SCACCO MATTO Quando la primavera scorsa fece il suo debutto statico, strappò applausi scroscianti. Compatta (4,2 metri) come chiede il pubblico, filante come piace anche alle donne, accessoriata come impone lo stile di vita odierno. Ora per nuova Ford Puma è tempo di muovere anche i primi passi. Come si comporta la crossover che mira allo scettro del segmento B? Molto, molto bene, a quanto pare. Puma ha le carte in regola per spodestare mostri sacri di categoria come Renault Captur e Nissan Juke. Riportiamo le prime impressioni di chi l'ha già messa alla prova.

Nuova Ford Puma, promossa anche su strada

MINI-TURBO E ci affidiamo, come prassi, agli autorevoli pareri di testate UK come Auto Express ed Autocar, i cui tester parlano di nuova Puma come di un prodotto valido sotto ogni punto di vista, o quasi. Trascurando le considerazioni meramente estetiche, la sfera cioè più soggettiva, il mini-Suv che adotta la stessa piattaforma di Ford Fiesta (solo leggermente allungata) associa fluidità di marcia e assetto neutro come forse nessun avversario di pari livello. Il motore che l'Ovale incastra sotto il cofano è il solito 3 cilindri da 1.000 cc turbo benzina, potenze di 125 cv o di 155 cv, e soprattutto la tecnologia mild hybrid per ridurre le emissioni ed i consumi, ma anche offrire un quid di spunto in più in ripresa ed accelerazione.

HYBRID PLEASURE Il vantaggio di un ibrido ''soft'' (una batteria agli ioni litio recupera energia in frenata e decelerazione, per poi restituirla quando si pesta sul gas ad un mini-motore elettrico in luogo dell'alternatore/starter) è quello di non influenzare lo stile di guida, ancor meno di quanto succede in caso di full hybrid. Ford Puma 1.0 EcoBoost si guida come un tradizionale Suv a benzina, snocciolando i 6 rapporti del cambio manuale al proprio regime di rotazione preferito, e in più beneficiando dello spegnimento temporaneo di un cilindro quando il suo funzionamento non è necessario, ovvero ai bassi carichi. Come conseguenza, sulla lunga distanza Puma emette meno di 100 g/km di CO2 e brucia meno di 5 l/100 km (oltre 21 km/l).

Ford Puma 1.0 EcoBoost, potenza formato mild hybrid

PUMA ALPHA Potenza più che sufficiente per togliersi anche qualche sfizio, telaio equilibrato e mai nervoso. In Sport Mode (la Puma del test drive è in configurazione ST Line: sospensioni sportive e cerchi da 18 pollici di serie) volante ed acceleratore acquistano un carattere ancor più virile, ma per una guida divertente è sufficiente anche la mappatura standard. Il ''mille'' turbo supera la prova, interessante sarà sperimentare anche il 1.5 diesel con cambio automatico doppia frizione a 7 marce, sul mercato solo successivamente.

A BORDO Gli interni di Ford Puma coniugano stile, qualità (fatta eccezione per alcune plastiche) e funzionalità: il display centrale da 8 pollici di navigazione (pronto per l'accoppiamento con Apple CarPlay ed Android Auto) è semplice da utilizzare, anche se il software non è dei più veloci sulla piazza, mentre particolarmente comodo è l'alloggiamento ai piedi della console per la ricarica a induzione dello smartphone (oltre a due prese Usb). La seconda fila di sedili accoglie senza alcun problema anche due adulti, ma è soprattutto il bagagliaio l'arma in più, con 456 litri di capacità di carico estremamente regolare, e quel pozzetto magico nascosto sotto il pavimento in grado di ospitare due sacche da golf.

Nuova Ford Puma, gli interni

PRO E CONTRO Tanti pregi ed ovviamente anche qualche difetto. Auto Express cita in particolare le difficoltà in visuale laterale e di tre quarti a causa del montante A inclinato e della forma affusolata dei cristalli laterali posteriori. I fari a Led non fanno parte dell'equipaggiamento base, solo optional. Rotolamento pneumatici un po' invadente alle alte velocità, almeno in caso di cerchi di dimensioni maggiorate. Al netto delle osservazioni, Ford Puma viene in ogni caso giudicata idonea a correre per il primato dei B-Suv: design, proprietà dinamiche, soluzioni digitali. La risposta del mercato non dovrebbe farsi attendere.


TAGS: ford puma ford crossover prova su strada