Autore:
Emanuele Colombo

LO SCOOTER ELETTRICO SECONDO BMW L'occasione per provarlo è stato il BMW Technology Workshop, un evento in cui la casa di Monaco ha parlato delle tecnologie per la mobilità tra presente e futuro: protagonista tra i veicoli a due ruote è stato il BMW C Evolution, il maxi scooter elettrico della casa. Ecco che cosa è emerso durante il test e quali spunti di riflessione offre.

C EVOLUTION LONG RANGE Dico subito che l'oggetto della mia prova è il BMW C Evolution Long Range, ultima e più potente versione dello scooter elettrico bavarese, aggiornato a fine 2016 con batterie da 94 Ah: alla base ci sono le stesse celle delle automobili BMW i3. Risultato, una potenza continua di 26 CV, un picco di 48 CV nello sprint e un'autonomia dichiarata che raggiunge i 160 km. La velocità massima è limitata elettronicamente a 129 km/h e bastano 6,8” per accelerare da 0 a 100 km/h.

PER CHI HA LA PATENTE A1 Dello scooter elettrico BMW rimane a listino una versione omologata per la guida con la patente A1, con una batteria da 60 Ah, una potenza di 15 CV, un’autonomia di circa 100 chilometri e una velocità massima di 120 km/h. Sette secondi netti è il tempo impiegato da questa versione nell'accelerazione da 0 a 100 km/h. Quanto ci vuole per la ricarica? Con il cavo di serie, vanno da tre ore per la versione da 100 km di autonomia a quattro/cinque per la versione Long Range. I cavi per le colonnine pubbliche sono venduti a parte.

AUTOSTRADA: SÌ O NO? “Entrambe le versioni del nuovo C Evolution assolvono in maniera spigliata anche percorsi autostradali”, dice BMW. Peccato che in Italia – per il momento – un buco legislativo lasci spazio a contestazioni se moto e scooter elettrici viaggiano in tangenziali e autostrade. Per dirimere la questione, il 12 dicembre 2017 era stato presentato il Disegno di Legge 2997 Disposizioni in materia di circolazione sulle autostrade e sulle strade extraurbane principali di motocicli a motore elettrico: una legge di cui si sono perse le tracce con il cambio della legislatura.

COSA DEVE CAMBIARE È quindi evidente che, al di là degli aspetti tecnici, la mobilità del futuro implica un adeguamento delle norme. E pure delle infrastrutture, visto che le colonnine di ricarica per veicoli elettrici sono ancora poche, sul territorio, e i tempi per il rifornimento non si avvicinano neanche a quelli per un pieno di benzina: tutte cose arcinote, tornate alla ribalta nella nostra recente prova dell'auto elettrica Tesla Model S 100D. Ma come si comporta su strada lo scooterone di BMW?

SU STRADA Ampio e comodo, a bassissima velocità il C Evolution Long Range accusa il peso di 275 kg dovuti alle batterie. Per fortuna in retromarcia mi aiuta la... retromarcia, che attivo tenendo premuto un pulsante sul blocchetto elettrico sinistro. Appena prendo velocità la maneggevolezza è buona e il baricentro spostato in avanti dalle batterie mi dà sensazioni quasi motociclistiche e mi permette di chiudere le curve con piglio quasi sportivo.

EFFETTO FIONDA Quattro le modalità di guida: passando per la Road, che rappresenta lo standard, si va dalla Eco Pro, che sacrifica le prestazioni a vantaggio dell'autonomia, alla Sail, che elimina il freno motore rigenerativo per una guida più scorrevole in autostada. La mia preferita? È la Dynamic, che mi dà accelerazioni degne di una fionda e un freno motore (che ricarica le batterie) che mi accompagna fino all'arresto del veicolo e mi permette di fare a meno dei freni in quasi tutte le situazioni. Non molto gradevole è il sound: meno invadente di quello dei motori tradizionali, ma fatto di mugolii e fischi per nulla emozionanti.

