Logo MotorBox
Prova su strada

Nuova Mercedes Classe A 2018: quando l'auto fa come l'i-Phone


Avatar di Luca Cereda , il 19/04/18

4 anni fa - La compatta della Stella si rinnova: cresce di dimensioni e lancia il MBUX

La compatta lancia il MBUX, una specie di Siri onboard. L'abbiamo provata in Croazia

EVOLUZIONE CONTINUA Può un'auto che è stata letteralmente rivoltata come un calzino solo una generazione fa avere qualcosa di veramente nuovo da dire? La Mercedes Classe A 2018, sì. Detto in quattro lettere: MBUX. Spiego: si tratta di un sistema di infotainment avanzato, che non hanno manco Classe S e Classe E – tanto meno le rivali del segmento - pronto a soddisfare i nostri bisogni. Un'interfaccia uomo-auto con cui parlare come se fosse un assistente personale. Avete presente il Siri dell'i-Phone? Ecco, una specie.

VOICETRONIC Il riconoscimento vocale della nuova Mercedes Classe A 2018 è stato affinato al punto che per raggiungere casa basta dire: “Hey Mercedes, portami a casa”. Oppure, per attivare la regolazione del clima: “Fa caldo”. Il sistema risponde lesto e interagisce con una certa colloquialità, dimostrandosi intelligente, ma non solo per questo. Il suo QI cresce nel tempo e con l'utilizzo, man mano che memorizza alcune nostre abitudini e preferenze. Se ad esempio siamo soliti chiamare nostra moglie appena usciti dall'ufficio, più o meno sempre allo stesso orario, dopo un po' sarà lui stesso a suggerirci di farlo; ed è solo una delle funzioni predittive che il MBUX attiva in base ai dati raccolti (e condivisi in cloud). Dati diversificati da utente a utente dell'auto, che il sistema organizza in veri e propri account personali, come sui laptop. Per approfondire tutte le tecnologie di bordo della nuova Classe A cliccate qui.

CI VEDO DOPPIO Oltre che funzionale, l'esperienza del MBUX è piuttosto scenografica e diretta. Gli interni della nuova Classe A si possono infatti configurare con due schermi da 10,23'' per strumentazione e infotainment apparentemente uniti in un pezzo solo (come sulla Classe E) – negli allestimenti meno ricchi gli abbinamenti sono tra due schermi da 7'' o uno da 7'' per la strumentazione e uno da 10,25'' per il multimedia. Il touchscreen è molto fluido e reattivo, la grafica 3D spettacolare. I comandi razionali: quelli sulla razza sinistra del volante governano il display della strumentazione, quelli sulla razza destra lo schermo centrale. Per la prima volta, poi, nell'abitacolo della Classe A spunta l'head-up display.

SPAZIOSA Finita qui? No. Cambia anche il look. Mercedes-Benz ha mantenuto intatte forme e proporzioni dell'ultima Classe A ridisegnandone il muso, più accigliato, e il retro, con luci più sottili dalla firma luminosa concentrica. Le dimensioni sono cresciute: +12 cm in lunghezza (arrivando a 4 metri e 42), +2 in larghezza, +1 in altezza, ma soprattutto il passo si è allungato di 3 cm (1 metro e 73) per fare spazio ai passeggeri. Spazio che resta comunque risicato: dietro in due si sta discretamente ma in tre non è cosa. Qualche centimetro, soprattutto in larghezza e in altezza comunque c'è, e il bagagliaio (comunque non da primato per un'auto lunga 442 cm) è più voluminoso di prima (370 litri contro i 341 di prima), ha un piano di carico più lungo e un'apertura più ampia.

MOTORI Ci sono novità anche sotto il cofano. La più grossa è un inedito turbobenzina sviluppato in collaborazione con Renault e Nissan, un quattro cilindri da 1.3 litri da 163 cv e 250 Nm in dote alla A 200, abbinato a un cambio manuale a 6 marce o al doppia frizione a sette rapporti. Ritocchi di fino, invece, per il 1.5 diesel della A 180 d da 116 cv e 260 Nm (manuale o automatica), mentre l'unico 2.0 litri disponibile al lancio della A 250 da 224 cv.

HARDWARE Di serie la nuova Classe A ha un assetto ribassato (di 15 mm) con sospensioni meccaniche (che al posteriore sono a quattro bracci sulle versioni più potenti, a bracci interconnessi sulle altre) e il Dynamic Select. L’assetto con sospensioni attive regolabili (optional) dà invece modo di modulare il comportamento degli ammortizzatori.

