Autore:
La Redazione

MOTORE PIÙ POTENTE Partiamo subito dalla novità più succosa per gli amanti delle Mercedes-Benz GLC AMG Suv e Coupé, cioè il trattamento anabolizzante ricevuto dal V6 biturbo 3,0 litri, già di per sé bello carico di CV e Nm. I tecnici di Affalterbach hanno messo mano alla CPU del bombardone tedesco e, grazie alle correzioni del software, hanno tirato fuori altri 23 CV dal motore V6 di 60°, per un totale di 390 CV erogati a 5.500 giri/min., fermo restando i 520 Nm di coppia motrice tra 2.500 e 4.500 giri/min. La trasmissione alle quattro ruote – con ripartizione della motricità al 31% sull’asse anteriore e al 69% su quello posteriore – resta affidata a un cambio automatico con convertitore di coppia a 9 rapporti Speedshift TCT AMG.

CINQUE DRIVE MODES Il guidatore può scegliere fra cinque differenti modalità di guida: Slippery (per gli amanti dei traversi…), Comfort, Sport, Sport + e Individual, selezionabili tramite il sistema di gestione AMG Dynamics. Oltre a modificare differenti parametri per l'acceleratore e il cambio, varia anche la risposta dello sterzo e la taratura delle sospensioni pneumatiche adattive. L’incremento di potenza non ha portato a un miglioramento delle prestazioni su strada, che vedono le nuove GLC 43 4Matic AMG fissare lo 0-100 km/h in 4,9 secondi per una velocità massima autolimitata di 250 km/h. Nonostante tali prestazioni, il consumo dichiarato nel ciclo misto è fissato a un rispettabile 10,6 litri/100 km (9,4 km/kitro) con un valore di emissioni di CO2 pari a 242 g/km.

LIFTING ALLA CARROZZERIA Le nuove Mercedes GLC 4Matic AMG e GLC 4Matic Coupé AMG sono state oggetto di un leggero restyling come tutto il resto della gamma GLC. Per il 2019, la carrozzeria è stata rivista sotto diversi aspetti, rendendola più attuale per mantenere coerente lo stile con i modelli AMG più recenti. L’effetto lifting è originato a partire dalla nuova calandra, che è più ampia e con listelli verticali cromati. L’avantreno è definito anche dalla nuova grafica dei fari a led, mentre i paraurti anteriore e posteriore hanno un rinnovato profilo. Le Mercedes GLC AMG montano anche cerchi in lega leggera di nuovo disegno, dal diametro variabile fra 19 e 21 pollici. Posteriormente, compaiono due tubi di scarico per lato, tipici AMG e l’estrattore alla base del fascione paraurti.

CAMBIA ANCHE DENTRO L’aggiornamento dell’abitacolo è focalizzato su una maggiore ergonomia complessiva è una più funzionale connessione fra guidatore, passeggeri e vettura. L’elemento di maggiore differenza col passato è il doppio schermo ad alta risoluzione – da 12,3” e 10,25” – racchiuso in un’unica cornice, al posto della strumentazione analogica del passato. Da qui si possono visualizzare e gestire tutti i servizi di bordo grazie all’adozione del sistema operativo MBUX di Mercedes-Benz, che consente di far funzionare l’infotainment tramite un nuovo touchpad collocato nel tunnel centrale oppure con i pulsanti a sfioramento sul volante, che replicano alcune delle funzioni del touchpad. Lascia perplessi il fatto che, nonostante l'aggiornamento, l’infotainment della GLC43 4Matic AMG e della GLC43 4Matic Coupé continui a funzionare senza il controllo touchscreen, come avviene sulle concorrenti. Mercedes-Benz non ha ancora diramato né il listino ufficiale, né la data di inizio vendita delle due mid-size Suv sportive.


TAGS: mercedes-benz mercedes amg mercedes amg mercedes glc coupé mercedes glc mercedes glc amg mercedes glc coupé amg listino mercedes foto mercedes glc foto mercedes glc amg foto mercedes glc amg coupé