Autore:
Marco Rocca
PER FRANCOFORTE Avviso a tutti gli appassionati: la nuova BMW Z4 è più vicina di quanto si pensi, ma c'è un ma. Non sarà annunciata a Ginevra ma in quel di Francoforte 2018. Perché? Perché alla rassegna svizzera debutterà la Toyota Supra che con la tedesca condividerà il pianale. Poco male, l'attesa sarà ripagata dalla nuova generazione (la terza) che si rinnova da cima a fondo diventado più leggera, divertente e gustosa da guidare. Un ritorno alle origini, insomma.  
 
TETTO IN TELA Gli scatti rubati della nuova BMW Z4 ce la fanno vedere senza troppe camuffature. A occultarci la vista di come mamma l'ha fatta, solo un sottile strato di pellicola adesiva. Ecco che allora la sua silhouette viene fuori. A cominciare dal tetto che ritorna ad essere in tela e non più semi rigido come sulla generazione precendente, bene così. 
 
MENO CAZZUTA? A guardarla bene si nota come il design anticipato in maniera molto concreta dalla Z4 Concept, sia stato modificato per l'esemplare di serie. Basta osservare le prese d'aria e il doppio rene, meno voraci che sul modello presentato a Francoforte 2017. La grossa scalfatura laterale, invece, sarà uno dei segno distintivo della nuova BMW Z4 2018. Insomma sembrerebbe meno cattiva, voi che ne dite? 
 
400 CAVALLI Si partirà probabilmente da una versione base equipaggiata con un duemila turbobenzina da 180 cavalli, affiancata da una più potente da 250 cv. Si passerà poi a un sei cilindri in linea 3.0 da 335 cavalli, che, secondo le ultime indiscrezioni, negli USA arriverà a sfiorare i 400 cavalli. Tutti scaricati a terra da un cambio automatico ZF a otto rapporti, ma non è escluso che la tedesca possa offrire anche l'opzione di un cambio manuale, a differenza della "cugina" giapponese. Resta da capire se la condivisione di parti con Toyota riuscirà a contenere anche il prezzo della nuova BMW Z4.
 
 
 

TAGS: bmw z4 bmw nuova bmw z4 BMW Z4 2018 2018 bmw z4 z4