Pubblicato il 04/09/20

NUOVA RANGE ROVER 2021 LA REGINA STA TORNANDO

SPORT UTILITY FIRST CLASS Jaguar Land Rover mette nel mirino le rivali di sempre e intende ribadire la sua supremazia nel segmento dei SUV di lusso, dove ha vissuto anni di dominio con la Range Rover. La concorrenza di Bentley Bentayga, Rolls-Royce Cullinan e di altri modelli come la BMW X7 o la Mercedes GLS, è diventata forte e il compito della Casa di Gaydon con la Range Rover di quinta generazione è quello di creare un veicolo che superi nuovamente tutti questi concorrenti. Tenterà di farlo utilizzando non solo il suo patrimonio storico, ma anche i progressi tecnologici in propulsori, sistemi di guida autonomi e infotainment. Dopo le prime indiscrezioni e le immagini dei prototipi che vedete a corredo di questo articolo, c'è la conferna che il lussuoso SUV inglese arriverà nel 2021.

IL NUOVO DESIGN 

Nuova Range Rover: sarà così lo stile del posteriore?

STILE EVOLUTO NELLA CONTINUITÀ La Range Rover Mk5, non è più un segreto, evolverà in maniera significativa il suo design, pur restando fedele a dei concetti cardine, propri della Casa. Le forme squadrate che tanto la definiscono resteranno, ma il frontale e la coda assumeranno un nuovo aspetto grazie all’inedito stile dei proiettori full LED e a diversi altri accorgimenti. Davanti, una calandra imponente ma più sagomata e dietro, il portellone con la ribaltina, cambieranno un po’ per regalare maggiore equilibrio al design. Equilibrio che resta nel profilo, nonostante un padiglione altissimo e lungo, che ha il compito di tenere insieme senza perdere bilanciamento la porzione anteriore e quella posteriore. Troveremo una silhouette più larga, più bassa e più aerodinamica, un parabrezza più inclinato. Questa volta, la versione a passo lungo sarà parte integrante del progetto, con portiere posteriori e finestrini su misura e una linea del tetto più inclinata. In sostanza, la nuova Range avrà il compito di incarnare la raffinatezza del classico 4x4 britannico di fascia alta: una miscela senza tempo di stile, sostanza, maestria e comfort. Buone notizie per gli amanti della lussuosa 4x4, anche se fino a oggi l’abbiamo potuta vedere con un vestito mimetico, che ce la mostra meno estroversa della Velar, ma altrettanto elegante. Gerry McGovern, capo del design di Land Rover, ha dichiarato ai colleghi della stampa inglese che in JLR stanno già definendo la visione per i tre SUV più grandi, spiegando come si svilupperanno Range Rover, Sport e Velar: “Di questo trio, la Velar è chiaramente il modello più moderno e avanzato”, ha detto. Gli altri due si evolveranno in direzioni diverse. La prossima Sport sarà ancora più grossa, più audace, più aggressiva. La Range Rover, d'altra parte, diventerà ancora più elegante, levigata e sexy. Le proporzioni devono essere più contemporanee, ma il messaggio che trasmette rimane lo stesso: raffinatezza senza eccessi”.

GLI INTERNI

ANCHE QUI, OPULENZA SENZA ECCESSI Allo stesso tempo, la prossima Range Rover sarà più confortevole che mai, offrendo più spazio a bordo rispetto alla precedente generazione. E dove tutto sarà rivolto al benessere dei passeggeri. La plancia sarà riprogettata per ospitare i nuovi display ad alta risoluzione del sistema multimediale da dove si potranno gestire tutte le funzioni dell'auto. Troveremo sedili regolabili elettricamente, con funzione di massaggio e climatizzati su tutti i lati. Non dovesse bastare, ci sarà anche il riscaldamento della superficie dei pannelli porta e di entrambi i braccioli. L'obiettivo adesso è il lusso sostenibile, ma con una svolta: cioè mantenere quel senso di opulenza che gli acquirenti si aspettano da un'auto del genere, ma senza il ''senso di colpa'' che viene di pari passo con tutti quei metri quadrati di pelle naturale, legname abbattuto a tonnellate e vistosi eccessi. I rivestimenti, infatti, potrebbero utilizzare materiale ecologico, ma questa ipotesi deve essere confermata.

L'INEDITA PIATTAFORMA

Nuova Range Rover: SUV costruito su una piattaforma modulabile

CON MLA UN'ARCHITETTURA MODULABILE Land Rover ha già rivelato che la prossima Range Rover, insieme alla prossima Range Rover Sport, utilizzerà una nuovissima architettura ad alto contenuto di alluminio, che sarà significativamente più leggera della piattaforma D7u del modello attuale e la più leggera di tutte le piattaforme Jaguar Land Rover. Chiamata Modular Longitudinal Architecture (MLA), verrà utilizzata su tutti i futuri modelli Jaguar Land Rover di differenti misure, dalla Jaguar XE alla Range Rover e sarà integrata dalla piattaforma MTA (T per motori montati trasversalmente) dedicata ai modelli di fascia più bassa. Poiché sarà adattabile a modelli di misure differenti, la piattaforma MLA è disponibile in tre versioni, che potemmo definire come ''piccola'' (prossima Jaguar i-Pace), ''media'' (imminente SUV di punta Jaguar J-Pace) e ''grande'' (Range Rover). La sua l'ampia adattabilità ne consente l'utilizzo per autovetture, crossover, fino ai SUV 4x4. Tornando alla nuova Range Rover, ricordiamo che il risparmio di peso di MLA è fondamentale per equilibrare l’aggravio di chili dei pacchi batteria per modelli elettrici e ibridi, oltre a tutta la nuova tecnologia e alle motorizzazioni per cui questa piattaforma è stata progettata. Ma non ci saranno significative differenze in termini di dimensioni rispetto a oggi, la prossima Range Rover, nome in codice L460, sarà molto simile al SUV attuale, che è lungo 4.999 mm, largo 1.983 mm e alto 1.920 mm, con un passo di 2.922 mm. La Bentley è appena più grande, ma un po’ più bassa.

