IBRIDO ALLA TERZA Già da metà ottobre il Leone è pronto a registrare gli ordini. Annunciate nel corso dell'estate, le rispettive versione ibride plug-in di Peugeot 508 berlina, 508 SW, inoltre del crossover 3008, saranno in concessionaria a inizio 2020. Il listino prezzi potrà forse inizialmente spaventare, tuttavia esistono profili utente per i quali il plug-in hybrid è una soluzione percorribile, persino vantaggiosa anche nel breve termine. 

3008 ALLA SPINA Cominciamo proprio dal Suv. Peugeot 3008 Hybrid costa 44.430 euro in allestimento base (Allure), mentre in configurazione top di gamma (3008 GT Hybrid4) la soglia cresce fino a 53.880 euro. Differenze di potenza e di trazione: 3008 Hybrid associa il 1.6 PureTech turbo benzina ad un motore elettrico soltanto, sviluppando un output di 225 cv e scaricando la coppia esclusivamente sull'asse anteriore. Al contrario, in formato GT Hybrid4 lo sport utility francese può contare su due unità elettriche di supporto, una delle quali collegata al retrotreno, riproducendo così uno schema di trazione integrale elettrica. Potenza di sistema di 300 cv, in ambedue i casi il pacco batterie da 13,2 kWh promette un'autonomia a zero emissioni fino a 59 km. Tempi di ricarica? Circa 7 ore da presa domestica, meno di 2 ore con Wallbox da 7,4 kW, oppure da colonnina pubblica.

508 PLUG&PLAY Dal Suv alla berlina/wagon. Peugeot 508 Hybrid a partire da 46.880 euro, mentre 508 SW Hybrid attacca a 47.780 euro. A differenza di 3008, una sola configurazione, ovvero quella con motore elettrico singolo (225 cv) e trazione anteriore.

PERCHÈ SÌ Come balza all'attenzione, prezzi alti ma la ricompensa c'è, sia a breve termine che sulla distanza. Alla cifra iniziale va innanzitutto sottratto l'ecobonus di seconda fascia, quello appunto riservato alle vetture il cui grado di emissioni CO2 è compreso tra 21 e 70 g/km, e il terzetto del Leone (29 g/km) rientra a pieno titolo nella categoria: 2.500 euro di incentivo statale rottamando la vecchia macchina, 1.500 euro di bonus senza invece la rottamazione. Senza contare gli incentivi supplementari e gli altri benefici fiscali e circolatori erogati da alcune Regioni. Capitolo consumi: ricaricando regolarmente le batterie e sfruttando al massimo le proprietà di autonomia elettrica, sul lungo periodo la media è veramente bassa, anche nell'ordine dei 2 l/100 km. E a proposito di ricarica: se si dispone di un garage o un box con presa di corrente, di notte è possibile tenere l'auto sotto carica, ritrovandola ogni mattina con le batterie al 100%.

CONTROCORRENTE Il piacere di guida è infine di alto livello, sia grazie al grado di potenza, sia all'accoppiamento del sistema plug-in hybrid con il cambio automatico elettrificato e-EAT8 a otto rapporti. Gamma Peugeot Hybrid non per tutti, ma per molti. Sul lungo termine, l'investimento iniziale può fruttare un bel risparmio. Per chi è al corrente della progressiva svolta elettrica, una scelta distintiva e lungimirante.


TAGS: peugeot peugeot 3008 hybrid4 ibride plug-in peugeot 508 hybrid