GUERRA AL TRONO Le avevamo già viste in occasione del weekend di gare (8-9 settembre 2018) quando proprio prima della gara del DTM al Nurburgring avevano sfilato le nuove BMW X3 e X4 griffate con la M maiuscola. Una passerella davvero molto importante per il mondo SAV ad alte prestazioni di BMW. Mi raccomando l'utilizzo di SAV, acronimo di Sports Activity Vehicle, non il solito SUV perché dalle parti di Monaco di Baviera ci tengono molto alla distinzione.

VEDO NON VEDO Anche se nascoste lievemente dalle pellicole utilizzate per celare le carrozzerie si intravedeva già praticamente tutto. Più che dei prototipi delle vere auto fatte e finite con il dettaglio, molto rilevante per gli appassionati, di essere il non plus ultra della guida sportiva a ruote alte di BMW con tanto di design aggressivo dedicato (prese d'aria maggiorate su tutta la carrozzeria come freni, cerchi e pneumatici). Il messaggio è stato chiaro fin da subito: con le versioni più cattive dei rispettivi modelli sviluppate proprio al Ring dal reparto Motorsport di BMW si andava a caccia dell'Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio che proprio al Nurburgring aveva stabilito il nuovo record sul giro fra i SUV nel 2017 a sua volta battuto nel 2018 dalla Mercedes GLC 63 S.

SCHEDA TECNICA Parliamo di freddi numeri che fanno scaldare i cuori degli appassionati: il motore dedicato alle versioni X3 M e X4 M è un 3.0 litri turbo da 480 o 510 CV per la versione M Competition (esattamente la stessa potenza della Stelvio Quadrifoglio). Siamo al cospetto del 6 cilindri made in Monaco di Baviera più potente mai messo a punto dalla divisione BMW Motorsport per dei SUV di serie capaci di staccare lo 0-100 km/h in 4,2 o 4,1 secondi, con la velocità massima autolimitata a 250 km/h che, a richiesta, può essere sbloccata a 280 km/h (285 orari per la X3 M Competition).

COME TU MI VUOI Oltre alla grandissima esperienza nel campo dei 6 cilindri di BMW anche il cambio automatico Steptronic a 8 marce è uno dei punti di riferimento nel mercato automotive che, assieme alla trazione integrale M xDrive capace di distribuire maggior coppia (600 Nm per entrambe le versioni) alle ruote posteriori in modalità di guida M Dynamic, promette di regalare un nuovo feeling di guida di riferimento. Il plus delle X3 e X4 versioni "culturista" è quello di saper essere cucite addosso al cliente che grazie alle sospensioni regolabili e sterzo a rapporto variabile riescono ad essere comode come una berlina di lusso e, all'occorrenza, vere e proprie sportive a ruote alte.

QUELLA SUA MAGLIETTA FINA Anche l'occhio vuole la sua parte. Così spariscono ufficialmente le camuffature protettive e si mostrano in veste ufficiale le due "monster SUV" X3 M e X4 M. Ovviamente l'estetica non ha, volutamente, niente di sobrio: spazio a paraurti avvolgenti, minigonne, estrattori, terminali sportivi ed enormi ruote da 20 o 21 pollici che nascondono freni maggiorati. Insomma c'è proprio tutto per non passare inosservati anche solo incolonnati nel traffico cittadino. Se non mi credete guardate con i vostri occhi la gallery qui sotto.

DICHIARAZIONI IMPORTANTI "Con le loro caratteristiche prestazionali specifiche M, BMW X3 M e BMW X4 M stabiliranno dei parametri di riferimento in termini di dinamica nei rispettivi segmenti", afferma Frank van Meel, Presidente BMW M GmbH. Non solo paraurti sportivi o grossi scarichi con interni racing: con queste premesse si riaccende la lotta per il trono di SUV più sportivo del segmento. Le due ultime arrivate potranno essere un vero "game changer" della categoria?

 

 

 

 

 

 


TAGS: bmw suv bmw m bmw x4 m bmw suv bmw x3 m