Pubblicato il 27/05/20

RINNOVATA Nuova Mini Countryman è finalmente arrivata. Il restyling 2020 del crossover di Oxford si presenta con una serie d'interessanti novità concentrate tanto all’esterno quanto all’interno. Forte del successo riscosso negli ultimi anni, Mini Countryman cerca ora di riaffermarsi in un segmento agguerrito e ben presidiato, dove la concorrenza non fa sconti. Per affrontare al meglio la sfida, il SUV britannico debutta con modifiche ad alto tasso tecnologico: dalla strumentazione di bordo interamente digitale, fino alle nuove motorizzazioni in linea con la normativa antinquinamento Euro-6d. Ecco come cambia.

Mini Countryman 2020: 3/4 anteriore

OCCHIO AL DETTAGLIO Tanti i cambiamenti estetici all’anteriore, a partire dalla nuova calandra più regolare e pulita, con una griglia radiatore esagonale completamente riprogettata, circondata a sua volta da un telaio monopezzo cromato. Il restyling 2020 porta in dote nuovi proiettori a LED, di serie su tutte le versioni, abbinati a inediti fari fendinebbia che fungono da luci di parcheggio. I fari adattivi a LED con distribuzione della luce variabile e funzione matrix per gli abbaglianti sono invece disponibili come optional. Al posteriore spiccano invece gruppi ottici con grafica in stile Union Jack e il nuovo rivestimento del paraurti, con una grembialatura dal look sportivo. Ancora più ricca l’offerta dei colori, grazie alle nuove tinte White Silver metallizzato e Sage Green metallizzato a cui si aggiunge, su richiesta, il Piano Black Exterior. A seconda dei gusti, tetto e calotte degli specchietti possono poi essere rifiniti in nero, bianco o argento - un livello di personalizzazione che si ritrova anche per i cerchi in lega leggera disponibili in tre diverse dimensioni: 16, 17 o 19 pollici.

INTERNI SU MISURA Le novità non si esauriscono all'esterno, anche l’abitacolo è stato infatti sottoposto a un profondo restyling. Al debutto la nuova strumentazione digitale con schermo da 5”, ereditata dalla sorellina Mini Cooper SE, e il sistema d’infotainment con display centrale rinnovato da 8”. I rivestimenti si confermano al vertice della categoria, grazie all’impiego di materiali pregiati disponibili in differenti combinazioni cromatiche. Fra le alternative per il rivestimento dei sedili: le varianti in pelle Chester Indigo Blue e Chester Malt Brown, aggiunte solo di recente. Come se non bastasse, su richiesta è possibile ottenere una nuova versione dell’esclusivo Mini Yours Interior Style, che aumenta ulteriormente le opzioni di personalizzazioni dell’abitacolo.

Mini Countryman 2020: gli interni

MOTORI EURO 6D I nuovi propulsori che equipaggiano Mini Countryman garantiscono il giusto compromesso fra performance e rispetto dei vincoli sulle emissioni. Tutti i motori disponibili per il restyling 2020 sono infatti conformi alla normativa antinquinamento Euro 6d. Le novità più interessanti riguardano l’introduzione del filtro antiparticolato per motori a benzina e del catalizzatore SCR con iniezione AdBlue per i motori Diesel. L’offerta Mini è composta dal turbo benzina 1.5 litri 3 cilindri e 2 litri quattro cilindri, affiancato dai Diesel d’identica cubatura e frazionamento. Last but not least, il powertrain plug-in hybrid di Mini Cooper SE Countryman ALL4. Quest’ultimo si avvale di un motore da 1,5 litri benzina da 220 CV, abbinato a un'unità elettrica eDrive con cambio automatico Steptronic 6 marce. La batteria è di 9,6 kWh e consente di viaggiare a zero emissioni per una sessantina di chilometri. Nuova Mini Countryman è disponibile in undici diverse varianti, prezzo e data d’arrivo in Italia verrano comunicati a breve.


TAGS: mini mini countryman mini countryman restyling mini countryman 2020