SOFTWARE Si evolve anche l'assistenza alla guida. Il Distronic (il cruise adattativo di Mercedes) sfrutta i dati della navigazione e modifica ad hoc la velocità in prossimità di curve, incroci o rotatorie. La nuova Mercedes Classe A è assistita nei cambi di corsia e monta di serie un sistema di assistenza alla frenata attivo, che nel traffico stop-and-go in autostrada e su strade a scorrimento veloce le permette di fermarsi per 30 secondi e poi ripartire automaticamente seguendo le auto che la precedono. Il Blind Spot Assist ha funzioni ampliate: per la prima volta può segnalare il passaggio di biciclette anche a vettura ferma. Il Pre-Safe Plus può rilevare anche il pericolo di un impatto posteriore, riducendo la spinta in avanti causata dall’urto e le possibili conseguenze. Debuttano, infine, i fari Multibeam LED, disponibili a richiesta.

VEDI ANCHE



PREZZO Quattro gli allestimenti, i classici Executive, Sport, Business e Premium. Per scoprire cosa offre di serie i vari allestimenti, quanto costano gli optional e tutti i prezzi leggete la nostra guida all'acquisto della nuova Mercedes Classe A 2018. Con prezzo di listino a partire da 29.900 euro sarà in concessionaria da maggio, ma è già possibile prenotarla attraverso la rete di vendita o sul web.

COME VA Va detto: calarsi nell'abitacolo della nuova Mercedes Classe A fa un certo effetto, soprattutto di fronte al doppio maxi-schermo. Ma è anche un bombardamento di informazioni da imparare a gestire, se la Classe A in questione porta al massimo del potenziale (non solo scenografico) il MBUX, in termini di connettività, dotazioni e servizi. Bisogna farci un po' l'abitudine, serve tempo e studiare i menu. Esattamente come il cervellone del MBUX studia un po' alla volta le vostre richieste (e quelle di altri utenti come voi, raccolte in un cloud condiviso da tutti gli MBUX circolanti) prima di rispondere al meglio ai comandi diretti.

IL VERO PIACERE Ridurre la Classe A 2018 alle sue tecnologie, intese nel senso più frivolo, sarebbe però un errore. Quest'auto si è evoluta anche nell'hardware, e guidandola si sente. Il suo scheletro, irrigidito, la rende più propensa di prima ad essere strapazzata. E questo non può che piacermi. In curva è sempre piatta e, nei cambi di direzione, molto reattiva. Le sensazioni sono rassicuranti anche quando si prova a esagerare. Tra le mani, poi, lo sterzo è piacevolmente consistente e comunicativo. Andando tranquilli, invece, si apprezza l'ottima insonorizzazione del vano motore, e in generale di tutta la Classe A, che solo a velocità autostradali lascia filtrare qualche fruscio all'altezza degli specchi.

PICCOLO GRANDE I motori che ho provato non incollano al sedile, ma assecondano come si deve una guida brillante. La curiosità era ovviamente tutta per il nuovo 1.3 turbobenzina, che tra le varie tecnologie può contare sul FAP e sulla disattivazione temporanea dei cilindri (due su quattro). Anche per questo consuma meno di quel che ci si aspetterebbe: 7,2 litri per 100 km il dato rilevato nel mio test drive in Croazia, nei dintorni di Spalato, in un percorso misto. E' un motore silenzioso. La sua spinta è dolce, è vero, senza tracce di cattiveria. Ma mai deficitaria, almeno su strade “comuni”.

IL CLASSICO Si può abbinare a un cambio manuale a 6 marce o doppia frizione a 7 rapporti, come nel mio caso: la scelta più azzeccata per girare comodi in città. Chi fa tanti chilometri continuerà invece a optare per la Mercedes A 180 d e il suo 1.5 diesel. Un grande classico, garanzia di bassi consumi (6,3 l/100 km in questo test) e di una coppia sempre disponibile laddove serve di più (tra i 1700 e i 2500 giri, per intenderci) nell'uso quotidiano; al lancio è proposto solo con il cambio DCT.

ANGELI CUSTODI Promossa, infine, anche la guida assistita. Che, in generale, nella nuova Classe A è più presente, più attiva (su freni, acceleratore e sterzo). Esempio lampante ne è cruise adattativo Distronic, che non si limita a gestire, modulando la velocità, la distanza di sicurezza dal veicolo che ci precede, ma agisce anche per tenere la Classe A in corsia. Senza contare, poi, che nella sua versione più completa può dialogare con le mappe del navigatore; state per attraversare una rotonda e avete impostato una velocità di crociera troppo alta? Lui legge la situazione e rallenta. Lo stesso se state prendendo una curva troppo di slancio. A quel punto, se proprio volete spingere, non vi resta che insistere sull'acceleratore per contrastare immediatamente il suo effetto.   


