Autore:
Dario Paolo Botta

UN PROFONDO RINNOVAMENTO A quattro anni dal debutto, il SUV Audi Q7 subisce un profondo rinnovamento estetico e tecnologico. Cambia la forma ma non la sostanza, il SUV della Casa dei quattro anelli si conferma infatti ai vertici della categoria per quanto riguarda prestazioni e abitabilità. Tanti gli interventi tecnologici sulla nuova Q7, a partire dai sistemi di assistenza alla guida di ultima generazione, che permettono ai fortunati acquirenti di viaggiare in sicurezza, apprezzando la precisione e il comfort di questa massiccia ammiraglia dall’assetto rialzato. Audi Q7 sarà disponibile già a partire da luglio 2019, i prezzi non sono ancora stati resi pubblici, tuttavia, vista la serie precedente, la base della gamma potrebbe partire da circa 65.000 euro.

IL DESIGN L’estetica riprende i tratti distintivi portati al debutto su Audi Q8 coupé. L’aspetto della vettura trasmette un senso di robustezza e solidità, con forme muscolose e razionali. Il frontale è caratterizzato dall’ampia calandra ottagonale contraddistinta da sei listelli verticali cromati. Colpiscono gli inconfondibili proiettori Full-LED Matrix HD a 24 diodi di serie, che conferiscono all’anteriore un look digitale e tridimensionale grazie anche agli indicatori direzione dinamici. Le fiancate vengono rinnovate nella zona sottoporta, evidenziando ancor di più l’altezza dal suolo della nuova Q7. I passaruota pronunciati esaltano lo spirito off-road di questo nuovo SUV, che non rinuncia di certo alla sportività, come si capisce osservando il grande diffusore posteriore. Al retrotreno spicca la cornice sottile e allungata dei gruppi ottici, in aggiunta alla fascia inferiore che integra i terminali di scarico cromati e la massiccia protezione sottoscocca.

VERA AMMIRAGLIA A bordo colpiscono i due appariscenti display touch incastonati in posizione centrale da cui si comandano infotaiment e comfort vettura. Immancabile l’integrazione con le ultime versioni di Apple CarPlay e Android Auto, che sfruttano le potenzialità del sistema MMI di bordo, su cui fa la sua comparsa anche l’altoparlante Bluetooth Amazon Alexa. La strumentazione completamente digitale Virtual cockpit manda in pensione il cruscotto analogico e su richiesta può essere abbinata allo Head up display, che proietta sul parabrezza le informazioni di marcia. Ricercati i rivestimenti interni, con un’offerta che spazia dall’Alcantara alla Nappa, fino alle pregiate pelli Valcona e Cricket.

LE DOTAZIONI Come anticipato la tecnologia fa la parte del leone su questa nuova Audi Q7. L'Adaptive cruise control, abbinato al Lane assist e al Traffic jam assist, compone il Sistema di assistenza alla guida adattivo, che controlla le dinamiche di marcia longitudinali e trasversali dell’auto. Il tutto è gestito dalla centralina zFAS che monitora costantemente lo spazio circostante della vettura ed è in grado di intervenire sui comandi qualora venga rilevato un ostacolo nelle vicinanze. Il sistema di stabilizzazione antirollio attivo migliora il piacere di guida, smorzando le asperità del fondo sconnesso. Disponibile su richiesta lo sterzo integrale che accresce l’agilità della vettura, grazie anche alla servoassistenza variabile.

CUORE RUGGENTE Disponibili sulla nuova Q7 tre diverse motorizzazioni, due Diesel e un benzina, tutti equipaggiati con il sistema mild-hybrid (MHEV) da 48 volt. Le versioni a gasolio sfruttano le doti del 3 litri V6 TDI, con potenze che spaziano da 231 CV a 286 CV per la versione più grintosa e sportiveggiante. Il propulsore top di gamma resta comunque il benzina 3 litri TFSI da 340 CV e 500 Nm di coppia massima, che scatta da 0 a 100 km/h in 6 secondi per una velocità di punta autolimitata a 250 km/h. Il sistema mild-hybrid con alternatore-starter azionato a cinghia (RSG) è in grado, nella guida di tutti i giorni, di portare a un risparmo di carburante stimato in 0,7 litri ogni 100 km.


TAGS: audi allestimenti audi q7 prezzi nuova audi q7 audi q7 2019