Autore:
Lorenzo Centenari

SORPRESE SOTTO L'OMBRELLONE Non le aspettavamo prima del Salone di Parigi, invece Audi coglie in contropiede anche gli addetti ai lavori. E con un paio di mesi di anticipo, getta in pasto al proprio pubblico il restyling di TT e TTS, sia in formato Coupé, sia in carrozzeria Roadster. Nata nel 2014, la TT di terza generazione era dopotutto attesa da un tagliando di metà ciclo vita. Appuntamento in concessionaria entro la fine del 2018. Per ora, sfogliamo insieme la gallery fotografica.

GEMELLE DIVERSE Cosa cambia, dunque, per l'iconica "2+2" dei Quattro Anelli? Poco, a prima vista. Molto di più, se si approfondisce il discorso. Sotto il profilo estetico, Audi TT e TTS 2019 somigliano in larga parte all'edizione oggi in commercio. La griglia single frame acquista un aggressivo effetto tridimensionale, mentre sin dalla versione di ingresso le prese d'aria anteriori aumentano la propria superficie. Vagamente più affilati i solchi che attraversano per il largo il paraurti posteriore, mentre sulla fiancata il bocchettone del serbatoio continua a fare il verso alle vetture da competizione, escludendo cioè il classico coperchio.

CATALOGO ACCESSORI Optional di lusso sono come sempre i fari LED o Matrix LED, oltre agli scenografici indicatori di direzione dinamici. Tre nuove tinte: Blu Cosmos, Arancione Impulse, Turbo Blue (TTS e TT S line). Un capitolo a parte merita poi il pacchetto S line exterior, prerogativa di Audi TT S line competition: splitter anteriore, prese d'aria verticali e griglia radiatore in Nero Titanio, listelli sottoporta con inserti dedicati, estrattore amplificato e sfoghi d'aria all'altezza dei passaruota.

PRENDILA MORBIDA Non tradisce il proprio heritage nemmeno Audi TT Roadster: capote nera o grigia sempre in tessuto, dal peso di soli 39 kg e dall'azionamento elettroattuato. Apertura e chiusura in 10 secondi netti, fino a una velocità di 50 km/h.

NAVICELLA SPAZIALE Tecnologia digitale a go-go per l'abitacolo: il layout non cambia di una virgola, Audi Virtual Cockpit incluso. Il sistema di infotainment MMI plus si arricchisce semmai di alcune funzioni come il riconoscimento del linguaggio naturale per i comandi vocali e le proprietà di zoom del touchpad sul tunnel centrale. Per una plancia di comando che nulla ha più davvero da invidiare a quella di un'ammiraglia.

MASSE MUSCOLARI Vogliamo infine parlare di motori? Ne varrebbe la pena, dal momento che sia il 1.8 turbo (nome in codice 40 TFSI), sia il turbo benzina da 2 litri (45 TFSI) hanno sudato in palestra e guadagnato rispettivamente 18 cv (197 cv) e 15 cv (245 cv). Piccolo upgrade anche per il 2.0 TFSI di nuova Audi TTS: la stessa identica potenza di prima (306 cv), ma uno scatto sullo 0-100 km/h migliore di un decimo (4,5 secondi la Coupé, 4,8 secondi la Roadster). Che non sia merito della spaziatura più corta delle marce inferiori, sia del cambio manuale a 6 rapporti, sia dell'automatico doppia frizione a 7 marce S tronic, di serie su TTS come anche trazione integrale quattro e controlli dinamici Audi drive select.

HAPPY BIRTHDAY TT Audi non fa per il momento alcun accenno a un'eventuale nuova TT RS. Per il ventesimo anniversario dal debutto della prima generazione, a Ingolstadt hanno invece confezionato una special edition, TT "20 years", che verrà tirata in soli 999 esemplari. Pelle Nappa in marrone mocassino con cuciture a contrasto, targhetta con numerazione progressiva, scarichi in acciaio inox dal design specifico. Una TT da collezione per festeggiare un ventennio di successi.


TAGS: audi tt audi audi tt roadster restyling audi tt 2018