Pubblicato il 23/08/20

TOP CON TOP Il top della produzione Oppo, il quinto produttore al mondo di smartphone, e il top della produzione Lamborghini. Oppo Find X2 Pro Lamborghini Automobili Edition è chiaramente Ispirato alla Aventador SVJ Roadster. Il fondo non poteva che riprendere le forme scavate e la fibra di carbonio della Aventador, ricoperta da uno strato ceramico trasparente. Per evitare di coprire tanto lavoro con la classica cover a gommone, Oppo fornisce in dotazione una cover rigida in ecopelle e gomma con trama a fibra di carbonio, che integra perfettamente nel suo spessore la fotocamera altrimenti sporgente. Ma sotto, com'è?

 

Oppo Find X2 Pro Lamborghini con la cover esclusiva

LA SCHEDA TECNICA

SOTTO AL COFANO Anche la scatola si ispira alla Aventador, un cofanetto con il coperchio che si apre a coltello come le portiere della supercar bolognese. Le analogie continuano sotto al cofano: Oppo Find X2 Pro Lamborghini Automobili Edition monta il top dei motori Snapdragon, l’865, octa-core, 64 bit e 2,84 GHz, supportato da 12 GB di memoria RAM e 512 GB di memoria UFS 3.0: tutto molto veloce, come il V12 da 770 cavalli della Lamborghini Aventador SVJ. Se non vi basta mezzo tera di spazio, però, fatevelo bastare, non c’è spazio per schede Micro SD. Altrettanto veloce è il suo display AMOLED 6,7” QHD+ 3168x1440 pixel con frequenza di refresh fino a 120 Hz, per non perdere un frame nei video e nei giochi. È anche molto luminoso, 800 nits con picchi fino a 1.200 nits, e protetto da Gorilla Glass 6. La funzione Adaptive Eye Protection System sceglie automaticamente luminosità e temperatura colore dello schermo in base all’ambiente e alle proprie preferenze per prendersi cura degli occhi, guadagnandosi anche la certificazione Full Care Display del TUV. Oltra alla frequenza di aggiornamento fino a 120Hz, il suo schermo è molto sensibile al tocco grazie al campionamento del touchscreen a 240 Hz. Velocissimo e quasi a prova di errore è anche il sensore di impronte digitali annegato nello schermo, che mi fa accedere rapido alla prima schermata.

Oppo Find X2 Pro Lamborghini: il contenuto della scatola

COME CAMBIA ANDROID 10

UN MENU A TEMA La UI Oppo Color OS è arrivata alla versione 7.1, ed è ora decisamente più occidentale e meno fumettosa, molto più simile a quella di Samsung. Il sistema operativo è Android 10 e il tema è, nemmeno a dirlo, personalizzato per la Lamborghini Edition. Fondo scuro, ottimo per sfruttare lo schermo AMOLED, e icone che sembrano fusioni in bronzo dalle forme sfaccettate. Sembra un po’ un tema steampunk, avrei preferito un tema più hi-tech, alluminio e acciaio piuttosto che bronzo. Con questo schermo è un piacere guardare i video, fluidi e con una luminosità fruibile anche al sole. Attenzione però all’intelligenza artificiale quando si prende cura dei vostri occhi: se i colori del video che state guardando sembrano un po’ troppo caldi, quasi virati al giallo, è colpa sua.

L'AUDIO DOLBY ATMOS

SOUND INCONFONDIBILE Vogliamo parlare del sound della Lambo? Oppo Find X2 Pro Lamborghini Edition è pronto a diffondere il suono con standard Dolby Atmos dai suoi due altoparlanti, quello nel profilo inferiore e la capsula telefonica nel lato superiore dello schermo. E producono un bel suono, piuttosto potente e pulito per uno smartphone, adatto anche ad apprezzare il sound del V12 Lamborghini.

