Pubblicato il 06/07/20

QUARTA GENERAZIONE Honda Jazz in origine era una monovolume compatta apprezzata per praticità e comodità, vent’anni più tardi cambia la musica e la giapponese si trasforma nello stile e nei contenuti. Proprio così perchè con la IV generazione si passa definitivamente all’ibrido. I cambiamenti su nuova Jazz sono tanti sia dentro sia fuori, le forme non sono state stravolte, nel complesso il design è ora più moderno e al passo coi tempi.

COME CAMBIA A livello estetico lo stile è più morbido e armonioso, soprattutto al posteriore, dove risaltano i proiettori LED ripresi anche all’anteriore. Il frontale, dalle linee formose e delicate, è stato completamente ridisegnato e dispone di un montante sottile che assicura una maggiore visibilità. Honda Jazz è proposta anche in versione Crosstar: una variante tonica dalle forme scolpite e con assetto rialzato di 3 cm, che strizza l'occhio al mondo dei SUV.

Honda Jazz Crosstar: laterale

GLI INTERNI Particolare attenzione è stata rivolta all’abitacolo. Tutta nuova la plancia completamente ridisegnata dove spiccano la strumentazione digitale e l’ampio touchscreen. Connettività al top grazie all’integrazione con Android Auto e Apple CarPlay di serie. Nuova anche la struttura dei sedili, rivista sin dal telaio. Le modifiche hanno permesso di raggiungere i 30 mm di spessore per l'imbottitura, così da dare una sensazione di maggiore sofficità e accoglienza. Nella parte posteriore poi, il sistema Magic Seat permette di frazionare in un istante il comodo divanetto.

I SEGRETI DEL MOTORE Concreta e funzionale, Honda Jazz è spinta da un sistema ibrido del tutto simile a quello della più grande CR-V, e conta su un quattro cilindri i-VTEC da 1.5 litri, abbinato a due motori elettrici collegati alle ruote da una trasmissione a rapporto fisso. L’auto dispone di 3 diverse modalità di guida: EV Drive con la batteria agli ioni di litio che alimenta direttamente l’unità elettrica. Hybrid Drive in cui il termico alimenta un generatore, che a sua volta produce energia per il motore elettrico. Ed infine Engine Drive con il propulsore benzina che trasferisce il moto alle ruote anteriori tramite una frizione di blocco. 

Honda Jazz: gli interni

COME VA? La scheda tecnica parla chiaro: potenza massima di 109 CV e 253 Nm di coppia, più che sufficienti per scattare da 0-100 km/h in 9,4 e raggiungere i 175 km/h di velocità massima. Il sistema ibrido funziona davvero a dovere, in città per la maggior parte del tempo si viaggia nel più assoluto silenzio. Il passaggio dalla modalità EV a quella Hybrid è praticamente impercettibile. Se si affonda invece sull’acceleratore la musica cambia e il motore termico incomincia rumoreggia distintamente, con tipico effetto scooter. Per conoscere tutti i dettagli su prezzo, allestimenti e consumi reali della nuova ibrida giapponese vi basta cliccare sulla nostra video recensione.


TAGS: honda nuova honda jazz honda jazz 2020 Nuova Honda Jazz anteprima