Nuovo SUV elettrico Smart (2022) uguale a Concept #1? Le foto
Anticipazioni

SUV Smart, l'auto di serie sarà "quasi" identica alla Concept #1


Avatar di Lorenzo Centenari , il 06/10/21

1 mese fa - I progetti depositati all'ufficio brevetti mostrano differenze minime

Rispetto al prototipo visto all'IAA di Monaco, i progetti depositati da Smart all'ufficio brevetti mostrano solo differenze minime

Tra una concept e il veicolo di serie, spesso c'è di mezzo il mare. A maggior ragione se la concept sfoggia soluzioni tecnologiche e stilistiche piuttosto innovative. Quando a settembre Smart ha mostrato Concept #1 all'IAA Mobility di Monaco, ha tuttavia anche assicurato come sul piedistallo alloggiasse sì un prototipo, ma un prototipo ''quasi uguale al mini-SUV elettrico di produzione''. E in fin dei conti, molto probabilmente, non mentiva. Confronta, sfogliando la gallery, i disegni in bianco e nero con le immagini di Concept #1. Immagini sia di cartella, sia scattate in loco a Concept #1 in...carne ed ossa.

Smart Concept #1, IAA Mobility 2021 Smart Concept #1, IAA Mobility 2021

PATENTATA Sul web circolano ora i brevetti che Smart ha da poco depositato presso l'EUIPO, l'Ufficio dell'Unione Europea per la Proprietà Intellettuale. Ebbene, trattasi di documenti che in sostanza confermano quanto promesso dalla Casa. Dai quali, soprattutto, si comprende che cosa Smart intedesse con quel ''quasi''. Perché alcuni cambiamenti, lo Smart SUV li riceverà.

TROVA LE DIFFERENZE I più evidenti interessano il paraurti anteriore. Mentre Concept #1 adotta un'unica grande griglia chiusa, la versione di produzione avrà due aperture su ciascun lato della calandra, per l'ottimizzazione dei flussi d'aria (indispensabili anche per una full electric).

VEDI ANCHE



DETTAGLI Spostiamo ora l'attenzione sulle portiere. Il prototipo è sprovvisto di maniglie, gli specchi retrovisori sono minuscoli e incernierati alla base del montante tramite due sottili bacchette. Dalle immagini dei brevetti si evince al contrario che, una volta sul mercato, il crossover definitivo sarà equipaggiato di maniglie a filo e di specchietti di maggiore superficie, installati sulla parte metallica delle porte tramite un supporto più tradizionale.

NUMERO DI SCARPE Al posteriore, il paraurti conserva linee simili, fatta eccezione per l'incavo per la targa, di forma più regolare. Più grande lo sportello per la presa di ricarica, sempre sul lato sinistro sotto il montante C. Verosimile che anche le ruote da 21 pollici lascino posto a ruote di diametro leggermente inferiore.

METRO ALLA MANO Le dimensioni, infine, saranno identiche. Come Concept #1, il primo SUV dell'era Smart-Geely sarà lungo 4,29 metri, largo 1,91 metri e alto 1,70 metri, con un passo di 2,75 metri, particolarmente lungo grazie alla conformazione della piattaforma SEA (Sustainable Electric Architecture) del Gruppo cinese, specifica per le auto elettriche. Autonomia di 430 km, dicono.

QUI COMINCIA L'AVVENTURA La nuova vettura sarà prodotta in Cina, più precisamente nella baia di Hangzhou. È qui che i due colossi automobilistici Geely e Daimler hanno individuato il quartier generale della loro joint venture, è da qui che Smart prenderà la rincorsa per gettarsi in un segmento a lei ancora sconosciuto. Ma del quale, chissà, dal 2022 - quando verrà presentata in veste finale, per poi debuttare in concessionaria nel 2023 - potrebbe rivelarsi la sorpresa.


Pubblicato da Lorenzo Centenari, 06/10/2021
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox