Pubblicato il 10/03/21

NUOVA 911 GT3 SOTTO LA LENTE D’INGRANDIMENTO Ogni debutto di una Porsche 911 speciale rappresenta una sorta di evento per gli appassionati del motorsport e della Casa di Zuffenhausen. L’arrivo dell’ultima 911 GT3 (serie 992) non è stato da meno poiché Porsche è un punto fermo per chi ama le auto sportive. E la 911 è un’icona dell’automobilismo in costante evoluzione, che trova la sua sublimazione nelle varianti high performance, come l’ultima arrivata. Secondo Porsche, la nuova GT3 è ''il collegamento più vicino alle 911 da corsa di qualsiasi altra GT3 precedente''. L’auto è stata svelata poche settimane fa con il suo flat-six da 4,0 litri aspirato capace di raggiungere regimi elevatissimi - altro che turbo – poi c’è tutto il nuovo hardware sviluppato con specifiche adatte alle competizioni e un cambio a doppia frizione PDK a sette velocità che invia tutta la potenza alle ruote posteriori attraverso l’azione di un differenziale autobloccante sportivo. C'è anche un cambio manuale in opzione per coloro che non accettano compromessi tecnologici. Insomma, la nuova Porsche 911 GT3 è un'auto fuori dagli schemi, questo è chiaro. Quindi è ora di approfondire ed esplorare alcune delle sue caratteristiche più interessanti e curiose, compreso il portachiavi dell’auto…

UN MOTORE PER AUTO DA CORSA

Secondo Porsche, il motore della nuova GT3 stradale è ''praticamente'' identico alle unità del modello da competizione 911 GT3 Cup. Abbiamo già visto questo super motore nella 911 Speedster 2019 a tiratura limitata, ma ora ci sono anche pistoni differenti. Il flat-six da 4,0 litri aspirato eroga 510 CV e 470 Nm di coppia mentre urla tutta la sua potenza a 9.000 giri/min. Ha un sistema di lubrificazione a carter secco per garantire che il motore rimanga lubrificato quando la GT3 è sollecitata al massimo dell’accelerazione “g” in curva.

Nuova Porsche 911 GT3: la sportiva tedesca in pista 

L'ULTIMA EVOLUZIONE DEL FLAT-SIX ASPIRATO Il sei cilindri ha anche sei corpi farfallati indipendenti per garantire la risposta più precisa possibile agli input dell'acceleratore. La trasmissione automatica a doppia frizione PDK è perfettamente tarata per il motore da gara e, grazie a questa fantastica interazione, la GT3 stacca un tempo sullo 0-100 orari di appena 3,9 secondi per una punta velocistica di 318 km/h (320 km/h con il cambio manuale).

SOSPENSIONI DERIVATE DALLE COMPETIZIONI

Le sospensioni della GT3 non condividono componenti con gli attuali modelli della gamma 911. Invece, il sistema anteriore a doppio braccio oscillante è derivato dalle 911 RSR e 911 GT3 Cup, ma adattato per un utilizzo stradale. È la prima volta che Porsche si avvicina così tanto alla configurazione delle auto da competizione, a garanzia che ci sono miglioramenti notevoli rispetto alla GT3 della generazione precedente, sia in termini di precisione sia di stabilità.

Nuova Porsche 911 GT3: un dettaglio dei fari anteriori a LED 

SCHEMA MULTILINK POSTERIORE Le sospensioni posteriori sono un'evoluzione dello schema multilink già esistente, ma con più giunti sferici incorporati. Questa soluzione fa propendere per una stabilità ancora migliore in curva rispetto a prima e un superiore controllo in uscita, anche con superfici più rovinate.

AERODINAMICA POCO ADATTA ALL'USO SU STRADA

Sulle strade aperte al traffico, avere un’aerodinamica molto “spinta” non è l'ideale, in particolare alla voce risparmio di carburante dove ali e splitter che schiacciano a terra l’auto causano anche un aggravio in termini di consumi, soprattutto in autostrada quando si va un po’ più forte. Ma quando si mettono le gomme sulla pista avere un maggiore carico aerodinamico significa un più elevato grado di controllo.

Nuova Porsche 911 GT3: downforce portato al massimo

ALI E SPLITTER REGOLABILI Sulla 911 GT3 2021 c'è possibilità di regolazione dello spoiler anteriore e del diffusore, che possono essere impostati su più posizioni. Anche l'alettone posteriore, montato a collo di cigno, è regolabile in più step, compresi fra l'uso su strade pubbliche e in pista. Secondo Porsche, anche nella sua normale impostazione stradale, il carico aerodinamico è del 50% superiore rispetto alla precedente GT3. L'impostazione delle regolazioni anteriore e posteriore nella posizione dedicata al “time attack” fra i cordoli crea quindi un aumento del 150% della deportanza. Il consiglio è di non caricare troppo l’aerodinamica quando si viaggia nel traffico: i consumi della GT3 salirebbero alle stelle.

