Autore:
Dario Paolo Botta

PNEUMATICO HIGH-TECH In occasione del Summit per la mobilità sostenibile Movin’On 2019 di Montréal in Canada, Michelin e General Motors hanno presentato il nuovo pneumatico UPTIS (Unique Puncture Proof Tire System). Il frutto della collaborazione delle due aziende, punta a sviluppare una nuova tipologia di gomma completamente airless per auto, che oltre ad azzerare il rischio di foratura, permetta di ridurne l’impatto ambientale di smaltimento. UPTIS è pensato per un impiego su vetture ibride di ultima generazione e veicoli elettrici.

LA PARTENERSHIP MICHELIN-GM Il produttore francese e il costruttore americano hanno sottoscritto una partnership di ricerca con lo scopo di raggiungere, nel più breve tempo possibile, gli obiettivi della Concept Vision presentati da Michelin al Movin’On 2017. Il manifesto si basa su quattro pilastri d’innovazione: Airless, Connected, 3D Printable e 100% Sustainable. L'obiettivo è quello di sviluppare uno pneumatico di nuova concezione che faccia largo uso di materiali rinnovabili e biodegradabili. In tutto questo General Motors ha messo a disposizioni le sue vetture, in particolare la Chevrolet Bolt EV, per i test su strada.

I VANTAGGI DEL PNEUMATICO UPTIS Il nuovo pneumatico made in Michelin introduce miglioramenti rivoluzionari per quanto riguarda l’architettura dei materiali compositi, che consente a UPTIS di supportare senza problemi alte velocità ed elevati carichi, rendendo superflua la presenza di aria compressa al suo interno. Tre i principali vantaggi di questo nuovo pneumatico: si elimina il rischio foratura, si riducono gli interventi di manutenzione e si riduce l’impatto ambientale di smaltimento grazie all’impiego di materiali di ultima generazione biodegradabili. Michelin e GM contano di procedere con i test su strada, con un calendario fitto che porterebbe al debutto commerciale di UPTIS intorno al 2024.


TAGS: general motors michelin Michelin UPTIS pneumatico senza camera d'aria