Al volante della Lexus NX 450h 2022 plug-in hybrid
Test drive

Cerchi un SUV plug-in potente e poco assetato? Prova Lexus NX 450h


Avatar di Emanuele Colombo , il 14/05/22

5 giorni fa - Il test del SUV ricaricabile Lexus NX 450h: top per qualità e consumi

Quanto consuma un SUV plug-in hybrid con la batteria scarica? Il test della Lexus NX 450h regala emozioni e sorprese

Da anni è al vertice degli indici di gradimento del pubblico internazionale e addirittura molti costruttori – chi più chi meno segretamente – ritengono Lexus il punto di riferimento nella qualità delle automobili: ecco perché sono sempre particolarmente curioso di passare i suoi modelli sotto la lente, come ho fatto con la nuova Lexus UX 450h+ AWD F-Sport plug-in hybridLa prospettiva è chiara, passare con lei una settimana, nel casa ufficio e in un weekend fuori porta, per cercare di cogliere la magia di questa Lexus e per rispondere a interrogativi di non poco conto: quanto consuma? È efficiente solo in città o anche in autostrada? Che cosa succede quando la batteria si scarica? Una cosa alla volta.

Alla guida della Lexus NX 450h Alla guida della Lexus NX 450h

DESIGN, INTERNI, FINITURE

Il SUV alla spina si presenta con le linee spigolose, ma sobrie, tipiche del marchio. Nonostante la mole e una calandra che sembra pronta per aspirare nella sua griglia persino l’asfalto dell’autostrada, riesce a essere slanciata, grazie a un cofano molto lungo e a un tetto non troppo alto. Non è un’auto appariscente e a me questo piace molto. Mi piace anche perché, a un look che non ostenta, accompagna una serie di soluzioni molto originali per arredi e comandi, che dimostrano un’attenzione al dettaglio fuori dal comune.

Lexus NX 450h+, lo schermo touch da 14 pollici Lexus NX 450h+, lo schermo touch da 14 pollici

A BORDO Fin da quando poso le mani sul suo volante morbido e corposo, ho l’impressione di trovarmi su un’auto coi fiocchi. Il grandissimo schermo touch da 14 pollici – molto reattivo al tocco – domina e illumina la plancia, mentre la pelle degli interni mi avvolge con la sua morbidezza e il suo profumo. A ben guardare è una gonna un po’ corta, quella indossata dalla Lexus UX, visto che la plastica nuda fa capolino nella parte bassa della plancia, del tunnel e dei pannelli porta, ma da sopra le tasche delle portiere in poi, la cura del dettaglio e le finezze nell’arredo non mancano di certo.

SA COME DISTINGUERSI Rimango ammirato dalle ghiere rotonde di regolazione del clima, che al loro interno hanno un piccolo display circolare a colori a mostrare la temperatura impostata. E mi colpiscono pure le maniglie delle portiere, che hanno un’apertura poco intuitiva ma di grande effetto. Un po’ per il materiale con cui sono fatte, il freddo ma pregiato alluminio, un po’ perché bisogna premerle per azionare lo sblocco delle serrature, ma per come sono fatte, tutti quelli che ho portato in auto con me hanno, in prima battuta, cercato di tirarle.

Lexus NX 450h+, in color alluminio il comando di apertura della portiera Lexus NX 450h+, in color alluminio il comando di apertura della portiera

MANIGLIE COL TRUCCO A dirla tutta, le maniglie si possono anche tirare e qui sta un’altra bella fetta della loro originalità: si attiva così lo sblocco meccanico di emergenza, utile se il circuito elettrico dell’auto smette di funzionare. In seguito a un incidente, per esempio. Peccato che per questo tipo di apertura la leva vada tirata due volte. Il che non è forse il massimo dell’intuitività: un peccato non trascurabile, visto che se l’apertura elettrica smette di funzionare è probabile che ci troviamo in una situazione di emergenza.

ALTI E BASSI Un’altra piccola caduta di stile, a mio avviso, è che i sedili anteriori non hanno la seduta regolabile in lunghezza: sono ugualmente comodi, ma tra le auto premium anche questi dettagli contano. L’attenzione al dettaglio però è all’altezza del blasone, con tappetini in feltro a foderare il fondo delle maniglie interne: anteriori e posteriori. Fig... ehm, furbissimo poi il vano nel mobiletto centrale, che ha l’apertura double face: il bracciolo può essere sbloccato e sollevato tanto dal lato destro quanto dal sinistro, grazie a due pulsanti differenziati e a uno speciale sistema di cerniereMeno convincente il tetto apribile in cristallo da 1.500 euro, che ha dimensioni risicate: con la moda dilagante dei tetti panoramici, l’effetto oblò è poco “premium”.

Lexus NX 450h+, i sedili posteriori e il tetto apribile in cristallo Lexus NX 450h+, i sedili posteriori e il tetto apribile in cristallo

LA TECNOLOGIA Lato tecnologia, Apple Carplay è wireless, ma Android Auto è via cavo: sarebbe ora di un aggiornamento, ma è molto furba la soluzione del comparto a cassetto per la ricarica senza fili del cellulare, che funge da coperchio per un vano sottostante (foderato anche quello) con la presa a 12 volt. Altra finezza sono le luci di cortesia touch, che danno alla Lexus NX 450h un ulteriore tocco hi-tech.