Pubblicato da Luca Cereda, 19/04/2018
Gallery
Listino Mercedes-Benz Classe A
Allestimento CV / Kw Prezzo
Classe A 180 Automatic Executive 136 / 100 35.120 €
Classe A 180 d Automatic Executive 116 / 85 36.523 €
Classe A 180 Automatic Advanced 136 / 100 37.453 €
Classe A 180 Automatic Advanced Progressive 136 / 100 38.582 €
Classe A 180 d Automatic Advanced 116 / 85 38.856 €
Classe A 200 d Automatic Executive 150 / 110 39.024 €
Classe A 180 d Automatic Advanced Progressive 116 / 85 39.985 €
Classe A 180 Automatic Advanced Plus Progressive 136 / 100 40.225 €
Classe A 200 d Automatic Advanced 150 / 110 41.357 €
Classe A 180 d Automatic Advanced Plus Progressive 116 / 85 41.628 €
Classe A 200 Automatic Executive 163 / 120 42.013 €
Classe A 180 Automatic Advanced Plus AMG Line 136 / 100 42.293 €
Classe A 220 d Automatic Executive 190 / 140 42.440 €
Classe A 200 d Automatic Advanced Progressive 150 / 110 42.486 €
Classe A 180 d Automatic Advanced Plus AMG Line 116 / 85 43.696 €
Classe A 200 d Automatic Advanced Plus Progressive 150 / 110 44.129 €
Classe A 180 Automatic Premium AMG Line 136 / 100 44.191 €
Classe A 200 Automatic Advanced 163 / 120 44.346 €
Classe A 220 d Automatic Advanced 190 / 140 44.773 €
Classe A 200 Automatic Advanced Progressive 163 / 120 45.475 €
Classe A 180 d Automatic Premium AMG Line 116 / 85 45.594 €
Classe A 220 d Automatic Advanced Progressive 190 / 140 45.902 €
Classe A 200 d Automatic Advanced Plus AMG Line 150 / 110 46.197 €
Classe A 200 Automatic Advanced Plus Progressive 163 / 120 47.118 €
Classe A 220 d Automatic Advanced Plus Progressive 190 / 140 47.545 €
Classe A 180 Automatic Premium Plus AMG Line 136 / 100 47.971 €
Classe A 250 Automatic 4Matic Advanced Progressive 224 / 165 48.052 €
Classe A 200 d Automatic Premium AMG Line 150 / 110 48.095 €
Classe A 200 Automatic Advanced Plus AMG Line 163 / 120 49.186 €
Classe A 180 d Automatic Premium Plus AMG Line 116 / 85 49.374 €
Classe A 220 d Automatic Advanced Plus AMG Line 190 / 140 49.613 €
Classe A 250 Automatic 4Matic Advanced Plus Progressive 224 / 165 49.696 €
Classe A 200 Automatic Premium AMG Line 163 / 120 51.084 €
Classe A 220 d Automatic Premium AMG Line 190 / 140 51.511 €
Classe A 250 Automatic 4Matic Advanced Plus AMG Line 224 / 165 51.764 €
Classe A 200 d Automatic Premium Plus AMG Line 150 / 110 51.875 €
Classe A 250 Automatic 4Matic Premium AMG Line 224 / 165 53.661 €
Classe A AMG A 35 4Matic Advanced Plus AMG Line 306 / 225 54.396 €
Classe A 200 Automatic Premium Plus AMG Line 163 / 120 54.864 €
Classe A 220 d Automatic Premium Plus AMG Line 190 / 140 55.291 €
Classe A AMG A 35 4Matic Premium AMG Line 306 / 225 56.294 €
Classe A 250 Automatic 4Matic Premium Plus AMG Line 224 / 165 57.441 €
Classe A AMG A 35 4Matic Premium Plus AMG Line 306 / 225 60.073 €
Classe A AMG A 45S 4Matic+ Premium AMG Line 421 / 310 68.182 €
Classe A AMG A 45S 4Matic+ Premium Plus AMG Line 421 / 310 71.961 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della Mercedes-Benz Classe A visita la pagina della scheda di listino.

Scheda, prezzi e dotazioni Mercedes-Benz Classe A
Vedi anche