Autore:
Emanuele Colombo

PER MOLTI, ANZI PER TUTTI Nascono per rispondere alle esigenze dei videogiocatori, ma poi fanno gola a tutti coloro che hanno bisogno di un pc potente: sono i gaming pc tra i quali MSI, leader del mercato, lancia una nuova linea di portatili VR Ready.

LA SFIDA Già, perché la realtà virtuale è uno dei temi più caldi del momento, nel mondo dell'informatica, e fino a ieri il problema era gestire l'enorme peso in termini di calcolo con macchine portatili: tradizionalmente meno prestanti dei pc da tavolo.

QUALCOSA È CAMBIATO La nuova linea di notebook MSI porta al debutto una piattaforma tutta nuova, la Nvidia Pascal, che con prestazioni migliorate del 70 per cento rispetto a quella precedente riesce a eguagliare quelle dei pc da tavolo: proprio ciò che serve per godere appieno delle ultime applicazioni in realtà virtuale con i famosi visori Oculus Rift e simili.

DISPLAY DA URLO Altre doti dei nuovi gaming pc di MSI sono l'audio potente e display al top. Sono veloci nella risposta (5 millisecondi contro i 20 di molti concorrenti, un vantaggio nelle sfide ai giochi più dinamici), ma soprattutto hanno colori particolarmente fedeli e si comportano benissimo nelle animazioni: tutte doti che fanno comodo, per esempio, ai fotografi e agli architetti.

CUI PRODEST? Non è un caso se il settore dei gaming pc sta andando alla grande e sempre più costruttori vi si cimentano: segna una crescita del 30 per cento mentre le console, invece, stentano (la PS4 cresce solo del 4 per cento e xBox One addirittura cala della medesima percentuale).

LA SFIDA DEL LOOK L'unico aspetto che poteva frenare la diffusione dei gaming pc tra professionisti che non appartenessero al mondo dei videogame era il design: penalizzato sia da scelte stilistiche un po' troppo orientate al pubblico ludico sia da esigenze tecniche imprescindibili.

UN PO' DI CALORE Proprio come sulle auto, infatti, tanta potenza richiede sistemi di raffreddamento adeguati che spesso si traducono in prese d'aria vistose e in dimensioni eccessive. MSI dimostra invece che si possono realizzare macchine di questa categoria che non scendono a compromessi nello stile.

MISURE DA PIN UP È il caso del MSI GS 63 Stealth Pro, che pur non potendo vantare una silhouette da ultrabook ha comunque uno spessore inferiore a 18 millimetri e un peso di appena, 1,9 chili: contenuto per un portatile da 15,6 pollici di schermo.

BE COOL! Il tutto si deve alla scocca, realizzata in una speciale lega magnesio-litio, e al sistema di ventilazione che sfrutta ventole più alte, con palette più fitte e canalizzazioni di raffreddamento dedicate per portare aria fresca nei punti cruciali dell'elettronica.

IL PREZZO? DA PREMIUM Nota dolente, per queste macchine, è sempre il prezzo: una macchina come il GS 63 Stealth Pro costa attorno ai 2.150 euro, a seconda delle configurazioni (l'hardware è personalizzabile quasi quanto una Mini o una Fiat 500) e i modelli di primo prezzo della gamma MSI partono da circa 1.600 euro. Ma si sa: correre è uno sport costoso...


TAGS: notebook realtà virtuale vr gaming pc MSI