Autore:
M.A. Corniche

I TRE MOSCHETTIERI Dopo Ateca e Arona, arriva la Tarraco. Seat ha svelato il suo nuovo SUV a 7 posti in un evento privato in attesa di un passaggio in pubblico al salone di Parigi 2018, in scena dal 2 al 14 ottobre. L'appuntamento in concessionaria è invece fissato entro la fine dell'anno, con consegne a inizio 2019. 

I PREZZI Il listino della Seat Tarraco si preannuncia interessante, con prezzi che dovrebbero partire da circa 29.000 euro per arrivare a poco sopra i 40.000. Prezzi interessanti considerando che una Seat Tarraco Style, l'allestimento d'ingresso, avrà una dotazione in grado di accontentare anche palati esigenti, che comprende, per esempio i fari Full LED e il climatizzatore automatico.

DIMENSIONI Costruita sulla piattaforma MQB A+ del gruppo Volkswagen, la Tarraco è a tutti gli effetti la nuova ammiraglia Seat. E' lunga 4 metri e 73 centimetri e alta 1 metro e 66: misure sufficientemente capienti per le esigenze di una famiglia, che può contare su un generoso bagagliaio o, all'occorrenza, su due strapuntini extra per viaggiare in comitiva. Lo spazio della terza fila di sedili è adatta più a bambini e ragazzi ma può ospitare, in emergenza, anche adulti facendo scorrere in avanti i sedili della seconda fila. Seat Tarraco risolve brillantemente anche il problema della tendina copribagagli, che non si sa mai dove riporre, con un vano dietro alla terza fila di sedili pronto ad accoiglierla.

BAGAGLIAIO A PROVA DI FAMIGLIA Anche viaggiando in sette sulla Seat Tarraco dietro alla terza fila di sedili rimane disponibile un discreto spazio per i bagagli, da impilare rigorosamenteb fino al tetto. in configurazione cinque posti lo spazio per i bagagli raggiunge tranquillamente il volume di molti SUV di taglia più grande e, se si ripiega anche la seconda fila di sedili, la Tarraco diventa un piccolo furgone. se dovete trasportare oggetti molto lunghi, poi, è possibile ripiegare anche lo schienale del passeggero anteriore, ottenendo spazio in lunghezza fino alla plancia.

L'EVOLUZIONE DELLO STILE Il design è carico di spigoli, alla Seat maniera, ma è una evoluzione dello stile Seat visto finora. In particolare nel frontale, diritto e importante, con la calandra così grande come non si è mai vista e i fari che scavano la carrozzeria per farsi spazio. Fari full LED che riprendono la inconfondibile firma luminosa triangolare delle Seat. Luci LED anche all'interno e in coda, con frecce a LED dinamici e la fascia che unisce le due luci di coda per ottenere l'effetto che in Seat definiscono coast-to-coast.

INTERNI Al'esterno la Seat Tarraco, disegnata a Barcellona ma costruita a Wolfsburg, comunica una piacevole sensazione di robuistezza e di qualità, sensazione che trasmettono anche gli interni. con materiali piacevoli al tatto e alla vista, morbidi nella parte alta e croccanti nella parte bassa di plancia e portiere, impreziositi da inserti in tessuto nei panneli porta e da inserti in legno scuro su plancia e portiere. Da vera SUV in grado di attirare anche orfani delle monovolume per spazi e funzionalità (la Alhambra rimarrà comunque in produzione) offre ampi spazi portaoggetti, nelle portiere e sul tunnel centrale. A rendere più preziosi gli interni la Tarraco offre la strumentazione digitale (il Virtual Cockpit da 10,25 pollici) e lo schermo centrale per l'infotainment che raggiunge, nella dimensione più generosa, gli 8'', perle elettroniche che rimarcano il primato nella gamma Seat della Seat Tarraco, che è anche il primo modello del marchio capace di rispondere ai comandi gestuali. A patto di optare per il multimedia più completo, il Navigation Plus.

MOTORI Saranno quattro i motori disponibili al lancio. Lato benzina, la Tarraco propone un 1.5 litri TSI da 150 cv abbinato al cambio manuale a sei rapporti e alla sola trazione anteriore, in alternativa a un 2.0 litri TSI da 190 con cambio DSG a 7 rapporti e trazione integrale. Resiste il diesel, con un 2.0 litri declinato nelle potenze da 150 e 190 cavalli, con trazione anteriore e trasmissione manuale nel primo caso, integrale 4Drive e DSG nel secondo. Seguiranno altre versioni e, nel 2020, la gamma si amplierà con una Seat Tarraco PHEV, ibrida plug-in con 210 cavalli e 400Nm. Sarà l'anno anche della prima Seat full electric su piattaforma MEB del gruppo VW. 

ASSISTENTI Auto da famiglia, sì, eppure non rinuncia al piacere di guida: il nuovo SUV di Seat avrà come optional il DCC, la regolazione dinamica dell'assetto. E tantomeno rinuncia alla sicurezza; tra gli assistenti alla guida di serie (allestimento Style) figurano il Front Assist e il Lane Assist, ma la lista degli angeli custodi disponibili è lunga. Con l'equipaggiamento superiore (Excellence) o a richiesta si possono avere il sistema di monitoraggio dell'angolo cieco, il riconoscimento automatico dei segnali stradali, il Traffic Jam Assist (per frenare e ripartire in automatico nei tratti in colonna mantenendo le corrette distanze), il Light Assist e l'Emergency Assist. Tra gli aiuti elettronici c'è n'è uno specifico in caso di ribaltamento: il Rollover Assist sblocca automaticamente le portiere, spegne il motore e avvia la chiamata d'emergenza nella malaugurata ipotesi.

Picture-Credit: Stefan Baldauf / Guido ten Brink


TAGS: seat seat tarraco