Autore:
Massimo Grassi

LA PRIUS CON LA SPINA Anticipata da un’immagine teaser e oggetto di rumors più o meno fondati, la nuova Toyota Prius plug-in si mostra in anteprima mondiale al Salone di New York 2016, i cui battenti hanno aperto oggi. Come potete notare dalle foto che pubblichiamo, le differenze rispetto alla versione “normale” non sono solo tecniche, ma anche estetiche. Prima di tutto il frontale, con il nuovo disegno di gruppi ottici, cofano, mascherina e luci diurne a led. Anche il “lato b” è stato modificato, con l’alettone non più dritto e, anche qui, gruppi ottici ridisegnati. Cambiamenti estetici che non intaccano il cx da record di 0,24 e che fanno da preludio a quella che è la vera grande novità della Toyota Prius plug-in: la possibilità di ricaricare le batterie (agli ioni di litio) tramite la normale rete elettrica. Con una serie di vantaggi non indifferenti.

AUTONOMIA ESTESA Il poter fare il “pieno” alle batterie è però solo la punta dell’iceberg della “rivoluzione” plug-in di Prius: gli accumulatori da 8,8 kWh infatti permettono alla regina delle ibride Toyota di percorrere fino a 50 km in modalità 100% elettrica, fino a una velocità massima di 135 km/h. Questo significa un’autonomia elettrica raddoppiata rispetto alla precedente generazione. Per dirla col gergo del web: #notbad.

PRATICAMENTE ASTEMIA Stando ai dati ufficiali diffusi dalla Casa, la nuova Prius plug-in percorre in media 100 km bruciando appena 1,4 litri di benzina ed emettendo 32 g/km di CO2. Inoltre, grazie al suo “cervello” fatto di chip e sensori, l’auto è in grado di decidere autonomamente quando è più conveniente viaggiare con la sola propulsione elettrica, lasciando quindi a sonnecchiare il 1.8 benzina. Poi, una volta scariche, le batterie si ricaricano in poco più di 2 ore tramite una linea elettrica da 230 Volt.

APPUNTAMENTO A FINE ANNO In arrivo nelle concessionarie entro la fine del 2016, la nuova Toyota Prius plug-in proporrà le stesse novità tecnologiche della versione senza spina: sistema di infotainment Toyota Touch 2 (qui con monitor touch da ben 11,6"), il doppio display al posto della classica strumentazione analogica, il sistema di climatizzazione intelligente e i vari assistenti alla guida, gadget ormai irrinunciabili per le auto moderne.

 

 


TAGS: toyota toyota prius hybrid plug-in salone di new york auto ibride novità auto Toyota Prius plug-in auto novità