Anteprima:

Toyota FJ Cruiser


Avatar Redazionale , il 27/04/05

16 anni fa - La mitica FJ 40 ha trovato un'erede.

Altro che show car fine a se stessa! La FJ Cruiser, vista un paio d'anni fa a Detroit ed erede della mitica FJ 40, entrerà davvero in produzione nel 2006. Avrà un motore V6 4.0 e che negli States costerà meno di 20.000 dollari. Impossibile per ora dire se e quando arriverà in Europa.

FACEVANO SUL SERIO Quando il prototipo FJ Cruiser fu presentato al Salone di Detroit del 2003, sembrò realizzato quasi per gioco, giusto come tributo alla gloriosa FJ 40. Un gioco bello e simpatico ma, come tale, destinato a durare poco. La classica concept fine a se stessa, da buttare in fondo a un magazzino a prendere polvere una volta chiusi i battenti e spenti i riflettori. Ora, invece, per il progetto uscito dall'acerba ma geniale matita dell'allora venticinquenne Jin Kim si aprono prospettive forse insperate.

NON SOLO PER GIOVANI

La FJ entrerà infatti davvero in produzione, conservando intatti (o quasi) i tratti che tanta curiosità avevano destato all'epoca della presentazione. Riveduta e corretta in alcuni dettagli fino ad assumere una veste semidefinitiva, questa Toyota è apparsa a febbraio al Salone di Chicago e adesso pare ormai certo il suo lancio sul mercato a stelle e strisce già nei primi mesi del 2006. I vertici della Casa specificano che si tratta di un prodotto destinato ai giovani e sulla cosa non ci piove; non è però detto che non scocchi il colpo di fulmine pure per qualche vecchio nostalgico.

CITAZIONI DOTTE

In fondo non sono pochi gli spunti presi dalla FJ 40. Il muso verticale con i fari tondi, la griglia con la scritta Toyota in stampatello e il tetto bianco sono solo la proverbiale punta dell'iceberg. Ispirati al passato sono anche i vetri posteriori ricurvi e il parabrezza basso e piazzato ben in verticale, in barba alle teorie dell'aerodinamica. Una forma, la sua, tanto bizzarra da costringere gli ingegneri a ricorrere a ben tre spazzole tergicristallo in luogo delle canoniche due.

ONE LIKE NO ONE

Lunga 451 cm, larga 189 e alta 180, con un passo di 269 cm, la FJ Cruiser non si limita tuttavia a scimmiottare l'antenata ma ha sfoggia una decisa personalità, con numerosi tocchi high tech. Molti sono i particolari dalle forme ricercate, come gli specchi retrovisori e le luci che si stagliano nettamente dalla sagoma della fiancata. A fare da comune denominatore all'insieme c'è una grande pulizia delle linee, che mette ancor più in risalto le forme massicce del cofano, dei passaruota e dei montanti posteriori.

QUINTETTO BASE

Il minimalismo regna per ora sovrano anche nell'abitacolo, cui si accede tramite due ampie porte anteriori e due piccoli sportelli supplementari incernierati posteriormente. Sull'ultimo prototipo apparso i sedili hanno aspetto e imbottitura degni di una panchina, tanto che i tecnici hanno deciso di ammortizzarli per risparmiare inutili sofferenze sullo sconnesso. Questa soluzione non avrà però probabilmente un seguito produttivo. E che altro debba cambiare lo si intuisce anche dal fatto che l'interno mostrato è a quattro posti, mentre la FJ Cruiser che si acquisterà potrà trasportare cinque passeggeri.

MEN AT WORK

Incerto è pure il futuro della plancia che, così come i pannelli delle porte, ha uno stile un po' da mezzo da cantiere e alterna elementi in alluminio ad altri in tinta con la carrozzeria. Le soluzioni bizzarre spuntano qua e là a mo' di funghi, come la chiave di avviamento sistemata in posizione avanzatissima lungo il tunnel centrale. La strumentazione è a fondo giallo, con vari elementi che richiamano il design degli utensili e degli attrezzi da officina, come le leve del cambio e del freno a mano.

V6 PER TUTTE

Per la FJ Cruiser è previsto un motore V6 4.0 capace di 245 cv, montato sulla collaudata piattaforma della 4Runner, debitamente aggiornata nell'occasione. Due gli schemi di trasmissione annunciati: a due ruote motrici con trazione posteriore e differenziale a slittamento limitato oppure a quattro ruote motrici. In entrambi i casi il cambio standard è un automatico a cinque marce. Sulla versione 4x4 è certa però la presenza di un'alternativa manuale a sei rapporti, utile per sfruttare al meglio nel fuoristrada la luce a terra di ben 24 cm e il grip dei pneumatici 265/70 calzati su cerchi da 17 pollici.

E' SCARNA MA...

Quanto alla dotazione di serie, si parla di un equipaggiamento essenziale, che comprende giusto l'Abs, gli airbag frontali, il climatizzatore, il controllo elettronico della stabilità e l'impianto stereo con lettore CD. A pagamento sono invece previsti tra le altre cose il CD charger, i comandi al volante per lo stereo, gli airbag laterali e a tendina, il cruise control, le barre portatutto e una varietà di portapacchi da tetto. In ogni caso non c'è da lamentarsi, visto che i prezzi oltreoceano dovrebbero partire da meno di 20.000 dollari, pari all'incirca a 15.500 euro. Se si pensa che dalle nostre parti con quei soldi si fatica a comprare una Yaris Verso, si può chiudere alla Erminio Pistolazzi: sono robe che fanno girare gli ammennicoli!
Pubblicato da Paolo Sardi, 27/04/2005
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox