Pubblicato il 09/09/20

2X1 A un anno scarso dal debutto di Golf 8 (qui la nostra guida all'acquisto), Volkswagen presenta le versioni station-wagon Golf Variant e Alltrack, nate appunto sulla stessa piattaforma MQB Evo in comune proprio con la hatchback 5 porte. Pochi i cambiamenti estetici sulle due familiari, il cui design riprende per filo e per segno quello della nuova Mk.8, con la Alltrack che si distingue per il suo look grintoso e per alcuni dettagli che strizzano l’occhio al mondo dei SUV. Stesso discorso per motorizzazioni e allestimenti che dovrebbero ricalcare quelli portati al debutto sulla nuova media tedesca. Snoccioliamo insieme i tratti salienti delle due station teutoniche.

Volkswagen Golf Variant: laterale

GOLF VARIANT La prima Golf “allungata” venne lanciata nel lontano 1993, da allora in Volkswagen sono cambiate moltissime cose, ma la sua inossidabile vocazione è sempre rimasta la stessa. Golf Variant 2020 non stravolge il nuovo corso stilistico inaugurato da Wolfsburg, ma i cambiamenti ci sono eccome, anche se non è semplice scorgerli. Il passo della station è infatti aumentato di 66 mm, l’interasse misura infatti 2,68 metri con 4,63 metri da paraurti a paraurti. Cioè una lunghezza superiore di 35 cm rispetto a Golf, e inferiore di 14 cm rispetto a Passat Variant. Interni ampi e capienti, c’è più spazio per le gambe dei passeggeri e nel complesso l’abitacolo misura in lunghezza 1,798 metri. 22 i litri in più nel bagagliaio rispetto alla Golf 7 Variant, con una volumetria che spazia da un minimo di 611 litri a un massimo di 1.642 litri.

MOTORI E ALLESTIMENTI Come anticipato, non si prevedono grandi rivoluzioni sul fronte delle motorizzazioni e degli allestimenti. Dovrebbero infatti essere confermati il benzina 3 cilindri 1.0 TSI e il 4 cilindri 1.5 TSI, oltre al 4 cilindri 2.0 TDI. Non mancheranno poi gli ibridi con versioni mild-hybrid eTSI e quasi sicuramente una versione plug-in hybrid. In gamma spazio alla trazione anteriore o integrale, abbinabili al manuale sei marce o alla trasmissione automatica DSG sette rapporti. Tre gli allestimenti per nuova Golf Variant: Life, Style e R-Line offerte con sistemi di assistenza alla guida di ultima generazione come: Lane Assist, Front Assist con sistema di frenata di emergenza, cruise control adattivo e il bloccaggio del differenziale elettronico XDS. Sempre di serie il Digital Cockpit Pro con touchscreen da 8,25 pollici, i servizi online We Connect e We Connect Plus, il volante multifunzione e il climatizzatore automatico Air Care Climatronic.

Volkswagen Golf Variant: gli interni

GOLF ALLTRACK Insieme a nuova Golf Variant viene dunque lanciata anche la seconda generazione di Golf Alltrack. Una station a metà strada fra una famigliare e un crossover, con tanto di trazione integrale permanente 4Motion di serie, altezza da terra maggiorata e look all-terrain con paraurti specifici. Un’auto tuttofare pensata per l’asfalto, che non disdegna però le scampagnate fuori porta e che vanta una capacità di traino di 2.000 kg. Per tutto il resto la Alltrack è identica a nuova Golf Variant e conta su un abitacolo digitalizzato e su avanzati sistemi di assistenza alla guida, come il Travel Assist i fari LED a matrice IQ.LIGHT. Il debutto sul mercato di entrambe le versioni è previsto per l'autunno, ancora ignoti i prezzi per il mercato italiano.


TAGS: volkswagen Volkswagen Golf Variant 2021 Volkswagen Golf Alltrack 2021