I MOTORI

Nuova Range Rover: tutti i motori saranno elettrificati

DIFFERENTI MOTORIZZAZIONI IN GAMMA La leggera elettrificazione sarà standard su tutta la gamma, ad eccezione dei due veicoli elettrici ibridi plug-in (PHEV). Attualmente ci sono diesel V6 da 3,0 litri e V8 da 4,4 litri e V8 sovralimentati da 5,0 litri e V6 da 3,0 litri. I nuovi sei cilindri benzina e diesel Ingenium sono costruiti nello stabilimento di Wolverhampton. Sotto il cofano della nuova Range Rover, questi saranno miscelati con la tecnologia ibrido leggera a 48V per migliorare prestazioni ed economia di esercizio. Pur con tutta la nuova tecnologia elettrificata, la Range Rover di prossima generazione manterrà le sue impareggiabili doti in fuoristrada - Land Rover continua a vedere questo come un fattore chiave per differenziarsi dalla concorrenza. Mentre la Casa inglese sta aprendo la strada a una Range Rover elettrica, il nuovo modello continuerà con la tecnologia ibrida plug-in recentemente introdotta. La versione “alla spina” della piattaforma MLA prevede un asse posteriore elettrificato abbinato a un motore a benzina della famiglia Ingenium a quattro cilindri, con un’autonomia esclusivamente elettrica aumentata oltre i 50 km dell'attuale P400e. Ecco l'ipotesi di una lineup per le motorizzazioni della 4x4 di Gaydon:

  • P300 PHEV 300 CV  2,0 litri quattro cilindri in combinazione con un motore elettrico da 140 CV
  • PHEV+394 CV/550 Nm 3,0 litri sei cilindri Ingenium, batteria standard da 20 kWh, motore elettrico da 140 CV per una potenza totale di 534 CV/680 Nm di coppia
  • Mild-hybrid 3,0 litri sei cilindri da 355 CV
  • Nuovo motore diesel 3,0 litri, sei cilindri in linea mild-hybrid 80 kg più leggero del vecchio V8: D300 (296 CV/650 Nm) o D350 (345 CV/700 Nm)
  • V8 benzina 4,4 litri di origine BMW, 520 CV

LA CONNETTIVITÀ

CONNESSA E SMART PER APRIRE LA CASA Il prossimo sistema multimediale sarà una versione aggiornata del dispositivo Touch Pro Duo, che è stato visto per la prima volta a bordo della Velar l'anno scorso. Quella soluzione ha rappresentato un grande passo avanti per Land Rover, che era stata a lungo criticata per avere un sistema obsoleto rispetto ai rivali più quotati. Adesso troviamo due schermi da 10” che possono essere utilizzati contemporaneamente. La nuova ammiraglia avrà anche una versione avanzata delle cosiddette impostazioni Smart, mostrate per la prima volta su Jaguar E-Pace. Il sistema di intelligenza artificiale “impara” le abitudini degli occupanti, ad esempio la posizione dei sedili e degli specchietti o le preferenze di visualizzazione delle schermate, oltre a regolare l'aria condizionata in base alle condizioni meteorologiche. Che si tratti di attivazione vocale, premendo un pulsante o utilizzando l'app dedicata, si potranno chiedere tante informazioni all'auto: che si tratti di un consiglio (su quando e dove fare rifornimento), la pianificazione del percorso, un parcheggio (prenotato in anticipo) o un tracciato in off-road (per regolare la pressione dei pneumatici). Ma la tecnologia si evolverà ancora per offrire funzionalità come la possibilità di sbloccare la porta di casa, illuminare gli ambienti e persino accendere la TV mentre si sta tornando verso la propria abitazione connessa. Infine, è dato per certo che la futura Range Rover raggiungerà il livello più elevato di guida autonoma offerto da Jaguar Land Rover. La Casa inglese è già ben avviata con la sperimentazione di tale tecnologia nell'ambito del progetto UK Autodrive. La possibilità di raggiungere in autonomia un parcheggio libero oppure il sistema di parcheggio in automatico sono attualmente in fase di test sui prototipi della Discovery.

LA RANGE ROVER ELETTRICA

NUova Range Rover: in agenda anche una versione 100% elettrica

ARRIVERÀ MA NON SUBITO Rivali di lusso come Rolls-Royce e Lagonda, il marchio rinnovato di Aston Martin, stanno preparando modelli a zero emissioni per il lancio entro breve, confermando che può coesistere sinergia tra propulsione elettrica e automobili di grande lusso. Tuttavia, anche se la piattaforma MLA può ospitare una motorizzazione completamente elettrica, tanto come le varianti ibride benzina, diesel e plug-in, rumors dall’Inghilterra confermano che la prossima Range Rover non arriverà immediatamente in versione EV. Modello che sarà presentato più avanti, con una maggiore vocazione alle strade asfaltate piuttosto che verso l’off-road. 


TAGS: range rover land rover nuova range rover jaguar land rover range rover 2021 jlr suv range rover novità 2021