Oppo Find X2 Pro Lamborghini visto di lato

AUTONOMIA E RICARICA

LE BATTERIE SONO DUE Oppo Find X2 Pro Automobili Lamborghini Edition è veloce anche nella ricarica delle batterie. E non utilizzo il plurale a caso: le batterie sono due da 2085 mAh, per un totale di 4260mAh, che l’alimentatore SuperVOOC carica in parallelo con una carica massima a 10V e 65W. Il 100% si ricarica in meno di 40 minuti, il 50% in 18 minuti. Anche il caricatore da accendisigari in dotazione è SuperVOOC con 5A a 10V max, ma dietro al prezioso scudo in fibra di carbonio non si nasconde l’antenna per la ricarica wireless. La carica è sufficiente a una giornata di utilizzo intenso senza problemi, specie se lasciate scegliere a Find X2 Pro la frequenza di aggiornamento dello schermo più efficiente.

PRONTO PER LA RETE 5G

CONNETTIVITÀ Un telefono che si fregia del Toro di Sant’Agata non può che essere pronto a connettersi alla velocità del 5G Dual Mode e anche nel WiFi e nel Bluetooth è allo stato dell’arte, con WIFi 6 e Bluetooth 5.1. Pesa 207 grammi e resiste a polvere e acqua secondo lo standard IP68, ovvero può resistere in immersione fino a tre metri per un’ora al massimo.

Oppo Find X2 Pro Lamborghini: le fotocamere posteriori

LA PROVA DEL... FOTO

LE FOTOCAMERE La dotazione fotografica di Oppo Find X2 Pro Lamborghini è da primo della classe, con tre fotocamere posteriori. Due producono immagini da 48MP: un grandangolo da 16mm per 120 gradi di visione, con un sensore da mezzo pollice Sony IMX586, apertura f/2.2, e un’ottica primaria da 26mm, f1.7, sensore Sony IMX689 da 1/1,4” con stabilizzazione ottica che scatta anche in formato RAW a 12bit. Completa il corredo uno zoom ottico 5x telescopico, nel senso che le lenti si muovono perpendicolarmente al soggetto inquadrato la cui immagine viene riportata alle lenti da uno specchio a 45 gradi, con apertura f/3.0, zoom digitale fino a 60x e stabilizzazione ottica. 

Immagine scattata con Oppo Find X2 Pro Lamborghini

COME SCATTA Il mio primo approccio all’abilità fotografica di Oppo Find X2 Pro non è stato dei più felici. Volevo scattare qualche foto a una Porsche Macan Turbo tutta nera, carrozzeria, dettagli, cerchi, vetri, luci posteriori… Un soggetto difficile. Ho preso l’Oppo e ho iniziato a scattare, ma il risultato non è stato il massimo, il nero della Macan è risultato così saturo da appiattire le forme. Come tutti gli strumenti sofisticati, però, è necessario un poco di esperienza. La prima regola, che vale anche per altri smartphone, è disattivare la funzione di photo enhancement che per Oppo si chiama Colore Splendente AI. Tende a saturare troppo i colori, a creare cieli dal blu innaturale e far sembrare le Macan nere troppo nere. Come capita anche con altri telefoni, non è il male assoluto, ma va usato con parsimonia a seconda delle situazioni. Io preferisco colori più naturali, ma in alcune occasioni dai colori pallidi anche un tocco di Colore Splendente ci sta.