ABITABILITÀ Molto bene lo spazio a bordo, che è in linea con quanto ci si aspetta da un SUV di 4,66 m da paraurti a paraurti. Il bagagliaio va da 555 a 1.411 litri: ha una soglia un po’ alta da terra, ma allineata con il piano di carico, a tutto vantaggio delle operazioni di carico e scarico. L’accesso, poi, è facilitato da un portellone elettrico che funziona davvero bene: il sensore sotto il paraurti non si fa pregare per spalancarlo quando arrivo carico di borse e valigie. Sotto c’è un comodo pozzetto per riporre i cavi di ricarica e l’alloggiamento della batteria dei servizi: in posizione comoda da raggiungere quando dovessi aver bisogno di far partire l’auto coi cavi. Chiude la rassegna delle soluzioni smart la cappelliera pieghevole, comoda da riporre quando il bagaglio richiede qualche centimetro in più in altezza.

VEDI ANCHE



Lexus NX 450h+, la cappelliera pieghevole Lexus NX 450h+, la cappelliera pieghevole

AL VOLANTE

I primi metri con la Lexus NX 450h fanno subito capire che qui la parte elettrica del sistema ibrido è protagonista dell’esperienza di guida. Il pedale dell’acceleratore è pronto come su una Tesla e con le batterie cariche si viaggia agevolmente a motore spento. Due emozioni contrastanti emergono su tutte: la sensazione di una grande potenza disponibile, ma anche una grande rilassatezza della guida, che deriva dalla fluidità tipica del sistema ibrido Toyota (di cui Lexus è il brand di lusso, ricordo). In città si manovra con facilità, grazie a uno sterzo dal giusto peso e dal raggio di svolta contenuto. E al semaforo, non ce n’è per nessuno: se voglio guadagnare qualche metro, lo scatto è fulmineo, perché la potenza arriva senza alcun ritardo e anche senza esibirmi in partenze al fulmicotone, mi basta riuscire sempre ad anticipare le reazioni degli altri veicoli per lasciarli indietro.

TUTTA SUA LA CITTÀ I 20 quintali dell’auto spariscono persino quando c’è da sorpassare i ciclisti, che in città spesso sono un ostacolo difficile da gestire con il giusto rispetto: in questo, la certezza di poter completare la manovra in un batter d’occhio, senza aspettare che il cambio automatico decida quale rapporto gli serve, è di grande aiuto. Nei parcheggi, un’altra finezza: i suoni dei sensori sono molto più dolci e musicali del solito, molesto “beep beep”. Sarà un dettaglio, ma contribuisce a stressarmi meno. Completa l'opera la frenata di emergenza, che funziona anche in retromarcia. Lexus dichiara per la NX 450h un’autonomia elettrica fino a 98 km in città e fino a 76 km nel ciclo misto: risultati non perfettamente allineati con i consumi rilevati dal computer di bordo durante la mia prova. Per attraversare Milano nell'ora di punta ho consumato 22,2 kWh/100 km, mentre l'assorbimento di energia è sceso a 18,9 kWh/100 km in extraurbano. In pratica, forse a causa del traffico molto intenso del capoluogo lombardo, in città si consuma più che fuori.

Lexus NX 450h, la prova Lexus NX 450h, la prova

NON BEVE TROPPO Tuttavia, più interessante ancora è vedere che succede quando affronto l’autostrada per un weekend al mare con la famiglia. Chiaramente sui consumi complessivi pesa quanto spesso riesco a ricaricare, quindi, per semplificare i conti, provo a partire con la batteria scarica: in questo modo andrò a stimare il consumo peggiore verso il quale l’auto tende all’allungarsi del viaggio. Ebbene, sorpresa: anche in queste condizioni ai 130 km/h costanti consentiti dal codice, il SUV Lexus si accontenta di 7,3 l/100 kmLa media di tutto il weekend che ha previsto la partenza da Milano, arrivo a Chiavari, concerto in centro a Genova in serata con rientro su Chiavari in statale e da qui rientro a Milano in autostrada, 7 l/100 km. Il tutto, si badi bene, partendo con le batterie scariche. Chapeau! E va considerato che il resto della settimana lo faccio tutto a batterie, ricaricando la notte in garage da una normale presa di corrente nel giro di 8,5 ore (da una wallbox a 6,6 kW potrei fare il pieno in 2,5 ore).

