News

Hyundai Santa Fe 2006


Avatar di Mario Cornicchia , il 23/11/05

15 anni fa - Meno originale ma più piaciona

Meno originale ma più piaciona, perde la bocca da luccio per uno stile più pulito e più adatto a piacere a tutti. È anche più grande, così lei e la sorella Tucson non si fanno le scarpe a vicenda.

BELLEZZA SPECCHIATA Cambio radicale per la seconda serie della Santa Fe, presentata in pompa magna all'Hotel Grand Hyatt di Seul. Lo stile diventa più europeo e meno stravagante. La grande bocca da luccio della prima serie lascia il posto a una calandra trapezoidale, affiancata da grandi fari tirati all'indietro. Nelle foto sembra un po' la sorella maggiore della Subaru Forester,vista allo specchio: la base del trapezio e il motivo dei fari, con lafreccia a tutta larghezza, sono invertiti rispetto alla Forester.

MANIGLIA GRASSA I parafanghi larghi e morbidi invitano ad avventure in terre lontane e la fiancata propone la linea a cuneo dei vetri, trucco collaudato per garantire il giusto impatto sportivo. La coda è morbida e moderna,con grandi luci oblique e l'unico ricordo della prima Santa Fe, lagrassa maniglia per aprire il portellone a destra del portatarga. Dimenticate, invece, le grandi cerniere a vista sul lunotto, sparizione che lascia pensare a un lunotto non apribile.

UNA FILA INEDITA Più lunga di 17,5 centimetri (da 450 a 468cm) più larga di 5,5 e più alta di 5, la nuova Santa Fe si prepara ad accogliere famiglie numerose sulle tre file di sedili, tutte protette dall'airbag a tendina. L'ultima fila, inedita per Santa Fe, è divisa in due e ripiegabile sotto il piano di carico: per l'Italia sarà disponibile anche una versione a cinque posti.

PIU' ELEGANTE Anche lo stile dell'abitacolo cambia, più importante e meno sportivo, con sedili più imbottiti e con una consolle centrale bombata che pare non appoggiare al tunnel centrale e ha come cappello un comodo vano portaoggetti chiuso. Pronta per la prima mondiale al NAIAS 2006, il prossimo Salone di Detroit, e per la prima europea al Salon de l'Automobile di Ginevra della prossima primavera, la Santa Fe si propone con due soluzioni per i motori, il 2.7 V6 a benzina da 189 cavalli con cambio automatico a quattro marce e il turbodiesel 2.2 CRDi con turbina a geometria variabile VGT da 150 cavalli, con cambio manuale di serie e automatico a richiesta.

A PRIMAVERA Disponibile in Korea anche con trazione a due ruote motrici, ma per l'Italia, in vendita dalla prossima primavera, sarà disponibile soltanto con trazione integrale, come l'attuale Santa Fe. Il prezzo d'attacco a Seul è di 24 milioni di won, circa 19.000 euro. In Italia non si sa ancora.


Pubblicato da M.A. Corniche, 23/11/2005
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox