Pubblicato il 30/03/20

LA NUOVA CLASSE C STA ARRIVANDO

ANCORA TEST Dopo la monovolume a batterie EQV e la muscolosa C53 AMG, ennesimo avvistamento al freddo del Circolo Artico per la casa di Stoccarda. Si tratta ancora una volta della nuova Classe C berlina, in questa occasione immortalata anche in video. Vediamola insieme.

L'ESTETICA NON È STRAVOLTA

COME CAMBIA FUORI A livello estetico non siamo di fronte da uno stravolgimento della precedente versione. Balzano all'occhio la griglia frontale, ora un po' più ampia, e nuovi fari full LED con cornici dalla forma sottile. Ma, come vedremo, la maggioranza dei cambiamenti sono sotto il vestito.

NUOVO MOTORE, INTERNI E TANTA TECNOLOGIA

PIÙ NOVITÀ INVISIBILI Trazione posteriore e piattaforma MRA saranno lì dove li abbiamo lasciati, mentre cresce la lunghezza dell'interasse. Farà la comparsa, inizialmente solo sul motore endotermico 4 cilindri da 1.5 litri, un generatore elettrico capace di assistere l'unità tradizionale con 14 CV extra, ma soprattutto di disattivarla nelle fasi in cui si procede a velocità di crociera. Una tecnologia che farà la comparsa su questa versione ma sarà poi estesa al resto delle motorizzazioni. Dovrebbero essere in cantiere anche versioni con motorizzazione ibrida plug-in e un'autonomia, in elettrico, intorno ai 60-80 km. Molte novità anche all'interno dell'abitacolo, che dovrebbe essere profondamente rinnovato. Ci si attende un ampio display centrale che, allungandosi verso la parte inferiore della consolle, integrerà i vari comandi.

ASSISTENZA ALLA GUIDA È atteso un altro importante step in merito ai dispositivi che migliorano l'esperienza mentre si è al volante. Parliamo naturalmente dell'assistenza alla guida, che potrebbe permettere ai futuri proprietari di Classe C di guidare (o meglio, essere guidati) in autostrada fino a 130 km/h senza che ci si occupi attivamente del volante.


TAGS: mercedes novita spy mercedes classe c 2020