PNEUMATICI DA PISTA, MA OMOLOGATI PER L'USO QUOTIDIANO

Se vi siete chiesti quali pneumatici Porsche ha usato sulla 911 GT3 per staccare il tempone record di 6’59”927 al Nürburgring, fermatevi a questa domanda. I comunicati diramati dalla Casa tedesca per celebrare il primato nascondevano fra le righe la risposta al quesito. Infatti, si legge che Porsche assicura di avere usato gli stessi pneumatici che in precedenza erano in opzione sulla vecchia GT3.

Nuova Porsche 911 GT3: la coupé tedesca ai box 

GOMME RACING OPZIONALI Il bello è che anche adesso sono un'opzione sul nuovo modello. Se avete un pizzico di esperienza e dimestichezza con il motorsport marchiato Porsche, ricorderete che si tratta di super performanti Michelin Pilot Sport Cup 2 R. In questo caso, hanno dimensioni 255/35 R20 sull’asse anteriore e 315/30 R21 su quello posteriore e con indice velocità Z per garantire che possano sopportare qualsiasi andatura della GT3.

DISPLAY SPORTIVO: SOLO LE INFORMAZIONI CHE SERVONO

Troppe informazioni quando stai danzando con la 911 GT3 fra un cordolo e l’altro potrebbero distrarre e diventare pericolose. Per questo motivo, Porsche ha aggiunto un'impostazione “Track Screen” nel quadro strumenti che elimina le indicazioni superflue sugli schermi digitali di entrambi i lati della strumentazione. Il lato destro del display è configurabile, mentre la temperatura dell'acqua e la pressione degli pneumatici rimangono sempre visibili a sinistra, per tenere sotto controllo dei parametri vitali quando si gira in pista.

Nuova Porsche 911 GT3: ll'abitacolo della supercar di Zuffenhausen

DOPPIO CRONOMETRO PER I TEMPI SUL GIRO Il pacchetto Chrono è un punto di riferimento nella lunghissima lista degli optional Porsche, ma la GT3 ha la sua versione personalizzata con un cronometro analogico montato sulla plancia e un cronometro digitale nel quadro strumenti. È quindi possibile attivare la funzione Lap Trigger, che permette di misurare i tempi totali e parziali in pista per analizzarli e confrontarli utilizzando l'app Porsche Track Precision scaricata sullo smartphone.

ALLEGGERIMENTO PORTATO ALL’ESTREMO

In effetti, ''alleggerimento'', ora, è solo una semplice parola. Ma nascosta nella complicata struttura di una 911 GT3 prende un significato molto più profondo. Infatti, non avrebbe avuto molto senso sviluppare motore, trasmissione, autotelaio e aerodinamica per le massime prestazioni senza perdere quanto più peso possibile mantenendo l’auto sicura e performante. Oggi i cerchi in lega forgiata della 911 GT3 hanno un diametro di 20 pollici sull’asse anteriore e di 21 pollici su quello posteriore, ma nonostante siano più grandi della generazione precedente, sono più leggeri di 1,6 kg.

Nuova Porsche 911 GT3: i sedili opzionali con guscio in fibra di carbonio 

ELEMENTI CARROZZERIA IN MATERIALI SPECIALI Questo è solo l'inizio. Il cofano, l'alettone posteriore regolabile e lo spoiler posteriore fisso sottostante sono tutti realizzati in materiale plastico rinforzato con fibra di carbonio. Anche il vetro antirumore è alleggerito e i sedili sportivi, con una semplice regolazione a quattro vie, sono di serie perché una regolazione più raffinata significherebbe aumento di peso. Tuttavia, potreste risparmiare quasi 12 chili scegliendo i sedili avvolgenti in fibra di carbonio. Ricordiamoci che nel complesso, la Porsche 911 GT3 2021 pesa 1.418 kg per un rapporto peso/potenza di appena 2,8 kg/CV.

PORTACHIAVI PERSONALIZZABILE

Last but not least, passa sottotraccia nel configuratore Porsche un altro gadget esclusivo, ma questa volta dedicato alla chiave di apertura; niente diavolerie o artifici per migliorare prestazioni e guidabilità della GT3. Si tratta di un portachiavi speciale che può essere ordinato con la custodia rivestita in pelle e con le cuciture nello stesso colore della macchina. La chiave stessa è ordinabile nella medesima tinta della carrozzeria.

Nuova Porsche 911 GT3: il portachiavi personalizzabile 

SULLA 911 GT3 TUTTO ANCHE LA CHIAVE È SPECIALE  Questo accessorio non è una novità per Porsche, ma rimane sempre una prova della straordinaria attenzione per i dettagli e speriamo che Porsche sviluppi ancora più opzioni. Per esempio, una scelta fra Alcantara e pelle per la custodia sarebbe un ottimo inizio. Voi cosa ne pensate?


TAGS: porsche porsche 911 gt3 Porsche 911 GT3 2021 nuova porsche 911 gt3