Autore:
Emanuele Colombo

DIESEL A RISCHIO Lo dice anche Marchionne: il pubblico si sta allontanando dal Diesel e nella scelta tra benzina e gasolio il risultato non è più scontato. Ecco perché abbiamo pensato di introdurre una nuova serie di comparative in cui mettere a confronto la stessa auto con motorizzazioni diverse, analizzando piacere di guida e costi di gestione. L'onore del debutto? Spetta all'Alfa Romeo Giulia Veloce: variante a trazione integrale della berlina italiana, con cambio automatico a 8 marce e i motori più potenti della gamma (se escludiamo la mostruosa Quadrifoglio). Ecco come è andata...

LE DUE VERSIONI A guardare le nostre due Giulia Veloce non si notano differenze. La Diesel, però, ha un motore 4 cilindri turbo da 2,2 litri con 210 cavalli e 470 Nm a soli 1.750 giri. La Giulia a benzina ha un 4 cilindri turbo da 2,0 litri con 280 cavalli e 400 Nm a 2.250 giri. Più cavalli e meno coppia, quindi, ma pur sempre un gran tiro ai bassi regìmi. Chi vincerà sul piano della soddisfazione?

ALLA GUIDA DELLA DIESEL A giudicare dai forum, per gli appassionati Alfa il piacere di guida è ancora molto legato al motore a benzina e al cambio manuale. Hanno ragione? Fino a un certo punto. Quando un cambio automatico funziona come quello della Giulia, con innesti immediati e leve al volante che restituiscono una sensazione così meccanica, ogni cambiata è una vera goduria. E nasconde la scarsa propensione dei Diesel a girare alto. Rimane la grande spinta ai bassi regimi garantita dai 70 Nm di coppia in più, che dà alla Giulia a gasolio una grinta in ripresa quasi da supercar. Un po' sotto tono la progressione oltre i 190 km/h: una velocità che comunque si raggiunge solo in pista o su alcune autobahn tedesche.

ALLA GUIDA DEL BENZINA Data per favorita nel piacere di guida, dalla Giulia a benzina mi aspetto un sound più raffinato e grintoso. Promessa mantenuta solo in parte, perché la perfetta insonorizzazione lo rende quasi inavvertibile: a meno di non spalancare i finestrini in galleria.Stessa cosa vale per l'erogazione: come sul Diesel, anche il benzina spinge in basso. La potenza massima arriva a 5.250 giri e il limitatore taglia deciso l'allungo solo 500 giri dopo. Anche qui, però, l'eccellente cambio automatico ci mette del suo per esaltare tanto la sportività quanto il guidatore. Però il vantaggio in termini di prestazioni rispetto alla Veloce Diesel è netto: 5,2 secondi contro 6,8 nello 0-100 e 240 km/h contro 235 in velocità massima.

I CONSUMI Per capire come si comportano le due Alfa Romeo abbiamo effettuato con le due auto in carovana un percorso misto, partendo e rientrando in redazione. Siamo passati per una fetta di Milano, un tratto di autostrada e uno di statale, scambiando i guidatori a metà strada per uniformare gli effetti dello stile di guida. Con lo stesso intento abbiamo scelto di lasciare il cambio in automatico, con il manettino impostato su A: il driving mode più risparmioso. Risultato: la Giulia Veloce a gasolio ha consumato in media 7,2 l/100 km, stando al computer di bordo, ossia il 21,7 per cento in meno, registrando 6,7 l/100 km a 130 km/h costanti in autostrada e 10,6 l/100 km nel tratto urbano. Netto lo svantaggio della versione a benzina, che si è scolata 9,2 l/100 km nel misto, 7,8 l/100 km in autostrada e 14,4 l/100 km in città. E la benzina costa pure 15 centesimi in più al litro.

VANTAGGI E SVANTAGGI Se da un lato il Diesel taglia i consumi, dall'altro si presta meno all'uso cittadino. Nell'immediato – e vale per tutte le auto – per il problema dei filtri anti particolato, che come tutti sanno, non hanno modo di effettuare la rigenerazione e tendono a intasarsi se ci si limita a brevi percorsi urbani. Chi compra una Giulia, va detto, difficilmente ne fa un uso di questo tipo, ma potrebbe essere interessato alla svalutazione dell'auto, che per la versione a gasolio potrebbe essere maggiore se le amministrazioni cominceranno davvero a mettere al bando questo carburante.

I COSTI FISSI L'argomento più spinoso di questa comparativa è quello dei costi, che abbiamo affrontato con l'aiuto delle tabelle calcolate dall'ACI. Il superbollo, autentico spauracchio degli italiani, incide per 200 euro l'anno: 466 euro è la tassa automobilistica della Veloce Diesel e 668 euro quella della versione a benzina. Questo divario è ampiamente compensato, secondo ACI, dal premio assicurativo che porta la bilancia dei costi fissi in leggero vantaggio per la benzina malgrado, bollo e interessi finanziari più elevati. I prezzi d'acquisto? Anomalia quasi esclusiva di Giulia, la Veloce Diesel costa meno: 51.100 euro. Per la Veloce a benzina ci vogliono 4.000 euro in più.

I COSTI PROPORZIONALI La vera differenza viene dai costi proporzionali: carburante e ammortamento in primis, che spostano l'ago della bilancia a favore del gasolio. Va detto che Aci scommette su un valore residuo del diesel quasi 4 volte più alto del benzina a fine vita. Una scommessa che non tiene conto della messa al bando del gasolio di cui si parla sempre più spesso. Le spese per gomme e manutenzione, invece, sono quasi identiche e tirando le somme, il conteggio totale indica in circa 60 centesimi al chilometro il costo della Diesel contro 1 euro al chilometro per la benzina, per una percorrenza annua di 10 mila chilometri. Il vantaggio si assottiglia facendo più strada, passando a 47 centesimi contro 60 centesimi al chilometro, sempre a favore del Diesel, se si fanno 40 mila chilometri l'anno. A conti fatti, la Giulia a benzina comporta spese più alte di quella a gasolio a fronte di un piacere di guida solo di poco superiore. Nella tabella qui sotto trovate il riepilogo dei dati più importanti.

 

Modello

Giulia Veloce Diesel

Giulia Veloce benzina

Prezzo

51.100 euro

55.100 euro

Potenza

210 CV

280 CV

Coppia

470 Nm a 1.750 giri

400 Nm a 2.250 giri

Consumo in città (computer di bordo)

10,6 l/100 km

14,4 l/100 km

Consumo in autostrada (c.d.b.)

6,7 l/100 km

7,8 l/100 km

Consumo medio (computer di bordo)

7,2 l/100 km

9,2 l/100 km

Manutenzione

0,082 euro/km

0,085 euro/km

Superbollo, RCA e interessi

5.546 euro/anno

5.530 euro/anno

Costi totali al km (10.000 km/anno)

0,6 euro/km

1,0 euro/km

Costi totali al km (40.000 km/anno)

0,47 euro/km

0,60 euro/km

 


TAGS: prova diesel benzina test comparativa costi Alfa Romeo Giulia Veloce