Autore:
Emanuele Colombo

NUOVI TEST Saper tenere l'auto in strada non basta per dire di saper guidare ed ecco che, per essere all'altezza del loro nome, le auto a guida autonoma di domani dovranno saper fare da sole anche molte altre cose. Ben lo sa Groupe PSA, che con Vinci Autoroutes ha testato nuove funzionalità della sua Peugeot 3008 sperimentale in Francia, nel tratto autostradale tra Dourdan e Ablis (A10 / A11) a Saint-Arnoult-en-Yvelines.

STRADE INTELLIGENTI “L’infrastruttura autostradale intelligente è un elemento essenziale per lo sviluppo del veicolo a guida autonoma”, dice Pierre Coppey, Presidente di Vinci Autoroutes. “Permette di arricchire i dati contestuali trasmessi al sistema di guida per ottimizzare la capacità del veicolo di prendere delle decisioni e la sua traiettoria. La nostra collaborazione con Groupe PSA da questo punto di vista è promettente. Oggi, la rete autostradale è un terreno di sperimentazione su scala reale delle nuove soluzioni di mobilità che domani rivoluzioneranno gli utilizzi della strada”.

I NUOVI TEST Ma cosa ha fatto, in concreto la Peugeot 3008 a guida autonoma? Ha alzato l'asticella rispetto a un esperimento condotto nel luglio 2017 con una Citroen C4 Picasso, in cui l'auto pagava da sola al casello autostradale. Questa volta, l'auto robot ha superato la barriera dopo aver percorso un tratto autostradale a velocità di crociera in condizioni di traffico reali. Non solo: il veicolo ha anche superato in modo autonomo una zona a viabilità modificata a causa di lavori stradali e ha condotto la messa in sicurezza del veicolo attraverso una manovra di safe stop. Di che si tratta?

SAFE STOP Si chiama safe stop una manovra di emergenza che i primi veicoli a guida autonoma dovranno saper compiere. Consiste nel dirigere il veicolo in una zona sicura, se il conducente non riprende il controllo nelle situazioni in cui il sistema lo richieda. Per esempio l'incontro di un ostacolo imprevisto in carreggiata, l'improvviso e drammatico peggioramento delle condizioni meteo. Oppure laddove l'autostrada finisce.

IL LATO TECNICO Per superare questi test, la Peugeot 3008 a guida autonoma ha adottato una tecnologia di comunicazione più avanzata tra il pilota automatico e l’infrastruttura. L’obiettivo è aumentare la capacità del computer di adattare la sua guida in situazioni eccezionali o complesse. “Questa sperimentazione segna una nuova tappa nell’adozione del veicolo a guida autonoma” dice Carla Gohin, Chief Technology Officer di Groupe PSA. “A due anni dalla prima sperimentazione, l’obiettivo è integrare ancora più vincoli nei casi di utilizzo aumentando la comunicazione tra il veicolo a guida autonoma e l’infrastruttura per ampliare il campo di azione del sistema garantendo la sicurezza”.


TAGS: peugeot 3008 psa guida autonoma vinci autoroutes