HUAWEI MATE 20X 5G Anche l’Italia si prepara all’arrivo della tecnologia 5G. Huawei, precursore della connessione ultraveloce presenta il nuovo Huawei Mate 20X 5G, uno smartphone dalle dimensioni generose, con display touch OLED FHD+ da 7,2 pollici con cornici ridotte, equipaggiato con le tecnologie di rete di ultima generazione standalone (SA) e non-standalone (NSA). Huawei Mate 20X 5G monta un processore Karin 980, con circuito integrato Huawei Balong 5000, chipset multimodale compatibile con diversi sistemi di banda che spaziano dal 2G fino al 5G. Mate 20X 5G dispone inoltre di una tripla fotocamera posteriore Leica da 40 MP, 20 MP e teleobiettivo da 8 MP. Innovativo il sistema di raffreddamento, composto da una camera di vapore e tubi di calore in grafene. Huawei Mate 20X 5G è già disponibile in preordine su Amazon, MediaWorld e negli Huawei Store a partire da 1.099,90 euro.

IL FUTURO IN 5G Tante le aspettative su questa nuova tecnologia, che promette una velocità di navigazione e di trasferimento dati istantanea e rapidissima. Huawei è una delle aziende che negli ultimi anni ha scommesso maggiormente sulla rete ultraveloce, con 17 Centri di ricerca e più di 2 miliardi di dollari di investimenti nel 5G negli ultimi 10 anni. In Cina la banda 5G è in avanzata fase di sviluppo, tant’è che Huawei ha di recente installato nella stazione ferroviaria di Hongquiao robot completamente automatizzati che, sfruttando i vantaggi della connessione rapida, sono in grado di assistere i viaggiatori. Lo stesso accade all’InterContinental Hotel di Shenzhen, dove i clienti vengono accompagnati direttamente in camera da automi totalmente indipendenti. Le applicazioni del 5G sono davvero vastissime, dagli interventi chirurgici a distanza, all’interconnessione delle vetture del futuro in grado di scambiarsi dati reciprocamente all’interno di smart city popolate da auto a guida autonoma, capaci di comunicare con le infrastrutture del sistema stradale (car to infrastructure).

INNUMEREVOLI BENEFICI Secondo quanto afferma Pier Giorgio Furcas, Deputy General Manager Consumer Business Group Huawei Italia, “I benefici del 5G sono innumerevoli e hanno l’obiettivo di migliorare la vita quotidiana degli utenti. Huawei è da sempre in prima linea per offrire soluzioni tecnologiche avanzate, ai consumatori così come ai partner commerciali. Con Huawei Mate 20 X 5G, diamo il benvenuto alla tecnologia 5G nei nostri dispositivi promettendo agli utenti un’esperienza immersiva, iperconnessa e proiettata nel futuro”.

NULLA È CAMBIATO… Furcas ha inoltre ribadito che la disputa con il colosso californiano Google, che fornisce il sistema operativo Android, si è sostanzialmente arenata. Ad oggi, i dispositivi Huawei sono pienamente funzionanti e mantengono la piena accessibilità ai servizi di Mountain View. “Nulla è cambiato", queste le parole del General Menager. La diatriba si è dunque conclusa in un nulla di fatto, che ha portato a un danno contenuto per le casse di Huawei, riassorbito fra l’altro senza troppi problemi. Le ultimissime news ci dicono che Huawei ha in progetto lo sviluppo di un sistema operativo 100% made in Shenzhen, in cantiere dal 2009. Tuttavia, non ci è dato sapere come e quando verrà rilasciato il nuovo software.


TAGS: huawei Huawei Mate X20 5G Nuovo Huawei Mate X20 5G