50 anni di Maserati Boomerang (1972): storia, tecnica, design
Anniversari

Quando Maserati non pensava ai SUV: 50 anni fa la Boomerang


Avatar di Lorenzo Centenari , il 10/03/22

2 mesi fa - La concept disegnata da Giugiaro compie mezzo secolo. Boomerang story

La concept disegnata da Giugiaro compie mezzo secolo. Non entrò mai in produzione, ma resta un capolavoro. Boomerang story

Estrema, futuristica, non razionale e - proprio per questo - ancor più affascinante, ancora impressa nella mente degli appassionati veri. È trascorso esattamente mezzo secolo da quel 9 marzo 1972, quando al Salone di Ginevra fece la sua apparizione Maserati Boomerang, un concept disegnato dalla celebre matita di Giorgetto Giugiaro e realizzato da Italdesign. Un po' di storia.

Maserati Boomerang concept (1972) Maserati Boomerang concept (1972)

UN PO' DI TECNICA

Maserati Boomerang, il cui ''mockup'' fece una fugace comparsa al Salone di Torino del 1971, fu costruita in un esemplare unico. Durante l’esposizione svizzera del 1972, si presentò come un modello immatricolato e perfettamente marciante. La base utilizzata da Italdesign (telaio e meccanica completa) era una Maserati Bora, quindi con motore posteriore centrale a 8 cilindri disposti a 90° da 4.719 cc, capace di sprigionare 310 cv, per una velocità massima di circa 300 km/h. Trazione posteriore, cambio manuale a 5 rapporti.

CASE HISTORY

Coupé sportiva a due posti secchi, Maserati Boomerang non entrò mai in produzione, ma lasciò un’eredità stilistica che ha continuato a vivere non solo nelle creazioni successive di Giugiaro, ma anche in altri progetti, ispirando diverse Case automobilistiche, in Europa e negli Stati Uniti. Dal punto di vista estetico, la sua originalità si deve alla sagoma a cuneo e alle linee decise e nette, che trasmettono un’idea di penetrazione, forza e velocità.

VEDI ANCHE



Maserati Boomerang, la caratteristica fiancata a cuneo Maserati Boomerang, la caratteristica fiancata a cuneo

Il modello venne concepito da Giugiaro con una linea orizzontale che tagliasse la vettura in due volumi, con il parabrezza inclinato e il tetto panoramico. Originali anche le vetrature, specialmente quelle sulle due portiere, intervallate da una striscia di metallo. Nella parte frontale sono evidenti i fari squadrati a scomparsa, mentre sul retro le luci sono orizzontali. Per non parlare dell'esclusività anche negli interni, dove la strumentazione del cruscotto è integrata all’interno del volante, senza razze, e i sedili sono bassissimi.

Maserati Boomerang, gli interni Maserati Boomerang, gli interni

GIRAMONDO

L’unico esemplare mai realizzato della Boomerang fece altre apparizioni in concorsi internazionali, passando di mano tra vari proprietari e finendo per essere protagonista in diverse aste, oltre ad essere utilizzato in alcuni spot pubblicitari. Sulle spalle di Maserati MC20, ma anche di SUV come Grecale, grava anche l'eredità di oggetti unici che hanno contribuito a plasmare il successo e l'immagine delle quali gode oggi il Tridente.


Pubblicato da Lorenzo Centenari, 10/03/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox