Logo MotorBox
Novità auto

Aston Martin DB12, l’apice del piacere di guida: scoprila nel video


Avatar di Claudio Todeschini , il 25/05/23

11 mesi fa - Aston Martin DB12, la prima super tourer: caratteristiche, prestazioni, video

La nuova arrivata celebra i 75 anni della serie DB, è mossa da un V8 biturbo da 680 CV e spiana la strada alla nuova generazione di sportive di lusso inglesi

La splendida DB12 nasce per inaugurare una nuova generazione di sportive inglesi, ma celebra al tempo stesso i 110 anni di Aston Martin e i 75 anni della serie DB, nell’anno in cui la scuderia di Formula 1 continua a farsi vedere sul podio. Insomma, a Gaydon non ci si annoia di certo.

COME È FATTA FUORI

Aston Martin DB12, visuale di 3/4 anteriore Aston Martin DB12, visuale di 3/4 anteriore

Se lo stile vi sembra familiare, la DB12 è in realtà un’auto del tutto nuova, dalla prima all’ultima vite, ma della DB mantiene le linee eleganti, pulitissime, ma al tempo stesso atletiche e aggressive, se possibile ancora più muscolari del precedente modello. La carreggiata è stata allargata di 6 mm all’anteriore e di 22 al posteriore, mentre il frontale mostra una ancor più grande calandra anteriore e uno splitter ridisegnato. 

Aston Martin DB12, 325 km/h di velocità massima Aston Martin DB12, 325 km/h di velocità massima

NUOVE ALI Sul cofano debutta il rinnovato logo, a sottolineare il ruolo di pioniera della DB12. Nuovi i gruppi ottici, con la firma luminosa e le luci a LED incastonate al loro interno. Spettacolari le prese d’aria dietro le ruote anteriori con la scritta Aston Martin all’interno, che osservate da lontano sembrano ricordare delle turbine. Gli specchietti retrovisori in fibra di carbonio sono più sottili, senza cornice per favorire l’aerodinamica, così come le maniglie a scomparsa nelle portiere.

COME È FATTA DENTRO

Aston Martin DB12, il nuovo abiracolo Aston Martin DB12, il nuovo abiracolo

Completamente nuovo anche l’abitacolo, caratterizzato da pellami, Alcantara e materiali di altissima qualità, compresa la fibra di carbonio dei sedili e del tunnel centrale. Lo stile è un po’ meno elegante rispetto alla serie precedente, e predilige linee più nette su una plancia a sviluppo orizzontale, pensata per lasciare il giusto spazio al nuovissimo sistema di infotainment. 

Aston Martin DB12, la console centrale con tanti comandi fisici Aston Martin DB12, la console centrale con tanti comandi fisici

SUPER MEGA STEREO Tanti i comandi fisici sulla console centrale, con pomelli e nottolini che sottolineano - anche nell’esperienza di guida - la fusione tra il mondo digitale e quello analogico: a portata di mano i pulsanti per la scelta delle modalità di guida, così come i comandi del climatizzatore bizona. L’impianto audio di serie ha una potenza di 390 Watt con 11 altoparlanti, ma su richiesta è possibile avere un sistema surround Martin Bowers & Wilkins (nuovo partner di Aston Martin) con la bellezza di 1.170 Watt di potenza e 15 altoparlanti.

Aston Martin DB12, sedili in fibra di carbonio e pelle Aston Martin DB12, sedili in fibra di carbonio e pelle

SU MISURA Come le altre auto inglesi, anche la DB12 può essere personalizzata tramite il programma Q by Aston Martin che permette di parlare direttamente con designer e artigiani per selezionare materiali, dettagli e colori di pressoché ogni elemento dell’auto, e rendere la propria Aston unica al mondo.

VEDI ANCHE



INFOTAINMENT

Sviluppato specificamente per la DB12, il nuovo sistema di infotainment supporta i protocolli di connettività Apple CarPlay e Android Auto wireless, ed è controllato da uno schermo centrale da 10,25 pollici con una risoluzione di 1970x720 pixel. Il navigatore è naturalmente connesso a internet, con informazioni sul traffico in tempo reale, punti di interesse ricchi di dettagli e informazioni.

