Autore:
Luca Cereda

FATTA IN CASA Una nuova crossover Citroën uscirà entro il 2018 dalla fabbrica PSA di Rennes, in contrordine rispetto alle previsioni che la volevano costruita fuori dal vecchio continente. Il Gruppo PSA lo ha comunicato in una nota alla stampa nella quale annuncia importanti investimenti per il futuro.

NON SOLO CROSSOVER Nella fattispecie, parliamo di 100 milioni di euro per potenziare sensibilmente (+60%) la produttività dello stabilimento transalpino; soldi che serviranno a produrre, oltre alla crossover Citroën, la Mehari elettrica e la nuova Peugeot 5008. Con questi tre modelli, la produzione dello stabilimento raggiungerà a regime i 100.000 veicoli all’anno rispetto agli attuali 60.000.

OFFENSIVA FRANCESE Alla base dell’aumento di produzione (interna) c’è un accordo siglato con i sindacati ottenuto dopo lunghe mediazioni. Con il Contratto per il futuro di Rennes, in vigore dal 1 gennaio 2017, PSA puntella il piano strategico Push to Pass, che prevede – solo per Citroën – il lancio di 12 nuovi modelli globali entro il 2021 e, in generale, una importante offensiva sul fronte dei veicoli ibridi.

TUTTA NUOVA Sulla crossover prossimamente prodotta a Rennes, invece, poco si sa, ancora. Sappiamo per certo che PSA sfrutterà per questo modello la piattaforma modulare EMP2. Nello scacchiere della gamma francese, la nuova arrivata dovrebbe occupare il posto attualmente occupato dalla C4 Aircross, ma con un prodotto sensibilmente rinnovato. Non più costruito in joint-venture con Mitsubishi, quindi, e soprattutto completamente rinnovato nello stile come mostra la Citroen Aircross Concept presentata allo scorso Salone dell'auto di Shangai.


TAGS: citroën c4 aircross Citroën crossover Contratto per il futuro di Rennes fabbrica psa rennes Citroën mehari elettrica aircross concept