TERZA GENERAZIONE È arrivata nei concessionari solo alcuni mesi fa, ora è tempo di provarla su strada. Di chi parlo? Di nuova Renault ZOE, la city-car francese si presenta sul mercato con un restyling profondo che aggiorna forma e linee. Le sorprese non si fermano solo all’esterno, i tecnici Renault sono infatti intervenuti su pacco batterie, telaio, impianto frenante e motore, ampliando l’autonomia e accrescendo la potenza del propulsore elettrico sincrono.

COME CAMBIA FUORI Le modifiche più importanti si concentrano all’anteriore, sul fondo della calandra compaiono infatti nuovi listelli cromati e prese d’aria laterali pensate per ottimizzare flusso aerodinamico, migliorando contemporaneamente la gestione termica del pacco batterie. Quest’ultime inglobano ora dei fendinebbia che si abbinano ai nuovi fari a LED incastonati all’interno di una sinuosa griglia anteriore, che richiama la forma C-Shape, già vista su altri modelli Casa francese. Renault ZOE monta cerchi in lega, rispettivamente da 15, 16 o 17”.

Renault ZOE gli interni

QUESTIONE RICARICA Con la nuova presa di corrente CCS Combo 2 a corrente continua (DC) è possibile ripristinare, a una potenza di 50 kW, l’80% della batteria in poco più di un’ora. Dalle colonnine pubbliche da 11 kW, si riesce a ricaricare completamente l’auto in circa 5 ore. Sfruttando invece la ricarica fast-charge da 22 kW il “pieno” di elettroni richiede 2 ore e 35 minuti. Per chi desiderasse, Renault mette a disposizione dei propri clienti un caricatore domestico Wallbox con una potenza di 7 kW, che in poco meno di nove ore e mezza ripristina quasi del tutto le batterie dell’auto.


TAGS: renault Nuova Renault ZOE Renault ZOE Videoprova