Immagine scattata con Oppo Find X2 Pro Lamborghini

COME UNA REFLEX In uno smartphone avete la dotazione ottica della borsa di un fotografo, da 17 a 170mm di focale, e con ottimi risultati. Fino alla massima possibilità ottica dello zoom, 5x, potete scattare con un ottimo dettaglio, e anche con l’aiuto dello zoom digitale fino a 10x (170mm) i risultati sono più che buoni, con la grana che inizia a mostrarsi ma garantendo comunque belle foto. Lo zoom fino a 60x riporta foto sgranate come quelle dei paparazzi più indiscreti. Tutte e tre le ottiche scattano ottime foto, con dettagli precisi e l’intelligenza digitale raramente produce artefatti, comunque mai fastidiosi e da cercare con la lente di ingrandimento. Se volete il massimo utilizzate l’ottica primaria, ma anche grandangolo e zoom sono soltanto un passettino indietro e tutte le ottiche garantiscono uniformità di risultati in termini di esposizione e temperatura dei colori: non è scontato che scattando la medesima situazione con ottiche differenti il risultato sia omogeneo, nelle mie prove con il Find X2 Pro Lambo a volte ho guardato le info per capire con che ottica avevo scattato. Con i suoi sensori grandi, ottica primaria in testa, anche gli scatti con poca luce portano a ottimi risultati. Consiglio, come capita con altri smartphone di provare le differenti modalità a disposizione a seconda della situazione. Scattate in modalità Foto e, se il risultato non vi soddisfa, provate la modalità Notte che scatta più immagini con esposizione differente in sei secondi e le mette insieme tendendo, però, a illuminare anche ciò che risulta buio all’occhio umano e creando così, in alcune occasioni, effetti innaturali. Per scatti notturni perfetti meglio la modalità esperto, con cui tenere bassi gli ISO per contenere il rumore, trovare un appoggio stabile e regolare il tempo di esposizione in base al risultato cercato.

Immagine scattata con Oppo Find X2 Pro Lamborghini

EFFETTO BOKEH I suoi sensori grandi aiutano al buio e donano anche alle foto una apprezzabile profondità di campo, il cosiddetto effetto bokeh, da reflex. Quando si mette a fuoco un dettaglio ravvicinato, la quinta si sfuoca mettendolo in evidenza con contorni precisi. La messa a fuoco di Oppo Find X2 Pro è veloce, ma quando voglio mettere a fuoco un dettaglio faccio fatica a spiegargli quale sia il dettaglio: toccando lo schermo regolo l’esposizione su quel particolare, ma non sempre riesco a mettere a fuoco il dettaglio desiderato. Così non è nemmeno possibile bloccare il fuoco su un soggetto, utile per seguire soggetti in movimento o se cambio inquadratura. Per completare il cahier de doléance, aggiungo che in modalità esperto posso scegliere soltanto il formato 4:3 e non il 16:9 e che per utilizzare il grandangolo devo accede a un menu separato di scelta delle ottiche.

Immagine scattata con Oppo Find X2 Pro Lamborghini

W I SELFIE Buone notizie per gli amanti del selfie. La fotocamera frontale da 32MP f/2.2scatta incredibili selfie anche in condizioni di luce minime e un chirurgo plastico digitale mette a disposizione i suoi strumenti per ritoccare le dimensioni del naso e del mento, per rendere il volto più piccolo e più sottile, per ingrandire gli occhi e setificare la pelle. Sui social avrete pochi rivali. 

Immagine scattata con Oppo Find X2 Pro Lamborghini

VIDEO Oppo Find X2 Pro Lamborghini Edition gira video fino a 4k/60fps, con due livelli di stabilizzazione digitale fino a 1080p/60fps. La modalità HDR live, invece, è attiva fino a 4k/30fps. Se volete girare con il grandangolo dovete fermarvi a 720p/60fps. Le qualità fotografiche le ritrovo anche nei video girati, con autofocus veloce, immagini nitide e dettagliate e piacevole bilanciamento di esposizione e colori. Efficiente la stabilizzazione, ma mi aspettavo anche meglio mentre l’HDR live è efficace per ottimizzare la scena. Interessante anche la funzione Bokeh che, però, funziona soltanto quando si riprende una persona.

QUANTO COSTA

PREZZO A questo punto vi chiederete quanto costa cotanta dotazione, per di più con il Toro di Sant’Agata impresso sul fondo. Se Oppo Find X2 pro costa 1.199 euro, la versione speciale Automobili Lamborghini Edition costa 1.999 euro. Troppo? Sì, ma potrete vantarvi di esservi fatti il Lamborghini.


TAGS: smartphone Oppo Find X2 Pro Lamborghini