Pubblicato il 23/09/20

GIÙ I VELI! Mancava poco alla presentazione di BMW M3 e BMW M4 di nuova generazione, ma qualcosa il giorno prima è andato storto. Gli appassionati, infatti, si erano ritrovati tra le mani le foto ufficiali delle due auto prima del tempo. Una bella sorpresa. Ora, però, a presentazione avvenuta, non ci sono più segreti. Scopriamo tutto su nuove BMW M3 e M4 (in gallery, anche il video).

BMW M3 2021

BMW M3 E M4 2021: IL MOTORE

Dopo aver visto con un giorno di anticipo le foto ufficiali scappate in rete, le uniche (parziali) incognite erano rappresentate da motori, trasmissioni e trazioni. Per il 6 cilindri in linea biturbo da 3 litri di M3 e M4 sono confermati i 480 CV e 550 Nm di coppia, con un'accelerazione 0-100 km/h in 4,2 secondi e una velocità massima di 250 km/h limitata elettronicamente. Col pacchetto M Driver, però, si arriva a 290 km/h. Ma la vera novità è un'altra: nuove BMW M3 e BMW M4 Coupé montano un cambio manuale a 6 marce con Gear Shift Assistant e la sola trazione posteriore, per una guida ancor più autentica.

BMW M3 E M4 COMPETITION 2021

La versione (M3 e M4 Competition) vede il motore balzare a quota 510 CV e 650 Nm e l'accelerazione 0-100 km/h migliorare ulteriormente, attestandosi a quota 3,9 secondi. La velocità massima è identica a quella delle sorelle standard: 250 km/h ma elevabile fino a 290 km/h col pacchetto M Driver. M3 e M4 Competition si differenziano dalle versioni standard anche per l'adozione della trasmissione automatica M Steptronic a 8 rapporti. Per la prima volta, infine, M3 e M4 Competition saranno disponibili anche con sistema di trazione integrale M xDrive. Le versioni quattro ruote motrici potranno contare sul differenziale posteriore Active M e scegliere tra 4WD, 4WD Sport e 2WD con controllo di stabilità disattivato. Roba da temerari.

BMW M3 E M4 2021: IL TELAIO

Nuove BMW M3 e M4 sono equipaggiate con sospensioni adattive M con ammortizzatori a controllo elettronico e sterzo M Servotronic con rapporto variabile. Asse anteriore e posteriore hanno subito - a detta di BMW - uno specifico trattamento M. Di serie sono i freni M Compound, ma sono disponibili quelli in carboceramica come optional. Nuovo anche il sistema di frenata integrato, con due impostazioni per modificare la risposta del pedale. Il controllo dinamico della stabilità DSC include la modalità M Dynamic e, per la prima volta, la limitazione dello slittamento delle ruote integrata e il controllo della trazione M regolabile in dieci fasi. I cerchi in lega leggera M forgiati sono da 18 pollici sull'asse anteriore e da 19 pollici al posteriore. Per i modelli Competition con M xDrive, invece, si sale: 19 pollici davanti e 20 pollici dietro. Gli pneumatici Performance sono optional.

BMW M3 E M4 2021: GLI ESTERNI

Per il resto tutto è come lo avevamo (intra)visto nelle precedenti apparizioni di BMW M3 e M4. Anzi, la coupé M4 era apparsa su strada in una versione quasi definitiva poco più di un mese fa. Il frontale di M3 e M4 è praticamente una fotocopia. Domina la celebre maxi calandra a doppio rene verticale nella parte centrale, con due griglie più in basso, alle estremità del paraurti: proprio quest'ultimo è bello bombato, come ci si aspetta da questo genere di vetture, e presenta delle sottili fenditure verticali alle estremità. Le somiglianze estetiche si fermano - quasi - qui. Perché lateralmente le due auto si differenziano, come è lecito aspettarsi, trattandosi di una berlina e di una coupé: più compatta e muscolosa la M3 - che arriverà anche in versione wagon - più affilata la M4. Al posteriore ritroviamo su entrambe i quattro scarichi, due per lato, ma mentre la M3 conferma questo look anabolizzato, la M4 è un po' più filante, anche per merito dei gruppi ottici, che si allungano maggiormente dalle estremità verso la targa.

BMW M4 2021

BMW M3 E M4 2021: GLI INTERNI

Quello che si vede dall'esterno si ritrova anche in abitacolo. Display e comandi sono specifici per la serie M, così come i sedili sportivi di nuova concezione e le finiture in pelle Merino a grana fine. Tra gli optional il sistema di ventilazione e i sedili avvolgenti M Carbon. Tutta la parte elettronica che concerne la guida della vettura è gestita attraverso un pulsante Setup per l'accesso diretto alle impostazioni di motore, telaio, sterzo e freni. A seconda del modello e delle specifiche si gestiscono anche M xDrive, Gear Shift Assistant e controllo di trazione. È poi possibile attivare due configurazioni generali personalizzate utilizzando i pulsanti M1 e M2 sul volante. Il pulsante M Mode consente di configurare individualmente le soglie di intervento dei sistemi di assistenza alla guida, dei display nel quadro strumenti e dell'Head-Up Display (optional). Tra i driving mode, Road e Sport sono di serie, mentre la modalità Track per la guida in pista è aggiuntiva con M Drive Professional, che include M Drift Analyzer, M Laptimer e M Traction Control, per chi vuole godersi al massimo l'auto in pista. Un balzo in avanti anche per quanto riguarda i sistemi di assistenza alla guida: Park Distance Control, avviso di collisione anteriore, avviso di cambio di corsia e informazioni sui limiti di velocità sono di serie, ma ne sono disponibili anche altri come optional.

BMW M4 2021: l'abitacolo

BMW M3 E M4 2021: DATA USCITA E PREZZI

Nuove BMW M3 e M4 2021 saranno lanciate sul mercato a partire da marzo 2021, con prezzi a partire da 95.900 euro. M3 ed M4 Competition disponibili invece dall'estate 2021.


TAGS: bmw m3 bmw bmw m4 BMW M4 2021 BMW m3 2021