Pubblicato il 28/02/2020 ore 08:35

FOTO “SPIA” Di solito le case automobilistiche non pubblicano le foto spia dei loro prodotti. Altrimenti, che foto spia sarebbero? Quando lo fanno, però, la qualità delle immagini è decisamente migliore di quella degli scatti rubati per strada o fuori da un circuito di test. Come in questo caso.

TEST ESTREMI Ormai prossima alla presentazione ufficiale e alla produzione in serie, il SUV elettrico BMW iNext sta continuando a macinare chilometri su chilometri per i test in condizioni particolarmente impegnative. Dopo quelli svolti al Circolo Polare Artico, tocca adesso a quelli nel polveroso deserto del Kalahari, nell’Africa meridionale: una zona caratterizzata da un caldo assurdo, forti radiazioni solari, formazioni perenni di polvere e un terreno particolarmente accidentato, perfetto per il fuoristrada, con sabbia, ghiaia e strade sterrate. Le condizioni perfette per mettere a dura prova la prossima ammiraglia (almeno dal punto di vista tecnologico) della casa di Monaco.

Prove di velocità e resistenza per BMW iNext

NON SI TRALASCIA NIENTE I test drive nel deserto permettono di stressare al massimo tutti i componenti, meccanici ma non solo: trasmissione e sospensioni vengono usate in condizioni estreme, ma anche il sistema di raffreddamento della batteria, il motore elettrico e tutta l’elettronica della macchina. In tutto questo, non deve mai mancare il comfort per i passeggeri, quindi le fluttuazioni di temperatura e il caldo non devono portare a rumori e scricchiolii, per tacere della tenuta di guarnizioni di porte e cofani.

DESERTO, MA NON SOLO Le prove nel deserto sono solo una parte di quelle a cui vengono sottoposti i mezzi prima di entrare in produzione: oltre al banco di prova del Circolo Polare e del deserto, i modelli passano per il circuito di BMW a Miramas nel sud della Francia, al Nürburgring Nordschleife e al Winter Center di Arjeplog, in Svezia

Ancora molte le camuffature di BMW iNext

MOTORI? ANCORA PRESTO Non siamo a conoscenza delle specifiche tecniche della macchina, ma sappiamo che verrà mossa dalla tecnologia BMW eDrive di quinta generazione, con un occhio di riguardo per i sistemi di guida autonoma, oltre che un approccio innovativo ai comandi, all’interfaccia utente e l’interazione uomo-macchina. La produzione di BMW iNext comincerà nel 2021, nello stabilimento di Dingolfing. 


TAGS: video foto spia suv elettrico bmw inext