Test drive

Video: la prova di Dacia Spring, l'auto elettrica sotto i 10.000 euro


Avatar di Emanuele Colombo , il 31/03/21

5 mesi fa - Al volante di Dacia Spring, l'auto elettrica low cost. La video prova

Incentivi permettendo, Dacia Spring è un mini SUV elettrico che costa meno di diecimila euro. La prova in video

CONCRETA ANCHE A PILE Della concretezza di Dacia sono fan da sempre e Dacia Spring, la prima auto elettrica del Marchio (qui la replica della world premiere), è secondo me l'EV più intelligente sul mercato. Per il prezzo, soprattutto, che deriva da un progetto studiato con criterio.

LE DIMENSIONI CHE CONTANO

Tutto il concetto Dacia Spring gira intorno a un circolo virtuoso: una batteria piccola costa meno e rende l'auto leggera, così basta un motore piccolo per spingerla a vantaggio dell'autonomia. E con questa, il cerchio si chiude. In numeri parliamo di 27 kWh per l'accumulatore, 44 CV e 125 Nm per il motore e 970 kg di peso per l'auto completa.

Sacia Spring, i sedili posteriori sono adeguati per due adulti Sacia Spring, i sedili posteriori sono adeguati per due adulti

SENSO DELLA MISURA La Spring è un perfetto esempio senso della misura. Lunga 3,73 metri, mette sul piatto 4 posti comodi e un bagagliaio da 290 a 620 litri: spazi di prim'ordine per una citycar. Certo è un'auto un po' all'osso, con cerchi in lamiera (ben camuffati dietro a furbi coprimozzo, va detto), freni posteriori a tamburo e, in allestimento base, specchi a regolazione manuale.

AL VOLANTE

Gli interni sono essenziali. Le finiture in arancione della versione top Comfort Plus o quelle blu della Business oggetto della mia prova fanno molto per renderli più interessanti. Le plastiche dure sono una rinuncia da poco, ma la seduta è alta e panoramica e le versioni Comfort hanno anche volante e sedile regolabili in altezza. Essenziale anche l'insonorizzazione dell'abitacolo che lascia filtrare il rumore del motore elettrico e del rotolamento degli pneumatici già a velocità cittadine.

Sacia Spring, il comando rotante della trasmissione monomarcia Sacia Spring, il comando rotante della trasmissione monomarcia

VEDI ANCHE



IMPRESSIONI DI GUIDA Due pedali, cambio monomarcia con comando rotante tra i sedili e tanta maneggevolezza per guizzare nel traffico: la Spring è davvero facile da guidare, con il plus del selettore della trasmissione che risulta semplificato rispetto a un normale cambio automatico. Perché ha solo tre posizioni invece che quattro o cinque: avanti, indietro e folle. Manca la modalità di guida Brake, che trovo su tante altre elettriche: quella che accentua il freno motore e il recupero di energia, permettendomi di gestire con l'acceleratore anche l'arresto del veicolo. La posizione di parcheggio? Sostituita da un classico freno a mano a leva: soluzione semplice e pratica.

PERFETTA CITYCAR Il volante è leggero e la meccanica compatta permette alle ruote davanti di girare tanto, così da farmi fare manovra in un fazzoletto, grazie al raggio di sterzo di appena 4,8 metri. Su tombini e pavé le sospensioni fanno un lavoro decoroso, con l'aiuto di gomme di piccolo diametro – 14 pollici – e generose di spalla. Per contro, queste ultime sono ottimizzate per i consumi, ossia a bassa resistenza al rotolamento, e certo non danno alla Spring una tenuta di strada da auto sportiva. Cominciano presto a fischiare, se si esagera con la velocità in curva, ma anche al limite il comportamento è progressivo e sicuro, con il contributo del controllo di stabilità di serie.

Sacia Spring, la plancia Sacia Spring, la plancia

IN AUTOSTRADA La potenza, come abbiamo visto, non è molta, ma per città e tangenziali c'è quanto basta. Prevedibilmente, il mini SUV elettrico Dacia ha il fiato corto in autostrada, dove i sorpassi sono lenti e la velocità massima è limitata a 125 km/h. A tavoletta, poi, si riduce parecchio, con consumi che si aggirano sui 22 kWh/100 km, stando al computer di bordo, per una percorrenza stimata di 120 km. Ma la velocità, si sa, è nemica delle auto elettriche.

