FACCHINO PERSONALE Piaggio Fast Forward è una divisione del gruppo Piaggio, lo stesso della Vespa, dedicato a soluzioni innovative di mobilità sostenibile. Il primo progetto in cantiere è il Gita, piccolo robot capace di seguire il “padrone” portandosi appresso i suoi oggetti personali: buste della spesa, materiale da palestra, giocattoli dei figli o del proprio animale domestico.

SONO GIÀ PASSATI DUE ANNI La prima volta che abbiamo parlato del Gita è stato un paio di anni fa, in occasione del suo annuncio. Piaggio FF ci fa sapere che il piccolo robot è finalmente pronto: disponibile inizialmente solo sul mercato statunitense, Gita sarà venduto da metà novembre al prezzo di 3.250 dollari. Tre i colori disponibili: rosso, grigio e blu scuro. 

Piaggio Gita, maggiordomo autonomo

UN ROBOT (QUASI) AUTONOMO Rispetto alle specifiche iniziali, il Gita non sarà più un robot autonomo, nel senso di potersi muovere liberamente nell’ambiente circostante. Gita si limiterà (si fa per dire) a seguire la persona a cui è associato, grazie ai sensori e alle telecamere di cui è dotato, e che gli permettono una visione a 360°. La velocità massima che può raggiungere è di 6 miglia orarie, ossia 10 km/h: molto meno rispetto a quella prevista inizialmente di 35 km/h, a tutto vantaggio della sicurezza. Il peso si aggira intorno ai 23 kg, e la portata massima degli oggetti caricati è di circa 20 kg.

PRIVACY INNANZITUTTO Gita non può registrare video o scattare fotografie, e men che meno identificare la persona che sta seguendo. Una scelta che Piaggio ha preso per tutelare al massimo la privacy dell’utente finale. Al momento il robot è in grado di muoversi solo su superfici rigide come pavimenti o asfalto, non su terreni accidentati o morbidi come sabbia, neve, fango o sterrato. Parimenti, non riesce ad affrontare scalini o superare pendenze superiori ai 16°.

Il Piaggio Gita, in vendita da metà novembre negli USA

UNA APP PER DOMARLO La batteria che alimenta il Gita gli garantisce quattro ore di autonomia, e sono necessari novanta minuti di collegamento a una presa elettrica per una ricarica completa. In situazioni di emergenza il Gita può fungere anche da batteria esterna per il proprio telefono. Una apposita app consente di controllare alcune funzioni del robot: aprire il coperchio, controllare i livelli della batteria, e volendo riprodurre musica.

NON ALLA PORTATA DI TUTTI L’idea di un facchino personale che permette di muoversi senza portarsi dietro troppi pesi ha un suo indubbio fascino, ma il prezzo di 3.250 dollari non rende il Gita alla portata di tutte le tasche, e l’utilizzo in città come Roma o Milano potrebbe non essere agevole. Voi lo comprereste? 


TAGS: piaggio robot piaggio gita