Autore:
Alessandro Codognesi

TOP CLASS Dici BMW e pensi qualcosa che svetti nella sua categoria. Ed è spesso così, sotto tanti punti di vista. Stavolta, però, l'automatismo fa un po' cilecca: la BMW X4 non è forse la più bella del reame, se paragonata alle altre auto di questo confronto: Porsche Macan e Range Rover Evoque hanno qualcosa in più, è innegabile. Ma non importa: chi si rivolge al marchio BMW cerca sostanza, prestazioni al top e tecnologia all’avanguardia. E la BMW X4, in questo senso, non ha alcun complesso d'inferiorità.

PICCOLA X6 Downsizing: una parola che, fino a qualche anno fa, era sconosciuta ai più. Oggi è parte del vocabolario comune: tutto si fa più in piccolo ma in maniera più efficiente. Ecco come nasce la BMW X4: come sorellina della X6, anche se sotto sotto è più grande in alcuni dettagli. Come lo spazio a disposizione, per 5 occupanti veri, e il bagagliaio: 500 litri è il volume massimo, solo 50 di meno rispetto alla meno filante X3. Forse gli interni non brillano per originalità, con un marcatissimo family feeling anche nel caso del pacchetto M Sport, ma sono solidi e consistenti.

I 6 VIOLINI Sui motori, BMW ha sempre fatto scuola. E la BMW X4 30d ne è la dimostrazione: nonostante la mole importante, come si sfiora l’acceleratore si viene investiti da un’ondata di coppia, forte e costante. Il 6 cilindri Diesel con turbo a geometria variabile è capace di 258 cavalli e 560 Nm fin da 1.500 giri, che significa non avere ritardo tra il vostro input e lo slancio in avanti dell’X4. Non è solo prestazioni, però: i consumi sono più che ragionevoli ad andatura da Codice (si superano di poco i 6 litri per 100 km) e tutto è molto ben insonorizzato.

COME UNA BERLINA In movimento, la BMW X4 non è molto diversa da una berlina della Casa dell’Elica. Composta e precisa, soprattutto a livello di sterzo, vi ricorda di essere alla guida di una Suv solo quando si affronta un po’ troppo allegramente un tratto di misto stretto. Allora il sottosterzo, pur tenuto a bada dall’elettronica, è dietro l’angolo. Meglio adottare uno stile di guida pulito, senza forzare gli ingressi in curva. Guidata così, la mia X4 è piacevole e sicura, grazie anche agli imponenti pneumatici taglia 245/45 R19 all'anteriore e 275/40 R19 al posteriore.

CHE TRAZIONE! La BMW X4 è sicura anche grazie alla trazione integrale, ormai giunta a un notevole stadio evolutivo. In particolare su fondi viscidi e insidiosi la X4 procede come un treno, sicura di avere sempre la trazione necessaria a togliervi dai guai anche grazie a un’elettronica realmente attiva ed efficiente. Mi piace anche il cambio a 8 rapporti: le cambiate sono quasi inavvertibili e in modalità automatica sembra leggere nel pensiero.

LA SOLIDA Del gruppetto la BMW X4 è, a mio parere, la scelta più razionale e completa. Il bagagliaio è ragionevole, i posti sono cinque e sono veri, le prestazioni e il pacchetto dinamico sono d’eccellenza. Manca un po’ di personalità, o forse solo un pizzico di raffinatezza, soprattutto se paragonata all’Evoque. Il prezzo è in linea con la concorrenza (la X4 30d MSport Steptronic costa quasi 63 mila euro) ma chi all’apparenza preferisce la sostanza non avrà molti dubbi: la X4 può essere la scelta vincente.


TAGS: Porsche Macan vs BMW X4 vs Range Rover Evoque alfa romeo stelvio vs bmw x4 vs mercedes glc coupé