Pubblicato il 14/04/20

IL CROSSOVER COMPATTO DI ARESE

LA SORELLA DI STELVIO Alfa Romeo Tonale è uno dei modelli del Biscione più attesi e chiacchierati. Dopo l'unveiling dello scorso anno al Salone di Ginevra, per la Casa di Arese si fa sempre più vicina l’ora della verità. Scordatevi una versione Quadrifoglio ad alte prestazioni, la linea commerciale del Gruppo punta sui volumi di vendita, sacrificando eventuali varianti corsaiole del nuovo C-SUV. Non è però da escludere che nuova Tonale possa rivaleggiare ad armi pari con le corazzate tedesche del segmento, come: BMW X1, Audi Q3 e Mercedes-Benz GLA.

PARENTE DELLA RENEGADE Nuova Tonale non si baserà sulla piattaforma Giorgio di Stelvio, ma al contrario condividerà lo stesso pianale di Jeep Renegade PHEV e Jeep Compass PHEV: la piattaforma modulare FCA Small-Wide 4x4. Tonale sarà così il primo modello del Biscione a uscire dagli stabilimenti di Pomigliano d’Arco con un powertrain ibrido.

Alfa Romeo Tonale: il 3/4 anteriore

TONALE MILD-HYBRID La versione top di gamma di nuova Alfa Romeo Tonale sarà equipaggiata con un 4 cilindri 2 litri T4 da 330 CV. A quest’ultimo verrà affiancato un motogeneratore elettrico da 48 V, per il supporto del motore termico nelle ripartenze e nelle fasi di massimo carico, insomma un classico schema Mild-hybrid (MHEV).

TONALE PLUG-IN HYBRID? Più incerta la questione plug-in (PHEV). Sebbene questo sistema ibrido, basato sul 4 cilindri benzina da 1,3 litri e da 240 CV abbinato a un motore elettrico, sia già pronto su Renegade e Compass, non ci sono ancora conferme sul fatto che questa opzione venga riproposta anche su Alfa Romeo Tonale.

E I MOTORI TRADIZIONALI? Fin qui, è bene ricordarlo, ci siamo affidati ad alcune indiscrezioni, tutte da confermare. Spingendoci oltre, nel campo delle pure speculazioni, non si può trascurare che la parentela con Renegade e Compass renderebbe ragionevole una gamma motori più articolata, che comprendesse anche altre unità già note e prive di elettrificazione. Per esempio il mille, tre cilindri bezina da 120 CV, che potrebbe permettere all'intera gamma di attaccare a prezzi più bassi.

Gli interni di Alfa Romeo Tonale

IL NODO DEI DIESEL Il grande punto interrogativo riguarda le motorizzazioni Diesel: che fine faranno gli attuali millesei e duemila Multijet da 120 e 140 CV? Difficile dirlo. È però probabile che al lancio della Tonale vedremo per prime le motorizzazioni destinate a un pubblico molto allargato, per assistere solo in seguito a un ampliamento della gamma.

DEBUTTO IMMINENTE Come anticipato, l’idea dietro al progetto Tonale resta quella di un crossover compatto votato più al comfort e al piacere di guida che alle performance. Questa scelta trova favorevoli anche i vertici di PSA. Detto ciò, i preparativi per la messa in produzione di Alfa Romeo Tonale sembrano davvero a buon punto, il C-SUV di Arese dovrebbe debuttare entro la fine del 2020, con arrivo nei concessionari previsto per i primi mesi del 2021, Coronavirus permettendo…


TAGS: alfa romeo alfa romeo tonale Alfa Romeo Tonale ibrida alfa romeo ibrida