Autore:
Emanuele Colombo

LA NUOVA SCOPERTA Non abbiamo ancora smaltito la sbornia di emozioni per la vittoria di Leclerc al GP di Monza e della prova a Fiorano della Ferrari F8 Tributo (per il video cliccate qui) che a Maranello stappano un'altra bottiglia, per festeggiare l'arrivo di un'altra meraviglia: la nuova Ferrari F8 Spider. “È meno estrema della 488 Pista Spider”, dice Ferrari, “ma è più sportiva della 488 Spider, che va a sostituire”. E se molto della nuova scoperta trae spunto dalla berlinetta F8 Tributo, il progetto Ferrari F8 Spider “è totalmente indipendente e nasce in parallelo, attorno al tetto rigido ripiegabile RHT (Retractable Hard Top)”.

SALTO GENERAZIONALE Rispetto alla 488 Spider, la F8 Spider ha 50 CV e 10 Nm in più, grazie alla nuova linea d’aspirazione derivata dalla 488 Challenge; è più leggera di 20 kg; beneficia di un significativo incremento dell’efficienza aerodinamica e della nuova versione del Side Slip Angle Control in versione 6.1. Rispetto alla più estrema 488 Pista, la F8 Spider risulta più pesante di appena 20 kg. Lo studio aerodinamico si è concentrato sulla riprogettazione della geometria delle canalizzazioni per la dissipazione dell’aria calda: una conseguenza dei radiatori anteriori ora montati con inclinazione invertita. Il risultato è un miglioramento dell’efficienza globale della vettura del 10%.

LA SCHEDA TECNICA Il motore 8 cilindri da 3.902 cc – il più premiato di sempre nella sua categoria, riconosciuto come miglior propulsore degli ultimi 20 anni – eroga 720 CV a 8.000 giri/minuto, ha una potenza specifica di 185 CV/l e la sua coppia massima raggiunge un picco di 770 Nm a 3.250 giri/minuto. “Eroga la potenza in maniera istantanea, senza turbo lag, mantenendo il caratteristico sound grazie anche a un inedito sistema di scarico”, dicono i tecnici Ferrari.

HA IL FILTRO ANTI PARTICOLATO Rispetto a quello della 488 Spider, il motore aggiornato dimagrisce di 18 kg ed è molto più reattivo: “la riduzione del peso delle masse rotanti permette una diminuzione dell’inerzia del 17%”, spiegano i tecnici Ferrari. Lo scarico fabbricato in Inconel contribuisce per 9,7 kg al contenimento delle masse e integra il filtro anti particolato nel rispetto delle ultime norme di omologazione.

ELETTRONICA AGGIORNATA Maggiori prestazioni, dunque, e maggiori emozioni: accompagnate però da una maggiore fruibilità e facilità di guida, come sempre accade con i recenti modelli del Cavallino. Ciò si deve al travaso di competenze dal mondo delle corse e all'affinamento delle tecnologie di controllo della dinamica del veicolo. Tra queste, l’estensione del sistema di controllo Ferrari Dynamic Enhancer Plus (FDE+) alla posizione Race del Manettino, che favorisce, secondo la Casa, la facilità e la confidenza nella guida al limite.

TAGLIO NETTO Non basta. In acccelerazione interviene l'Adaptive Performance Launch, che ottimizza la coppia trasmessa in funzione dell'aderenza disponibile, e il limitatore di giri agisce ora in maniera secca al regime massimo di 8.000 giri. Nessun taglio graduale, insomma, con quello che Ferrari chiama Wall Effect e che permette di avere l'erogazione più favorevole nell'uso estremo. Confermata la strategia Variable Torque Management in funzione delle marce: tutte le marce raggiungono la coppia massima ad alti giri, per una sensazione di allungo continuo fino alla zona rossa del contagiri.

IL NUOVO DESIGN Il nuovo design ha nel tetto rigido ripiegabile RAT (Retractable Hard Top) il suo elemento fondamentale. Visivamente “sposta la linea di separazione fra corpo vettura e tetto dal punto di cintura in corrispondenza della spalla degli occupanti, come normalmente avviene, a sopra il montante. In questo modo il tetto diventa un oggetto di spessore contenuto e a sviluppo prevalentemente bidimensionale, che è possibile suddividere in due parti da alloggiare soprala parte anteriore del motore”, spiega Ferrari. Il tetto impiega 14 secondi per abbassarsi o alzarsi e può compiere l'operazione con l'auto in movimento, fino a una velocità di 45 km/h.

GLI INTERNI Gli interni della nuova Ferrari F8 Spider (qui il video) mantengono il classico stile delle 8 cilindri a motore centrale-posteriore, con i comandi disposti sul volante e un nuovo design per volante e sedili. Alluminio e carbonio impreziosiscono la plancia, alleggerendone l'impatto visivo. Non manca, a richiesta, un display touch da 7 pollici per il passeggero. Vuoi mai che voglia verificare di persona la velocità massima di 340 km/h o che lo sprint da 0 a 100 km/h si compie in 2,9 secondi, proprio come dichiarato... Quanto costa la nuova Ferrari F8 Spider? Quest'ultimo interrogativo verrà svelato entro poche ore: tornate a trovarci per gli ultimi aggiornamenti del caso.


TAGS: ferrari ferrari f8 ferrari f8 spider