Pubblicato il 10/08/20

TROFEO IN PALIO Perché d'accordo l'ibrido, pure l'elettrico, più a lungo termine. Ma Maserati è sport, passione, tradizione, rombo di tuono. Nuova Ghibli Trofeo per far assaporare il sound e i muscoli dell'ottovù anche alla ''baby'' berlina, e stuzzicare il club delle sedan ad alte prestazioni, quello capeggiato da una certa BMW M5. Quattroporte Trofeo per riportare in auge l'ammiraglia e armarla nuovamente di un motore che rispecchi il suo blasone. Levante, Ghibli, Quattroporte Trofeo: la famiglia Maserati si riunisce al piano superiore, quello dell'adrenalina. Un bel tiro per l'uscita, a breve (14 settembre, non dimenticatelo), della supersport MC20. Che avrà il V6, ma non sarà un V6 qualsiasi...

Maserati Ghibli Trofeo

OTTOVOLANTE Proprio come il SUV Levante, cuore di Ghibli e Quattroporte Trofeo è dunque il propulsore V8 Twin Turbo da 3,8 litri prodotto a Maranello con Ferrari. Potenza di 580 cv a 6.250 giri/minuto, coppia massima di 730 Nm a 5.250 giri/minuto. Se per Ghibli è una novità assoluta, la motorizzazione V8 è invece già stata utilizzata in passato su Quattroporte GTS, nella versione da 530 cv. Sta di fatto che Ghibli e Quattroporte Trofeo possono vantare il primato di berline Maserati più veloci di sempre326 km/h di velocità massima. Il breve video in gallery trasmette brividi.

DI CORSA Come Levante Trofeo, anche le nuove Ghibli e Quattroporte Trofeo hanno poi in dotazione il sistema di controllo integrato del veicolo (IVC), per un setup specifico che garantisce una dinamica di guida più sportiva e una maggior sicurezza attiva. Ecco che sul tunnel appare allora il pulsante ''Corsa''per il settaggio di uno stile ancora più aggressivo. Presente pure il Launch Control, per sprigionare tutta la potenza del motore in partenza da fermo.

Maserati Quattroporte Trofeo

IL DESIGN La firma è il suono del motore, il testo è invece l'aspetto esteriore. Maserati Ghibli e Quattroporte Trofeo trascinano con sé anche Levante Trofeo: per tutta la ''collection'', calandra con doppi listelli verticali in finitura Black Piano, fibra di carbonio per mostrine delle prese d’aria anteriori ed estrattore posteriore, inoltre dettagli di colore rosso a caratterizzare i profili inferiori delle prese d’aria laterali e la saetta sul logo del Tridente sui montanti posteriori. Significativi gli interventi anche alla parte posteriore, dove è stata completamente ridisegnata la fanaleria, con un profilo che riprende il concetto di un boomerang, ispirato alla 3200 GT e al concept Alfieri. Nel caso di Ghibli Trofeo, ridisegnato anche il cofano motore: due grintose prese d’aria per assicurare un miglior raffreddamento. Ghibli e Quattroporte Trofeo con cerchi Orione in alluminio da 21 pollici, Levante Trofeo con cerchi da 22 pollici.

GLI INTERNI La caratterizzazione Trofeo si trova anche in abitacolo, con un nuovo quadro di bordo che all’accensione si presenta con un’interfaccia dedicata, mentre sui poggiatesta spicca il logo con scritta Trofeo a effetto tridimensionale. Esclusività che interessa anche i rivestimenti interni in pelle naturale Pieno Fiore.

Maserati Trofeo collection, un V8 per volare

TECNOLOGIA Lo schermo multimediale del sistema MIA (Maserati Intelligent Assistant) aumenta la risoluzione e le dimensioni: 10,1 pollici sia su Ghibli Trofeo che su Quattroporte Trofeo, mentre Levante continua ad avere il display da 8,4 pollici, ma con  risoluzione e grafica migliorate. E grazie al programma Maserati Connect, la Trofeo collection è sempre connessa. Debutta infine l'Active Driving Assist per la funzione di guida assistita su strade urbane ed extra urbane. Anche se l'habitat nativo è quello della pista.


TAGS: maserati berline sportive maserati ghibli trofeo maserati quattroporte trofeo