Pubblicato il 03/02/21

IL DIAVOLO E L'ACQUASANTA All'inizio dell'estate scorsa avevo provato la diesel – andate a leggere l'articolo e a guardare il video, se siete curiosi – e ora tocca alla versione plug-in hybrid. Quella che vedete è la nuovisima Skoda Octavia Wagon iV, che amplia in modo... elettrizzante la gamma della station wagon più venduta d'Italia. Volete saperne pregi e difetti? Salite a bordo con me nel video che trovate in fondo all'articolo. Oppure continuate a leggere.

 

GLI INTERNI

Gli interni sono ben fatti, particolarmente in questo allestimento Style top di gamma, con i sedili in pelle e tessuto tecnico vellutato simile all'Alcantara  (che comunque si possono avere con 820 euro di sovrapprezzo anche sugli allestimenti inferiori). La seduta è comoda e gli schienali sono ben profilati, ma molto ampi: per godere del miglior contenimento laterale in curva e di un sostegno perfetto nei lunghi viaggi serve una corporatura più robusta della mia (1,78 m per 80 kg di peso). Bello il volante a due razze, che dà alla plancia un tocco di modernità ed eleganza, anche se rimane disponibile tra gli optional un volante sportivo a tre razze per chi ama la tradizione. La plastica dei tasti a centro plancia è un po' croccante, va detto, ma la qualità percepita comunque è molto elevata e vicina a quella dei brand tradizionalmente considerati premium.

Skoda Octavia iV Wagon, tanto spazio per chi siede dietro

LE MISURE CHE CONTANO La Octavia è un'auto che stupisce per il grande spazio in abitacolo, tra i migliori – se non il migliore – per auto di questa lunghezza. Un aiuto viene dal design poco invadente della plancia e della console centrale, dove spicca il compatto nottolino per comandare il cambio automatico a doppia frizione DSG 6: piccolo, ma non sfuggente, è molto comodo da azionare. Il pavimento tra i sedili posteriori è molto rialzato, è vero, ma ormai sono poche le auto che sfuggono a questa regola. I 4,67 m di lunghezza della Octavia sono ben sfruttati, anche se batterie del sistema ibrido tolgono 150 litri al bagagliaio. Nell'Octavia iV plug-in hybrid la capacità scende da 640 a 490 litri, che diventano 1.555 con i sedili posteriori reclinati.

AUTONOMIA E RICARICA

D'altra parte lì sotto ci sono accumulatori da 13 kWh lordi, di cui 10,4 kWh utilizzabili per la ricarica, che promettono fino a 60 km di autonomia... a motore spento. La velocità massima raggiungibile im modalità elettrica è di 140 km/h. Il caricabatterie è da 3,6 kW e consente una ricarica in 3,5 ore da una wallbox dedicata o in 5 ore da una presa domestica. Si risparmia un'ora o un'ora e un quarto se ci si accontenta di una ricarica all'80%.

MOTORE E PRESTAZIONI

Il powertrain ibrido si basa sul 4 cilindri a benzina millequattro TSI da 150 CV a cui si aggiunge un motore elettrico da 85 kW (pari a 115 CV) integrato nel cambio automatico di serie. Quest'ultimo è il doppia frizione DSG a 6 marce, che quindi ha una marcia in meno rispetto ai DSG delle altre Octavia. La potenza di sistema, come si dice in gergo, è di 205 CV e 350 Nm è la coppia massima, per 220 km/h di velocità e uno 0-100 in 7,8 secondi. Interessante notare che la Octavia RS iV, cioè il modello più sportivo, anch'essa plug-in hybrid, ha lo stesso identico motore, ma sviluppa fino a 245 CV e 400 Nm grazie a un diverso software.

AL VOLANTE

Comunque, anche con 205 cavalli e 350 Nm l'Octavia iV è un'auto decisamente brillante. Il motore elettrico si sente tanto nello spunto da fermo, in cui rende l'acceleratore più pronto, quanto in ripresa. Pur senza incollarti al sedile, la progressione della Octavia Wagon plug-in hybrid sa essere molto incisiva. Va detto che per sfruttare appieno i 205 CV promessi dalla scheda tecnica bisogna affondare completamente il pedale dell'acceleratore, con la manovra detta kickdown, oppure impostare il drive mode Sport: altrimenti la potenza disponibile è di 150 CV, ma sinceramente non ho mai sentito la necessità di andare oltre la modalità di guida Normal.

Alla giuda della Skoda Octavia iV Wagon plug-in hybrid

SOUND ARTIFICIALE Anzi, a dirla tutta nella guida normale apprezzo la modalità Eco, la più risparmiosa, con la quale l'auto si fa ancora più scorrevole quando sollevo il piede dall'acceleratore. Per migliorare autonomia e consumi, una modalità predittiva mi segnala sul quadro strumenti quando è opportuno rallentare - per esempio perché mi avvicino a una rotatoria - così da agevolare il recupero di energia. Fino a 50 all'ora, quando viaggio in elettrico, ci pensa un generatore di suoni sotto il parafango anteriore destro ad avvertire pedoni e ciclisti del mio arrivo. Che rumore fa? A bordo lo percepisco come un leggero muggito, come se il motore termico fosse in funzione anche se è spento. Un timbro che dovrebbe risultare famigliare a chi sta fuori e quindi facile da identificare come un'auto in arrivo.

