Anteprima:

Jaguar XKR-S


Avatar Redazionale , il 18/03/08

13 anni fa - Sportiva per pochi

Nera e cattiva. Brutta, però, no. E' così la nuova punta di diamante della gamma XK, che si propone in tiratura limitata con un assetto e un look più sportivi che mai. Cresce la velocità massima, grazie a una centralina più permissiva.

PER POCHI Solo duecento esemplari, esclusivamente per l'Europa, con la guida a destra oppure a sinistra. E' questa la tiratura decisa dalla Jaguar per la sua ultima novità, presentata in pompa magna a Ginevra. Si tratta della XKR-S, versione che va a rifare la punta alla gamma della XK raggiungendo livelli di sportività mai più toccati dai tempi della XJ220. Il tutto mantenendo però un certo aplomb e senza scadere mai nell'eccesso: noblesse oblige...

ABITO SCURO La XKR-S è proposta nella livrea Ultimate Black, con mascherina a rete a sua volta nera. Delle stesso colore sono anche il tagliente spoiler anteriore, le minigonne più pronunciate del solito e l'alettoncino che orna la coda. A distinguere la S dalle "normali" XKR ci sono inoltre il paraurti posteriore che incorpora il diffusore e i cerchi Vortex in lega d'alluminio da 20", che calzano pneumatici Pirelli PZero 255/35 all'anteriore e 295/30 al posteriore.

VEDI ANCHE



A BRIGLIA SCIOLTA Alle spalle delle 14 razze fanno capolino, dipinte di rosso, le pinze freno monoblocco a sei pistoncini dell'impianto Alcor R Performance, che comprende anche dischi da400 mm davanti e da 350 mm dietro, sempre e comunque autoventilanti. La presenza di un impianto potenziato si giustifica con la decisione della Jaguar di dare briglia sciolta ai 416 cavalli del V8 4.2 sovralimentato. Contrariamente alla prassi, la centralina non taglia i viveri al motore raggiunti i 250 km/h e diventa più permissiva, consentendo di raggiungere i 280.

FA LA DURA La piccole modifiche all'elettronica, necessarie per accordare i parametri del motore al nuovo scarico baritonale non portano invece a miglioramenti sul fronte dell'accelerazione, con la pratica 0-100 che viene sbrigata in 5,2 secondi come con la XKR vulgaris. Si tratta comunque già di un tempo di tutto rispetto, ottenuto grazie anche al buon lavoro del cambio automatico a sei marce con funzione manuale Jaguar Sequential Shift. Oltre ai freni, anche l'assetto è rivisto sul rigido per essere all'altezza delle maggiori prestazioni e per garantire un maggior feeling nella guida. Nuove sono le molle e le barre antirollio e inedito è pure il settaggio del CATS, sigla che, al di là delle facili ironie, sta per Computer Active Technology Suspension. Per non essere da meno, lo sterzo diventa più pronto e diretto.

DI TUTTO, DI PIU' L'abitacolo si presenta a sua voltapiù raffinato ed esclusivo, con il nero che la fa di nuovo da padrone. La pelle, vezzosamente ornata da doppie cuciture avorio, ricopre la plancia, la consolle centrale, i pannelli portiera e, ovviamente, isedili. Questi ultimi sono a regolazione elettrica con memoria, una delle perle di una dotazione di serie davvero completa. Ne fanno parte tra le altre cose la chiave elettronica, i fari adattivi bixeno, il navigatore satellitare e uno stereo Bowers and Wilkins Premium Sound da 525W.

SCARICA I WALLPAPER



























Pubblicato da Paolo Sardi, 18/03/2008
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox