Logo MotorBox
BMX iX1 xDrive30: prova, prezzi, interni, scheda tecnica
Test drive

Diario di viaggio: Milano-Modena e ritorno con la BMW iX1 elettrica


Avatar di Emanuele Colombo , il 13/04/23

1 mese fa - BMX iX1 xDrive30, al volante del nuovo SUV elettrico

BMW iX1 alla prova dell'autostrada: autonomia e ricarica del nuovo SUV elettrico. E i consigli per viaggiare con l'auto elettrica

L'arrivo della terza generazione regala alla BMW X1 una versione 100% elettrica chiamata BMW iX1 xDrive30: opinioni e autonomie vere dopo la prova su strada.

BMW iX1 xDrive30 Msport, un momento del test drive BMW iX1 xDrive30 Msport, un momento del test drive

DESIGN E INTERNI

Che si tratti della BMW X1 elettrica lo rivela solo la calandra, con la griglia sigillata, visto che i fregi azzurri disseminati qui e là sulla carrozzeria non sono previsti su tutte le versioni. La BMW iX1 Msport che ho in prova ne è infatti priva e i cerchi - che di solito sulle elettriche hanno un design futuristico, ispirato alle ruote lenticolari - qui paiono quelli di un'auto tradizionale. I tubi di scarico? Chiaramente non ci sono, ma anche sulle X1 a motore termico (qui la prova in video) sono ben nascosti.

LE DIMENSIONI CHE CONTANO In quattro metri e mezzo di lunghezza, la iX1 mi mette a disposizione cinque posti comodi e un bagagliaio da 490 litri, prima di reclinare i sedili posteriori: che da parte loro sono frazionati - di serie - in proporzione 40:20:40. Numeri che indicano la possibilità di ripiegare anche solo quello centrale per fare posto a un eventuale carico extra-lungo, senza eccessivi disagi per i passeggeri.

BMW iX1 xDrive30 Msport, il bagagliaio da 490 litri BMW iX1 xDrive30 Msport, il bagagliaio da 490 litri

COMANDI ED ERGONOMIA Costruzione e finiture sono quelle che ci si aspettano da una BMW entry level e la soluzione che ha reso touch la maggior parte dei comandi tramite la plancia digitale ''curved display'' accentua il senso di pulizia e modernità dell'ambiente, con il colpo d'ala della penisola sospesa tra i sedili e le maniglie porta ad anello con finitura cromo-satinata. Alcuni tasti fisici rimangono, raccolti sulla penisola tra i sedili, in posizione comoda da raggiungere. Qui trovo ad esempio la rotella del volume per l'audio: per me essenziale. Le regolazioni del clima si fanno sul display a centro plancia, ma non sono laboriose da raggiungere. Una menzione speciale per i sedili massaggianti dell'auto in prova: che muscoli! 

AL VOLANTE

La colonna sonora elettronica firmata dal compositore ''di Hollywood'' Hans Zimmer è di serie, ma agli effetti speciali stile Star Wars non sono installati sulla mia iX1 di pre-serie: poco male, tanto preferisco il silenzio, per godermi appieno l'esperienza della guida elettrica. Che è fatta anche da accelerazioni potenzialmente brucianti, all'occorrenza, vista la potenza installata. Due i motori elettrici sulla iX1 xDrive30 - unica versione full electric in gamma - a dare la trazione integrale on-demand: le ruote posteriori entrano in azione solo al bisogno per ottimizzare l'autonomia.

BMW iX1 xDrive30 Msport, il volante BMW iX1 xDrive30 Msport, il volante

I NUMERI DELLA BMW iX1 La potenza totale è di 313 CV, disponibili però solo per 10 secondi attivando la funzione overboost con un paddle a sinistra del volante. Grazie a ciò lo 0-100 km/h si consuma in appena 5,6 secondi, mentre la velocità massima è autolimitata a 180 km/h. La iX1 è comunque sempre prontissima sotto al piede, in grado di esprimere riprese fulminanti in virtù dei 272 CV erogati in continua e dei 494 Nm di coppia scaricati a terra fin dalle velocità più basse.

SI MUOVE BENE Ma la guida elettrica è fatta anche di un grande comfort, che passa per un volante leggero e una grande silenziosità di marcia, turbata leggermente in autostrada solo dal rotolamento degli pneumatici, mentre i fruscii aerodinamici sono ridotti al minimo. Le sospensioni sono sostenute il giusto e la maneggevolezza è notevole per un'auto che pesa due tonnellate, ma la cosa non stupisce più di tanto, visto che parliamo di una BMW.

VEDI ANCHE



FRENO MOTORE AUTOMATICO Ciò che manca sono le palette al volante per regolare il recupero di energia al rilascio dell'acceleratore e con esso anche l'effetto ''freno motore'': qui tutto è gestito in automatico da un software che tiene conto dei limiti di velocità, della strada che stiamo percorrendo e dell'eventuale traffico avanti a noi. La cosa, a dire il vero, non mi va molto a genio perché rende imprevedibile quanto rallenterà l'auto nel momento in cui alzerò il piede. Ogni volta è diverso.

BMW iX1 xDrive30 Msport, la penisola tra i sedili BMW iX1 xDrive30 Msport, la penisola tra i sedili

GUIDA ONE-PEDAL In alternativa posso attivare la modalità per la guida monopedale, con cui gestisco anche la frenata fino all'arresto del veicolo modulando il rilascio dell'acceleratore. Che alcuni trovano comodo, ma rende l'auto meno scorrevole: personalmente, in genere, preferisco raggiungere la velocità giusta e alzare il piede e lasciare che l'auto vada avanti come in folle. Questione di gusti.

COME MASSIMIZZARE L'AUTONOMIA La batteria da 64,7 kWh utilizzabili promette fino a 440 km di autonomia, che come sempre dipendono da percorso e stile di guida, ma anche da quanto siamo preparati a convivere con un'auto elettrica. A questo proposito, BMW raccomanda di utilizzare il navigatore anche per brevi spostamenti lungo percorsi che conosciamo bene: in questo modo l'auto saprà cosa fare per ottimizzare i consumi, variando in automatico alcuni parametri.

POCO E SPESSO Altro accorgimento, sempre suggerito da BMW, è di ricaricare spesso e per brevi periodi durante i lunghi viaggi: sempre tra il 10 e l'80% di carica della batteria, che è il range in cui riesce ad accumulare energia più in fretta. In corrente continua a 130 kW, dalle colonnine compatibili, si recuperano 120 km di autonomia in 10 minuti e si arriva dal 10 all'80% in mezz'ora circa. Altrimenti dalle wallbox a 11 kW un rifornimento completo richiede sei ore e mezza, che scendono a tre ore e tre quarti con il caricabatterie opzionale a 22 kW.

BMW iX1 xDrive30 Msport, il consumo medio a 130 km/h da computer di bordo BMW iX1 xDrive30 Msport, il consumo medio a 130 km/h da computer di bordo

PIEDE LEGGERO In ultimo, occhio alla velocità. Stando al computer di bordo, con la BMW iX1 in autostrada si fanno circa 330 km se si viaggia a non più di 110 km/h. A 130 all'ora l'autonomia si riduce a circa 250 km, che diventano 220 km se si raggiungono i 140 km/h di strumento (se siete tra coloro che confidano nella tolleranza degli autovelox). Aveva ragione la nonna, quando diceva ''chi va piano, va sano e va lontano''.

DIARIO DI VIAGGIO A bordo della iX1 ho affrontato un percorso che da San Donato Milanese mi ha portato in centro a Modena passando per 70 km circa di statale e un centinaio di chilometri in autostrada. All'arrivo avevo poco meno del 40% di batteria e ho fatto una ricarica parziale dell'auto durante la pausa pranzo. Sono ripartito per San Donato con il 75% di carica e ho fatto il rientro in autostrada, arrivando a destinazione con il 10% di carica residua e 30 km di autonomia. Velocità codice e anche meno, visti i Tutor e il traffico intenso, con ampio ricorso al cruise control. Il computer di bordo, poco prima di Lodi, ha cominciato a suggerirmi con insistenza una deviazione e una sosta per rifornire. Ma ci sta che fosse apprensivo, visto che nella destinazione San Donato non avevo indicato una stazione di ricarica e dunque non poteva sapere che la sosta l'avevo già programmata io.

BMW iX1 xDrive30 Msport, l'offerta di noleggio a lungo termine BMW iX1 xDrive30 Msport, l'offerta di noleggio a lungo termine

QUANTO COSTA LA BMW iX1

La nuova BMW iX1 xDrive30 elettrica attacca a 58.400 euro, ossia 4.400 euro in più di una Tesla Model Y a trazione integrale. Di serie  l'allestimento top di gamma Msport costa 3.950 euro in più della base. In mezzo si piazza l'allestimento X-Line da 60.870 euro. Di serie per tutte le versioni il cruise control non adattivo, il parking assistant, il monitoraggio dell'attenzione del guidatore e la plancia digitale con due display da 10,25 pollici, solo per citare le tecnologie più rappresentative. L'allestimento X-Line porta con sé una caratterizzazione estetica dedicata e così pure la Msport, che però aggiunge le sospensioni adattive a controllo elettronico. Altre dotazioni molto gettonate sono disponibili a richiesta, come la guida autonoma di secondo livello, gli abbaglianti automatici, la ricarica wireless per lo smartphone, lo Head-up Display e molto altro. Del resto le ampie possibilità di personalizzare la propria auto sono uno dei fiori all'occhiello dell'industria tedesca.

SCHEDA TECNICA

Motore due elettrici, batteria da 64,7 kWh
Potenza 272 CV (313 CV in overboost temporaneo)
Coppia 494 Nm
Velocità massima 180 km/h
0-100 km/h 5,7 secondi
Autonomia e ricarica 438 km - 6,5 ore a 11 kW; 3,75 ore a 22 kW; 30 minuti per 80% in CC
Trazione Integrale
Dimensioni 4,50 x 1,85 x 1,64 m
Bagagliaio da 490 a 1.495 litri
Peso a vuoto e senza conducente 2.085 kg
Prezzo Da 58.400 euro

Pubblicato da Emanuele Colombo, 13/04/2023
Tags
Gallery
Vedi anche