L'AUTONOMIA VERIFICATA A proposito di autonomia e consumi, che su una station wagon plug-in hybrid sono certamente tra gli argomenti più interessanti, va sottolineato che sono strettamente correlati. La benzina impiegata, ovviamente, dipende molto da quanta strada si fa tra una ricarica e l'altra e quindi da quanto incide l'energia elettrica presa dalla colonnina o dalla wallbox sul totale. Per semplificare, ho fatto una prova suddividendo i vari aspetti. Quanto all'autonomia in EV, guidando tra San Donato Milanese e Arese, passando per il centro di Milano sono riuscito a fare 51 km prima che il motore termico entrasse in funzione. I 60 km promessi non sono un miraggio, nelle opportune condizioni di traffico e di percorso.

Skoda Octavia iV Wagon plug-in hybrid, la presa di ricarica

I CONSUMI NETTI Poi, esauriti i chilometri concessi dalla ricarica elettrica, ho riattraversato la città in modalità ibrida, da Viale Certosa a Piazzale Corvetto, sempre passando per il centro. Il computer di bordo ha calcolato una media di 5 l/100 km nel mio percorso urbano: meglio di un diesel, anche se nella mia prova ho trovato condizioni di traffico piuttosto favorevoli. Infine mi sono immesso in autostrada e a 130 km/h costanti il consumo si è stabilizzato su 6,5 l/100 km: un diesel, in questo caso, avrebbe potuto fare un po' meglio, ma non più di tanto. Di certo l'ibrida offre un vantaggio in termini di silenziosità di marcia, contribuendo con un motore più discreto alla buona insonorizzazione dell'abitacolo. Solo insistendo tanto sull'acceleratore il millequattro a benzina non rinuncia a farsi sentire.

PIACERE DI GUIDA Sempre gradevole mettersi al volante della Octavia. Merito prima di tutto dello sterzo ben calibrato, che ha il giusto peso ed è diretto, senza mai risultare troppo sensibile. L'assetto, poi, ha un occhio di riguardo per il comfort, ma sa anche essere molto rigoroso, a tutto vantaggio della precisione e del piacere di guida. E  tra le curve in successione concede all'auto un'agilità insospettabile. Senza contare che in manovra l'Octavia permette raggi di svolta sorprendentemente contenuti. Bene il cambio DSG 6, che reagisce con puntualità se lasciato lavorare in automatico, mentre ai comandi manuali - possibili con le palette che trovo di serie dietro al volante - risponde con passaggi di marcia ben raccordati.

PREZZI ALLESTIMENTI, DOTAZIONI

Due gli allestimenti di Skoda Octavia iV Wagon: Executive e Style, con prezzi da 38.050 o 39.400 euro rispettivamente, prima di calcolare eventuali incentivi ed ecobonus. Di serie trovo il navigatore Columbus con schermo touch in alta definizione da 10 pollici, comandi gestuali, SIM integrata per il collegamento a internet e 64 GB per archiviare mappe e musica. Naturalmente è compatibile con Apple Carplay e Android Auto, anche in versione wireless, e c'è l'assostente virtuale Laura a rendere più sciolti i comandi vocali. Di serie trovo anche la strumentazione digitale Virtual Cockpit da 10,2 pollici, fari full LED, cruise control Adattivo, mantenimento di corsia, frenata automatica, clima bi-zona e sensori di parcheggio. La versione Style aggiunge interni in materiale più pregiato, sistema keyless completo, retrocamera e luci ambient. Solo per citare i plus più sfiziosi.

SCHEDA TECNICA

Motore

1.395 cc, 4 cilindri benzina plug-in hybrid

Potenza

205 CV; coppia 350 Nm

Velocità

220 km/h; da 0 a 100 km/h in 7,8 secondi

Autonomia

60 km

Ricarica a 3,6 kW

3,5 ore per 100%; 2,5 ore per 80%

Ricarica a 2,3 kW

5 ore per 100%; 3,45 ore per 80%

Cambio

automatico a doppia frizione DSG a 6 rapporti

Trazione

anteriore

Dimensioni

4,67 x 1,83 x 1,48 m

Capacità bagagliaio

da 490 a 1.555 litri

Prezzo

da 38.050 euro

LA PROVA IN VIDEO

Non avevate voglia di leggere? Qui sotto trovate il video onboard realizzato durante la prova su strada: informazioni ed emozioni in presa diretta al volante della nuova Skoda Octavia iV Wagon plug-in hybrid 2021.


TAGS: skoda skoda octavia skoda octavia wagon iv skoda octavia wagon plug in hybrid octavia wagon ibrida