiddetti Indiani Cherokee, che ora invocano un passo indietro. 

Nuova Jeep Grand Cherokee L Nuova Jeep Grand Cherokee L

VEDI ANCHE



QUESTIONE DI PRINCIPIO Lo riferisce Car and Driver: per la prima volta in assoluto da 45 anni, la Cherokee Nation chiede a Jeep di rinominare entrambi i SUV. ''Sono certo delle buone intenzioni del marchio, tuttavia - spiega il capo della nazione Cherokee Chuck Hoskin Jr. - non ci onora il fatto che il nostro nome sia incollato sul lato di una macchina. Il modo migliore per onorarci è semmai riconoscere il nostro governo sovrano, il nostro ruolo in questo Paese, la nostra storia, cultura e lingua, infine stabilire un dialogo con le tribù riconosciute a livello federale''.

I PRECEDENTI Hoskin si appella ad altri casi scuola, come la decisione della squadra di baseball dei Cleveland Indians di cambiare nome e mascotte, e il piano della squadra di football dei Washington Redskins di fare lo stesso. La scorsa stagione, la franchigia della capitale si è semplicemente chiamata Washington Football Team. Le scorse settimane la Walt Disney ha vietato ai minori di 7 anni - per presunte ammissioni di discriminazione razziale - la visione di cult movie come Gli Aristogatti, Dumbo e Peter Pan (no comment). ''Credo sia ormai tempo per le società - afferma l'autorità Cherokee - di ritirare l'uso di nomi, immagini e mascotte dei nativi americani dai propri prodotti''. 

Jeep ''Cherokee''? I nativi americani non ci stanno Jeep ''Cherokee''? I nativi americani non ci stanno

LA RISPOSTA Jeep non è nuova all'impiego di riferimenti agli Indiani d'America. In passato utilizzò per un suo truck il nome Comanche, un'altra tribù di nativi americani originaria delle Grandi Pianure, mentre attualmente il termine Mojave, termine che definisce anche la tribù originaria del deserto omonimo, individua una versione di Jeep Wrangler. La Casa prende atto della richiesta della nazione Cherokee, e in risposta alla vicenda sostiene che ''i nomi dei suoi veicoli sono stati scelti con cura e coltivati ​​nel corso degli anni per onorare e celebrare i nativi americani per la loro nobiltà, abilità e orgoglio. Siamo impegnati in un dialogo rispettoso e aperto con Chuck Hoskin Jr.''. Sembra incredibile, ma l'esito del confronto è quanto mai incerto...


Pubblicato da Lorenzo Centenari, 22/02/2021
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox