Nuove anticipazioni sul baby SUV Alfa Romeo Brennero
Alfa Romeo

Baby SUV Alfa Romeo Brennero: Imparato ora dice che...


Avatar di Emanuele Colombo , il 11/04/22

1 mese fa - B-SUV Alfa Romeo Brennero: ne parla Imparato, capo del Biscione

Una nuova intervista a Jean Philippe Imparato offre qualche indicazione in più sul futuro B-SUV Alfa Romeo noto come Brennero

Le anticipazioni sulla nuova generazione dell'Alfa Romeo Giulia station wagon e berlina ve le avevamo fatte ascoltare dalla sua stessa voce; ora Jean Philippe Imparato, capo del Brand del Biscione, si è sbottonato su un'altra attesissima novità: il baby SUV Alfa Romeo ''Brennero'' (le virgolette sono d'obbligo, visto che il nome non è stato ufficializzato). Sentite qua...

Jean-Philippe Imparato alla consegna delle prime Alfa Romeo Giulia GTA e GTAm Jean-Philippe Imparato alla consegna delle prime Alfa Romeo Giulia GTA e GTAm

L'ANNUNCIO DI IMPARATO

L'evento del 2022, ormai lo sappiamo, è il lancio di Alfa Romeo Tonale (qui i prezzi con gli ecoincentivi), ma la gamma dei SUV del Marchio è destinata ad ampliarsi ulteriormente verso il basso. Come già anticipato, il B-SUV Alfa Romeo sarà prodotto a Tychy, in Polonia, accanto ai mini SUV a marchio Jeep e Fiat: a confermarlo sarebbero stati i media polacchi alla fine del 2021. Per ora Imparato non lo dice esplicitamente, ma le indicazioni che fornisce sembrano chiare: “Con Tonale torniamo al segmento C-SUV, che è uno dei migliori in Europa. Poi dovremo completare l'offerta con qualcos'altro che si trovi nel segmento più venduto in Europa. Accadrà nel 2024”.

Jean Philippe Imparato con Alfa Romeo Tonale a Pomigliano d'Arco Jean Philippe Imparato con Alfa Romeo Tonale a Pomigliano d'Arco

I DATI DI MERCATO

Ora, guardando ai dati consuntivi 2021 il primato delle vendite andava ancora alle utilitarie (2.083.853 unità), ma con gli ''Small SUV'' a un'incollatura (2.018.791 unità): in testa, Peugeot 2008, Volkswagen T-Roc e Renault Captur. Il trend, però, vede le citycar in calo del -7,7% rispetto al 2020 e addirittura del -30,7% rispetto al 2019, mentre i B-SUV crescono del +8,7% rispetto al 2020, e contengono al -12% la decrescita rispetto al 2019. Se interpretiamo le parole di Imparato sulla base di questi numeri, è assai probabile che la nuova Alfa Romeo per il 2024 sarà appunto il mini-SUV, chiamato a competere nel segmento premium a cui appartengono anche Audi Q2 e Mini Countryman.

Nuova Peugeot 2008 Nuova Peugeot 2008

LA GUIDA? ISPIRATA ALLA TONALE

Ma torniamo in Polonia, dove l'Alfa dovrebbe nascere accanto i mini SUV Jeep e Fiat. A Tychy si usano le architetture Stellantis CMP ed e-CMP ereditate da PSA. Si tratta delle stesse piattaforme che troviamo sotto a Opel Corsa, DS 3 Crossback, Peugeot 208 e 2008 e alle rispettive versioni 100% elettriche. Piattaforme versatili, che consentono di affrontare senza incognite la sfida dell'elettrificazione. I dubbi, semmai, riguardano altro... ''Vedrete che sarà un'Alfa Romeo'', ha detto Imparato. “Stiamo investendo tempo a progettare quell'auto con lo stesso spirito. E la guidabilità dell'auto, le prestazioni, saranno guidate dal tuning che facciamo sulla Tonale. Possiamo avere la guidabilità di un'Alfa con questo tipo di prodotto; Non ho dubbi su questo”.

Alfa Romeo Tonale “Edizione Speciale”: 3/4 anteriore Alfa Romeo Tonale “Edizione Speciale”: 3/4 anteriore

VEDI ANCHE



LA PRIMA ALFA ROMEO ELETTRICA

I dirigenti dell'azienda e il direttore del design Alejandro Mesonero-Romanos (ex Cupra) dovrebbero approvare il design del nuovo modello in questi giorni. Come sarà fatto? Ovviamente sulle forme non possiamo sbilanciarci, ma viste le concorrenti di riferimento è lecito aspettarsi dal baby SUV Alfa una lunghezza compresa tra i 4,15 e i 4,30 m. La piattaforma e-CMP consentirà di realizzarne una versione 100% elettrica: la prima a uscire col marchio del Biscione. Per battere la Peugeot e-2008, visto che Imparato pretende da ogni Alfa l'eccellenza nel rispettivo segmento, dovrà avere una batteria da almeno 50 kWh e una potenza di almeno 136 CV. A questa si dovrebbe affiancare una motorizzazione ibrida.

Peugeot e-2008: il bagde sul portellone Peugeot e-2008: il bagde sul portellone

LA BRENNERO MILD HYBRID

L'ipotesi è che sotto al cofano del nuovo B-SUV Alfa Romeo potremo trovare una soluzione mild hybrid basata sul 3 cilindri PureTech da 1,2 litri, con la tecnologia a 48 V integrata nella trasmissione. Il tutto sarebbe possibile grazie all'adozione del cambio a doppia frizione e 7 rapporti DT2 della belga Punch Powertrain. La potenza potrebbe essere nell'ordine dei 160 CV, visto che il PureTech in questione è stato visto in passato declinato fino a 155 CV, ma chissà che Imparato non abbia piani più ambiziosi.

Il concept grafico di nuova Alfa Romeo Brennero Il concept grafico di nuova Alfa Romeo Brennero

L'INCOGNITA PLUG-IN HYBRID

A quanto si sa, il cambio e-DCT Punch Powertrain DT2 sarebbe in fase di messa a punto anche con una potenza elettrica maggiore: di ben 92 kW (125 CV), a dare una motorizzazione plug-in hybrid se accoppiato al 4 cilindri PureTech da 1,6 litri, la cui produzione inizierà nel 2023 nello stabilimento di Szentgotthard, nell'Ungheria occidentale. Che possa trovare anche lui posto sotto al cofano del B-SUV Alfa? Non possiamo escluderlo al 100%. Da un lato, la presenza dell'alternativa 100% elettrica in gamma fa sembrare l'investimento difficile da giustificare. Vero è che un'ipotetica sfida alla Mini Countryman vede quest'ultima offerta anche in versione plug-in hybrid da 220 CV. Che sarebbero un traguardo facile da raggiungere se i tecnici Stellantis riuscissero a infilare il millesei a quattro cilindri nel cofano della ''Brennero''. Staremo a vedere.

Fonte: Auto Express

Immagine di copertina: rendering di Alessandro Masera, via Facebook


Pubblicato da Emanuele Colombo, 11/04/2022
Tags
Vedi anche
Logo MotorBox