Autore:
Matteo Gallucci

I NUMERI GIUSTI Partiamo dai numeri perché, in questo caso, sono importanti. La Mitsubishi Outlander PHEV è l’ibrida plug-in più venduta d’Europa con più di 100.000 unità in 4 anni. Ha saputo interpretare il periodo storico della SUV mania in modo intelligente proponendosi nell’agguerrito mercato come “il gigante buono”: possente per dimensioni ma ecologico grazie ai due motori elettrici. Vuoi per il segmento di mercato di appartenenza, vuoi per la tecnologia ibrida sempre più richiesta, vuoi per il restyling di personalità la nuova Mitsubishi Outlander PHEV 2018 sembra avere tutte le carte in regola per giocare ad armi pari con brand più blasonati. Può essere lei l'ibrida giusta per voi?

DESIGN SCINTILLANTE Anche l’occhio vuole la sua parte e con il face-lift del 2015 e l’introduzione del nuovo family feeling di Marca Dynamic Shield, l’Outlander è cambiata molto nei punti giusti. Il frontale è ora più personale con cromature estese integrate nella griglia, a fare da ponte tra i due fari a Led, e con un’appendice a forma di “C” rovesciata che raggiunge addirittura i fari fendinebbia. Cromature che troviamo anche sul laterale, nella parte bassa delle porte, che rendono la linea più filante e pulita. Gli interni della versione in prova con allestimento full optional Instyle Diamond sono rifiniti con cura e la selleria è in morbida pelle con fianchetti contenitivi non invasivi. Ovviamente la parola d’ordine è spazio e comfort a volontà: vi sembrerà di essere seduti su di una poltrona da salotto e l’esperienza di guidare praticamente nel silenzio della trazione elettrica ci trasporta mentalmente nei giardini zen giapponesi, proprio dove mamma Mitsubishi produce la sua Outlander.

SUV SIZE Non fatevi tradire dal design filante perché la Mitsubishi Outlander PHEV è più grande di quel che sembra. Se i designer hanno fatto un buon lavoro con il big SUV giapponese la scheda tecnica non lascia dubbi sulla generosità delle dimensioni: 4,7 metri di lunghezza per 1,8 di larghezza e 1,71 di altezza con un passo di 2,7 metri. Inutile dirvi che 5 adulti di, quasi, qualsiasi stazza troveranno ampio agio al suo interno. E per i bagagli? Il vano dedicato alla presa di ricarica di corrente occupa poco spazio e la portata del bagagliaio varia da 486 litri in conformazione standard fino a 1.625 abbattendo le sedute posteriori.

INFOTAINMENT E SICUREZZA L’infotainment in Casa Mitsubishi prende il nome di Smartphone Link Display Audio e comprende uno schermo centrale touch screen da 7 pollici che integra i moduli Apple CarPlay e Android Auto tramite presa USB mentre collegandolo via Bluetooth si possono avere tutte le funzioni di telefono e riproduzione di contenuti multimediali audio. A livello di sicurezza la lista è ricca e comprende: la frenata d’emergenza automatica Forward Collision Mitigation, con rilevamento pedone, l’Around Monitor System che permette una visione a 360° del veicolo senza angoli ciechi. Il sistema Hold è molto utile per le ripartenze in città o in salita mentre il sistema Rear Cross Trafic Alert avverte se un veicolo sopraggiunge mentre siamo in fase di retromarcia. Vista la stazza della vettura e la propensione per i lunghi e comodi viaggi la tecnologia aiuta anche nei tratti autostradali con il Cruise Controll Adattivo e il Blind Spot Warning che ci avvisa riguardo alla presenza di veicoli negli angoli ciechi attraverso un segnale luminoso negli specchietti retrovisori.

COME FUNZIONA Tecnicamente le ibride plug-in ricalcano lo schema delle ibride Full, con due fondamentali differenze: la batteria è ancora più potente e si può ricaricare, oltre che in marcia, anche collegandola a una presa della corrente. La Mitsubishi Outlander PHEV è un caso particolare: continua a veleggiare elettrica anche oltre l'autonomia delle batterie (54 km dichiarati) perché il motore termico, un 2 litri da 121 cavalli, utilizza la sua potenza per ricaricare le batterie e non per spingere direttamente sulle ruote. A patto che non si superino i 120 km/h o si richieda troppa potenza: casi in cui prende il comando il motore termico. Dalla strumentazione si può perfino rilevare il tasso di utilizzo della componente elettrica. È, però, un’ibrida sui generis, perché il motore a benzina da 2 litri e 121 CV, per la maggior parte del tempo, si limita ad alimentare le batterie che, a loro volta, danno energia a due motori elettrici da 82 CV ciascuno: montati uno all'avantreno e l'altro al retrotreno per garantire la trazione integrale. Sono loro a muovere le ruote fino a una velocità massima di 120 km/h. Oltre questa velocità e nelle forti accelerazioni il quattro cilindri partecipa direttamente alla trazione, insieme ai due motori elettrici. L'Outlander PHEV dichiara tempi da 3 a sei ore e mezza a seconda della presa. Con la ricarica veloce recupera l'80% in mezzora.

COME VA Guidando in città mi dimentico delle dimensioni monstre. L'Outlander ibrida è agile e silenziosa e il reparto sospensioni assorbe bene qualsiasi buca o dislivello del caso. Non mi sembra vero, e i miei reni ringraziano, di avvertire poco più di un solletico percorrendo il caratteristico pavè milanese. A batteria piena il casa-ufficio a costo zero non è un miraggio anzi imparando a dosare bene il pedale dell'acceleratore si riesce a migliorarsi km dopo km. Il vostro benzinaio di fiducia non sarà per nulla contento. La sua tecnologia è sfruttabile da chiunque e non dobbiamo impazzire scegliendo tra un roaster di modalità di marcia impronunciabili perché possiamo sceglierne una soltanto: quella ECO che aiuta a massimizzare il risparmio di carburante quando abbiamo terminato la carica delle batterie. Tramite un tasto "Charge" è possibile utilizzare il motore termico come generatore e ricaricare, di poco, le batterie mentre il tasto "Save" chiamerà più spesso in causa il 2.0 litri benzina per rendere più efficiente l'utilizzo dei due motori elettrici durante le ripartenze. Le palette al volante non servono per cambiare marcia ma per aumentare, o diminuire, il freno motore così da poter recuperare ancora più energia per il pacco batterie.L'ansia da ricarica, poi, viene sconfitta in partenza perché il serbatoio per la benzina c'è e può ospitare fino a 45 litri che ci consentono un mix di 825 km di autonomia complessiva.

LISTINO PREZZI Il prezzo della Mitsubishi Outlander PHEV parte da 48.600 euro per l’entry level Instyle fino ad arrivare ai 56.600 euro per la full optional Instyle Diamond. I bassi costi di esercizio, i vantaggi fiscali e privilegi dell'ibrido rendono meno d'impatto il prezzo di listino di un'auto tecnologicamente molto avanzata ma alla portata di tutti.


TAGS: mitsubishi outlander mitsubishi mitsubishi outlander phev speciale ibride mitsubishi outlander phev 2018 oultlander