UN DETTAGLIO DA CORREGGERE Un dettaglio da correggere, a mio avviso, è la pedaliera. Non per i pedali in sé, che vanno benissimo, ma perché in fondo, dietro al mobiletto della console centrale, rimane un'intercapedine dove il piede può scivolare quando guido a tavoletta in autostrada. Se dovessi ritrarre il piede alla svelta, per esempio per una frenata di emergenza, questo potrebbe ritardare la manovra. Ho segnalato la cosa a Dacia: vediamo se intervengono...

Sacia Spring, la presa di ricarica Sacia Spring, la presa di ricarica

TEMPI DI RICARICA Non a caso, per i migliori risultati in fatto di autonomia, la Spring ha un tasto Eco sul cruscotto, che se premuto limita la velocità a 100 km/h e la potenza a 31 CV. Risultato: 230 km tra una ricarica e l'altra, secondo il ciclo WLTP, e fino a 305 km in città, dice Dacia. La ricarica richiede 5 ore da wallbox o colonnina a 7,4 kW; fino a 14 ore da presa domestica. Dalle prese in corrente continua a 30 kW basta un'ora e mezza per un pieno di corrente, con un cavo opzionale che costa 600 euro.

VERSIONI E DOTAZIONI

Tre le versioni in arrivo: quella per i clienti privati - più curata qunto a look e finiture – è in consegna da settembre 2021, insieme con la Business per le compagnie di car-sharing. Nel 2022 arriva la Cargo, senza sedili posteriori, con 1.100 litri di carico utile per le consegne. Le Dacia Spring per i privati sono proposte in due allestimenti: Comfort e Comfort Plus. La base già prevede di serie climatizzatore manuale, 6 airbag, controllo di stabilità e frenata automatica che si attiva a partire da 7 km/h. La versione Comfort Plus aggiunge dettagli in arancione per carrozzeria e abitacolo, navigatore touchscreen da 7” con Apple Carplay e Android Auto e sensori di parcheggio con retrocamera: tutte cose a cui è difficile rinunciare.

Sacia Spring Business: schermo touch da 7 pollici per l'infotainment con navigatore e retrocamera Sacia Spring Business: schermo touch da 7 pollici per l'infotainment con navigatore e retrocamera

I PREZZI

I prezzi con gli incentivi – fino a esaurimento – partono da 9.460 euro: 1.500 euro in più per la versione Plus. Esaurito l'ecobonus il listino indica 19.900 euro per la Dacia Spring Comfort e 21.400 euro per la Comfort Plus. In pratica un bel 3.000 euro meno della Renault Twingo elettrica che ha una batteria ancora più piccola, da 22 kWh. La batteria è garantita per un'efficienza superiore al 75% per 8 anni o 120.000 km: più dell'auto intera, che è coperta per 3 anni o 100.000 km. Clicca qui per avere ulteriori dettagli sui prezzi degli accessori.

SCHEDA TECNICA DACIA SPRING COMFORT

Motore elettrico
Potenza 44 CV da 3.000 a 8.200 giri
Coppia 125 Nm da 500 giri a 2.500 giri
Velocità 125 km/h
Accelerazione da 0 a 100 km/h in 19,1 secondi
Autonomia 230 km
Batteria 27,4 kWh
Ricarica 5 - 14 ore
Dimensioni 3,73 x 1,58 x 1,51 m
Bagagliaio da 290 a 620 litri
Prezzo da 19.900 euro

IL VIDEO DELLA PROVA

Nel video qui sotto trovate la prova della nuova Dacia Spring registrata in diretta al volante del nuovo mini SUV elettrico. Per guardarlo basta un clic: buona visione!


Pubblicato da Emanuele Colombo, 31/03/2021

Gallery
Listino Dacia Spring
Allestimento CV / Kw Prezzo
Spring Comfort Electric 45 - / - 19.900 €
Spring Comfort Plus Electric 45 - / - 21.400 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della Dacia Spring visita la pagina della scheda di listino.

Scheda, prezzi e dotazioni Dacia Spring
Vedi anche
Logo MotorBox