ACCESSORI E COLORAZIONI Disponibile con la sola colorazione grigio metallizzato/giallo, il C Evolution non sfugge alle regole del marchio, infatti tra le dotazioni a richiesta figurano molte proposte per la personalizzazione: manopole riscaldabili, sella comfort e antifurto, per cominciare, ma anche kit di borse, parabrezza, navigatore e staffa per fissare lo smartphone al cruscotto. Più importanti di tutto, però, sono i cavi di ricarica aggiuntivi di cui parlavamo prima: necessari per collegare il C Evolution ai vari tipi di colonnine pubbliche.

VERSIONI E PREZZI Il prezzo, per la versione da 160 km di autonomia denominata Long Range, è di 16.200 euro. Costa 1.500 euro in meno la versione standard da 100 km di autonomia e 15 CV. Per riferimento, un BMW C650 con motore tradizionale parte da 11.600 euro. Si risparmia con un BMW C Evolution usato: sul sito bmw-motorrad.it c'è una sezione apposita, che al momento di scrivere è ricca di proposte tra le versioni standard e Long Range: tutte, in genere, con pochissimi chilometri all'attivo (molte a chilometri zero) e prezzi compresi tra 7.600 e 14.000 euro.

 

ABBIGLIAMENTO

CASCO SCORPION EXO CITY Lo Scorpion Exo City è un casco jet dall'ottima calzata, con chiusura micrometrica e tanto spazio per i padiglioni auricolari: una dote che aumenta significativamente la sensazione di comfort. Molto ampio il campo visivo, esaltato da una visiera a bolla luminosa e perfettamente neutra dal punto di ottico in tutte le direzioni. Completa la dotazione una presa d'aria in cima alla calotta, dal sistema di apertura e chiusura stabile, e un visierino parasole estraibile che non interferisce con eventuali occhiali.

GIACCA TUCANO URBANO TOM In morbidissima pelle ovina traforata, la giacca Tucano Urbano Tom ha protezioni semirigide CE Livello 1 per spalle e gomiti, che si armonizzano perfettamente e non danno nell'occhio. Ottima la vestibilità, che si può regolare con gli automatici in vita e cerniere ai polsi. Alla guida la ventilazione offerta dal traforato è perfetta per i mesi estivi, tanto più che la fodera interna in poliestere a rete favorisce la dispersione del calore. Molto discreti i profili riflettenti che sfruttano la tecnologia Reflactive System - Visibility on demand. Per chi cercasse una sicurezza ancora superiore, è prevista una tasca per la protezione dorsale (venduta a parte).

GUANTI TUCANO URBANO CALAMARO Guantini estivi dotati di inserti rigidi in ABS sulle nocche. Dita e palmo sono rivestiti in pelle. Non danno fastidio, nemmeno dopo ore di guida, perché la struttura elasticizzata non comprime troppo le protezioni rigide sulla mano. Alla prova sul campo concedono un'ottima sensibilità e un elevato grado di comfort: a tutto vantaggio del piacere di guida. Il polsino è in neoprene e la chiusura in velcro.

PANTALONI TUCANO URBANO GINS Hanno tasche per le protezioni su ginocchia e anca ma anche senza di esse fanno sentire protetti grazie al maggior spessore del tessuto in queste aree critiche. Eppure risultano comodi e non rigidi e le cuciture aggiuntive per le tasche di cui sopra non si sentono. Sono fatti in denim di cotone con trattamento idrorepellente, non di meno non fanno sudare e anzi danno sempre una piacevole sensazione di traspirazione. Le bandelle ad alta visibilità? Ci sono ma non danno nell'occhio: una buona notizia per chi non ama indossare capi dal look troppo tecnico.

SCARPE STYLMARTIN MARSHALL Le Marshall di Stylmartin sono scarpe strutturate, vale a dire che la tomaia, in pelle idrorepellente color tortora, il sottopiede, anatomico e traspirante e la suola in gomma sono fissati insieme all’interno di una forma, per garantire il miglior sostegno possibile del piede. Hanno una calzata comoda e trasmettono un gran senso di protezione alla caviglia, pur lasciando una libertà di movimento paragonabile alle sneaker basse. A confermare la loro qualifica di capo tecnico ci pensano, invece, la fodera impermeabile interna, le protezioni sui malleoli e il paracambio.


TAGS: prezzo autonomia opinioni difetti bmw c evolution bmw technology workshop 2018