Mobilità del futuro

Citroen Skate concept, un guscio autonomo contro lo stress da città


Avatar di Lorenzo Centenari , il 29/09/21

3 settimane fa - Come funziona la nuova piattaforma a guida autonoma del Double Chevron

Citroen, Accor, JCDecaux, uguale "The Urban Collëctif". Una piattaforma a guida autonoma, infiniti possibili "Pod". Come funziona

Mobilità ecosostenibile, sicura, spensierata. Uguale mobiità…egoista? Tutto il contrario. Significa spostarsi insieme, spostarsi bene. Semmai, spostarsi...strano. Dall’incontro tra Citroen, Accor e JCDecaux, ecco ''The Urban Collëctif'': tre grandi nomi della genialità e del buon gusto tutti francesi, tre saporitissimi piatti da condire a proprio piacimento e che, chissà, un giorno assaggeremo pure noi italiani. Di che si sta parlando? Guarda anche la video dimostrazione.


PREMESSA

La città del futuro? Un posto eccezionale, pieno zeppo di opportunità, servizi, luoghi di divertimento e di relax, ma anche pieno zeppo di…automobili. E a decongestionare il traffico, a nulla servirebbe convertire il parco auto universale in maxi flotta di auto elettriche. La soluzione allora è l’auto elettrica, ma anche intelligente e a guida autonoma. Ok, ma resta un altro punto da risolvere, quello dei costi, dell'accessibilità a tutti. Elettrica, autonoma, condivisa: ecco la formula magica. Aggiungici la ciliegina sulla torta delle corsie preferenziali, e muoversi da un capo all’altro della metropoli diventa un gioco. Condivisa, sì, ma per davvero...

Mobilità urbana del futuro, per tutti: quale paradigma? Mobilità urbana del futuro, per tutti: quale paradigma?

ALLIÈS The Urban Collectif dunque la suite di proposte nate dalla speciale partnership multidisciplinare tra Citroën, un marchio che non necessita di presentazioni, il Gruppo alberghiero Accor, tramite i brand Sofitel e Pullman, inoltre JCDecaux, società leader in comunicazione e arredo urbano pubblicitario. Il concetto è quello di una soluzione open source, nominata Citroën Autonomous Mobility Vision, che si fonda su una piattaforma elettrica espressamente progettata per veicoli senza conducente, il cosiddetto Citroen Skate. Pianale sul quale poi appoggiare una sovrastruttura, un guscio, un ''Pod'', differente a seconda del servizio e delle necessità. Ecco tre esempi: Sofitel En Voyage, la quintessenza dell’ospitalità, Pullman Power Fitness, la palestra in movimento, e JCDecaux City Provider, carrozza chic, minimalista, hi-tech .

SOFITEL EN VOYAGE

Sofitel En Voyage, dei tre, il Pod che meglio riflette l'eleganza e l'art de vivre parigini. Un modo per vivere l'esperienza di un soggiorno in un hotel a cinque stelle, ma su quattro ruote e senza autista.

Sofitel En Voyage Sofitel En Voyage

VEDI ANCHE



CHAMPAGNE? En Voyage consiste in uno squisito parallelepipedo di vetro e intarsio in legno, modernizzato grazie a tecnologie di taglio laser ad alta precisione. Dotato di porte scorrevoli automatiche in vetro, il Pod consente a due o tre passeggeri di sedersi in tutta comodità su soffici divanetti, coi propri bagagli in uno scompartimento dedicato. Al tatto, un minibar si apre come un fiore. E mentre stuzzichi uno snack o sorseggi una bevanda, grazie al tablet touchscreen puoi persino effettuare una chiamata in videoconferenza. Metti che vuoi contattare il Concierge Sofitel, ad esempio per prenotare un ristorante o un teatro. Che classe.

PULLMAN POWER FITNESS

Pullman Power Fitness Pod il secondo prototipo nato dalla partnership tra Accor e Citroën, una avveniristica capsula che riflette proprio l’attenzione di Pullman Hotels & Resorts per l’attività fisica. Power Fitness è esattamente il nome del programma ''high performance'' che coinvolge la community di ospiti di Pullman: lezioni  24 ore su 24, tecnologia integrata e un ambiente divertente ed elegante.  Pullman Power Fitness Pod quindi come prolungamento della classica palestra, un posticino dove continuare ad allenarsi anche una volta abbandonato l'hotel. Il vogatore da un lato, la cyclette per braccia sul lato opposto.