Aston Martin DB12, tutto nuovo l'impianto di infotainment Aston Martin DB12, tutto nuovo l'impianto di infotainment

C’È ANCHE LA APP Scaricando la app dedicata sul proprio smartphone sarà possibile tenere sott’occhio la posizione dell’auto, inviare punti di interessa al navigatore, sfruttare la guida a piedi per l’ultimo pezzo di strada, e accedere a una serie di servizi in abbonamento (alcuni gratuiti per sempre, altri solo per i primi tre anni):

  • Navigazione connessa
  • Sistema di geofencing
  • Statistiche d’uso del veicolo
  • Manutenzione
  • Chiamate d’emergenza
  • Aston Martin Concierge 
  • Aggiornamenti Over The Air

MOTORE E PRESTAZIONI

Aston Martin DB12, sotto il cofano il V8 biturbo da 4 litri Aston Martin DB12, sotto il cofano il V8 biturbo da 4 litri

Sotto il cofano della Aston Martin DB12 batte l’ultima versione, la più potente e sofisticata del V8 biturbo inglese, con 680 CV a 6.000 giri e una coppia di 800 Nm tra 2.750 e 6.000 giri, con un aumento percentuale del 34% rispetto alla uscente DB11. Velocità massima di 325 km/h e uno zero-cento coperto in soli 3,6 secondi. Numeri da paura, ottenuti lavorando di cesello e migliorando tutto il migliorabile, dai profili degli alberi a camme ai rapporti di compressione, dal raffreddamento ai flussi d’aria in ingresso nel motore. 

Aston Martin DB12, le ruote da 21'' e i nuovi Michelin Pilot Sport 5 S Aston Martin DB12, le ruote da 21'' e i nuovi Michelin Pilot Sport 5 S

A PROVA DI PISTA Il cambio è un automatico a otto rapporti, che per la prima volta su una Aston Martin è abbinato a un differenziale posteriore a controllo elettronico, collegato all’ESC dell’auto, capace di lavorare con una rapidità sconosciuta ai tradizionali differenziali a slittamento limitato, restituendo una risposta più precisa e una guidabilità più uniforme. Migliorato anche il telaio in alluminio, con una resistenza alla torsione aumentata del 7% per far fronte alle prestazioni dell’auto, a tutto vantaggio della stabilità, assicurata anche dalle nuove sospensioni ad aria. Queste ultime lavorano insieme al differenziale elettronico, al sistema ESC e allo sterzo progressivo in base alla modalità di guida selezionata, da quella per guidare in relax alle più impegnative Sport e Sport+.

Aston Martin DB12, i gruppi ottici a LED Aston Martin DB12, i gruppi ottici a LED 

MESSA A TERRA I freni di serie sono da 400mm all’anteriore e 360mm al posteriore, e su richiesta possono essere rimpiazzati dai carboceramici da pista, che funzionano fino a 800° C e permettono di risparmiare 27 kg sulla bilancia. La DB12 è anche la prima auto di serie a montare i nuovissimi Michelin Pilot Sport 5 S, 275/35 R21 all’anteriore e 315/30 R21 al posteriore: pneumatici specifici per le altissime prestazioni, ma dotati anche di inserti in poliuretano all’interno della carcassa che riducono il rumore di rotolamento che entra in auto del 20%. I cerchi da 21” sono in lega forgiata, e sono disponibili in tre diversi design e colorazioni che vanno dall’argento al bronzo, passando per il nero e il diamantato.

QUANDO ARRIVA, QUANTO COSTA

Aston Martin DB12, il nuovo logo sul cofano Aston Martin DB12, il nuovo logo sul cofano

La nuova Aston Martin DB12, per i fortunati che potranno permettersela, arriverà nell’autunno di quest’anno. Il prezzo ufficiale non è stato comunicato, ma siamo ampiamente sopra i 200mila euro di partenza.

SCHEDA TECNICA ASTON MARTIN DB12

Dimensioni 4.725 x 2.060 x 1.295 mm
Passo 2.805 mm
Peso 1.685 kg
Distribuzione pesi 48: 52 ant/post
Diametro di sterzata 12,4 metri
Bagagliaio 262 litri
Serbatoio 78 litri
Motore 4.0 litri V8 biturbo
Trazione posteriore
Cambio Automatico a 8 rapporti
Potenza 680 CV / 500 kW @6.000 rpm
Coppia massima 800 Nm @2.750-6.000 rpm
Velocità massima 325 km/h
Accelerazione 0-100 km/h 3,6 secondi

Pubblicato da Claudio Todeschini, 25/05/2023
Tags
Gallery
Listino Aston Martin DB12
Allestimento CV / Kw Prezzo
DB12 Coupé 4.0 V8 680 / 500 240.630 €
DB12 Volante 4.0 V8 680 / 500 258.613 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della Aston Martin DB12 visita la pagina della scheda di listino.

Scheda, prezzi e dotazioni Aston Martin DB12
Vedi anche