SEMPRE SCATTANTE IN RIPRESA Fuori città la Lexus NX 450h è un’auto veloce e rilassante, molto rilassante! C’è solo un fruscio del vento un po’ più avvertibile di quanto mi aspetto da un’auto di questa classe, ma per il resto il comfort è totale, esaltato dalla fluidità della trasmissione e dalle funzioni di guida assistita, che mantengono velocità e corsia con precisione rassicurante anche quando mi trovo a sfilare i mezzi pesanti sulla corsia a sinistra. E mi permettono di affrontare i lunghi tragitti con un impegno ridotto al volante. Anche a velocità autostradali e con la batteria scarica, i sorpassi sono pressoché istantanei, perché comunque nella batteria rimane una riserva sufficiente a sostenere le riprese occasionali.

Lexus NX 450h+, i comandi sul tunnel centrale Lexus NX 450h+, i comandi sul tunnel centrale

SEMPRE GRINTOSA Non chiedetele, però, una guida d’attacco, perché il cambio E-CVT non è fatto per quello. Le palette dietro al volante? Simulano malamente un cambio sequenziale – cosa che l’E-CVT non è affatto – aumentando più il rumore che il freno motore in scalata. E in accelerazione, comunque, non mettono al riparo dell’onnipresente effetto scooter, che è sempre pronto a saltar fuori quando si chiede tanto all’acceleratore o quando si agisce con piede leggero, ma in salita. Effetto scooter che si accentua con le batterie scariche e le modalità di guida più aggressive Sport e Sport+. La Lexus dà il meglio in modalità Normal e con uno stile di guida scorrevole: non pigro, sia chiaro, ma senza azioni brusche sui comandi. Accompagnatela a dovere e saprà essere veloce e appagante al di là di ogni aspettativa: persino nelle strade di collina tutte curve, come quelle della costiera ligure, grazie alla precisione e alla tenuta delle gomme da 20 pollici.

PICCOLA STONATURA Non mi piacciono molto i comandi a sfioramento a quattro posizioni sulle razze del volante. Se li tocchi accidentalmente, illuminano nello Head Up Display il menu delle funzioni a cui corrispondono: vero che in questo modo è facile cliccare sulla voce che interessa - dall’attivazione del cruise control all’attivazione dei comandi vocali - ma basta un contatto accidentale con il palmo della mano, per esempio quando giro il volante, per far comparire nel campo visivo del guidatore delle icone che attirano l’attenzione e distraggono dalla guida. Alcuni comandi, poi, sono poco intuitivi: per esempio quello per azzerare i contachilometri parziali e per dire al navigatore di evitare le strade a pedaggio.

Lexus NX 450h+, il menu del tasto a sfioramento sullo Head Up Display Lexus NX 450h+, il menu del tasto a sfioramento sullo Head Up Display

PREZZO E ACCESSORI CONSIGLIATI

Il bello delle Lexus è che non devi stare a impazzire con il configuratore. La lista degli accessori è risicata, perché le dotazioni sono in funzione degli allestimenti, che in generale sono già generosamente equipaggiati. Un vantaggio anche per la trasparenza dei prezzi, che al momento di pagare si discostano di poco da quanto pubblicizzato o quanto visto sul listino. Nel mio caso, la Lexus NX 450h+ F-Sport plug-in AWD a trazione integrale attacca a 72.500 euro, a cui gli unici extra da sommare sono il tetto apribile da 1.500 euro (da valutare bene, visto che non aggiunge tantissimo alla qualità della vita a bordo) e la vernice, che tranne l’arancione comporta sempre una spesa accessoria da 600 a 1.200 euro. Il resto è tutto compreso: dalla strumentazione digitale da 7” allo schermo touch da 14'' a centro plancia; persino le ruote da 20 pollici e il sistema audio premium con 10 altoparlanti (che ha un bel suono limpido ed equilibrato, ma un effetto surround non proprio travolgente, va detto). Prezzo finale, se non volete farvi mancare proprio nulla, 75.200 euro.

SCHEDA TECNICA LEXUS NX 450H+ AWD PLUG-IN F-SPORT

Motore 2.487 cc, 4 cilindri benzina plug-in hybrid
Potenza 309 CV
Coppia 227 Nm
Velocità 200 km/h
Da 0 a 100 km/h 6,3 secondi
Batteria 18,1 kWh
Autonomia Fino a 75 km (ciclo misto WLTP)
Ricarica Da 2,5 a 9 ore
Cambio Automatico e-CVT
Trazione Integrale elettrica
Dimensioni 4,66 x 1,87 x 1,64 m
Peso 1.990 kg
Bagagliaio Da 555 a 1.411 litri
Prezzo Da 72.500 euro

Pubblicato da Emanuele Colombo, 14/05/2022
Tags
Gallery
Listino Lexus NX
Allestimento CV / Kw Prezzo
NX Hybrid Premium 4WD 190 / 140 58.000 €
NX Hybrid F Sport 4WD 190 / 140 63.000 €
NX Hybrid Luxury 4WD 190 / 140 65.000 €
NX Plug-in Premium 4WD 185 / 136 65.000 €
NX Plug-in F Sport 4WD 185 / 136 70.000 €
NX Plug-in Luxury 4WD 185 / 136 72.000 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della Lexus NX visita la pagina della scheda di listino.

Scheda, prezzi e dotazioni Lexus NX
Vedi anche
Logo MotorBox