Pullman Power Fitness Pod Pullman Power Fitness Pod

VOGA DI SPINTA La concept consiste in un'insolita bolla di vetro che incorpora i tradizionali motivi e le grafiche cromatiche di Pullman, insieme a sfumature iridescenti di blu, viola, rosa e verde. La privacy del passeggero/atleta è quindi super tutelata, pur mantenendo la visuale verso l'esterno. Un'atmosfera volutamente futuristica che simboleggia la simbiosi tra sport, musica e luce. Non manca infatti anche un sistema audio e luci, personalizzabile su tre modalità, in base all'esercizio. La pigrizia fa capolino? Sullo schermo olografico, a incoraggiarti arriva l’allenatore digitale. Se non bastasse, l’attività fisica all'interno del pod contribuisce (almeno in parte) a ricaricare le batterie della vettura.

JCDECAUX CITY PROVIDER

Gli arredi urbani JCDecaux il riferimento a livello mondiale in termini di innovazione, qualità, estetica e funzionalità. Con City Provider Pod, JCDecaux rimane fedele alla sua strategia: semplicemente, la declina in chiave spostamento. E il risultato mette buonumore.

JCDecaux City Provider Pod JCDecaux City Provider Pod

COUPÉ/CABRIOLET La cabina rispecchia una soluzione di trasporto urbano tanto essenziale, quanto raffinata. Innanzitutto, salire a bordo risulta facile a passeggeri con bagagli, a genitori con passeggino al seguito, a persone in sedia a rotelle, da soli o accompagnati. Un programma di intelligenza artificiale assicura poi il ​​miglior percorso tra il punto di partenza e la destinazione. JCDecaux City Provider un concept dal design sobrio e funzionale. Fino a cinque persone possono essere accolte a bordo e viaggiare in un ambiente comodo e luminoso, all'aperto o al coperto di una tettoia, con tanto di giardino pensile, che al panorama cittadino male non fa. Cabina equipaggiata di prese USB e schermi interattivi per l’accesso a servizi utili per pianificare e tracciare i viaggi e ottenere informazioni su aspetti culturali e turistici. Rivolto agli altri automobilisti, infine, un display pubblicitario, ma di quelli che ti fermi a osservare volentieri.

CITROEN SKATE

Tutto questo non sarebbe stato possibile senza…Citroën Skate, la mobilità urbana del futuro secondo il Double Chevron. Autonomo, elettrico e ricaricabile tramite induzione, The Citroën Skate è un lavoratore instancabile, è progettato per funzionare quasi ininterrottamente, 24 ore su 24, 7 giorni su 7, ricaricandosi automaticamente quando necessario presso basi di ricarica a induzione dedicate.

Citroen Skate Citroen Skate

CHI VA PIANO… La piattaforma consente ai Pod di salire e scendere di continuo: la sostituzione richiede appena 10 secondi. Lungo 2,60 metri, largo 1,60 metri di larghezza e alto 51 cm e dal design che vagamente ricorda la concept Citroen 19_19, raggiunge una velocità massima di 25 km/h: prudenza prima di tutto. Autonomia batterie? Non dichiarata, ma comunque limitata: focus non sulle lunghe percorrenze, ma sulle sue proprietà di stop&go senza soluzione di continuità. Le ruote sferiche sono omnidirezionali e sono state sviluppate ad hoc da Goodyear: sgusciare tra le insidie della giungla urbana non sarà un problema.

OPEN DI FRANCIA

The Urban Collectif: una piattaforma, infiniti Pod The Urban Collectif: una piattaforma, infiniti Pod

Una piattaforma magica, tre stuzzicanti e visionarie proposte. Ma con la tecnologia Citroën Skate e soprattutto grazie al suo approccio open source, tutto è possibile. Alberghi, aeroporti, Centri congressi. Ma anche liberi professionisti: qualsiasi azienda, pubblica o privata, potrebbe sviluppare il propri Pod per il trasporto passeggeri o per l’offerte di servizi o di prodotti di qualsiasi tipo. Chissà quando, chissà dove, chissà chi. Ma un giorno, forse la visione Citroen sarà accettata e condivisa. Un giorno, mentre la attraverserai, osserverai la tua città da un guscio. E quando scenderai, vedrai le cose da una nuova prospettiva. Prima, o poi.


Pubblicato da Lorenzo Centenari, 29/09/2021
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox