Autore:
Emanuele Colombo

NATO PER UNO SPOT Era nato come concept per una campagna pubblicitaria di Ford in Spagna, ma la cosa sembra sia un tantino sfuggita di mano alla casa automobilistica e le richieste per il Max Motor Dreams sono state così tante che ora si sta pensando di produrlo davvero in serie. Di che cosa si tratta? Di una culla elettronica per bebè, che riproduce rumori, luci e movimenti dell'auto per aiutare i neonati ad addormentarsi.

COME FUNZIONA Ford Max Motor Dreams funziona tramite un'app per smartphone, con cui i genitori possono registrare tutti i parametri di un vero giro in automobile. Una volta a casa, l'app trasmette alla culla tutti i dati registrati per dare il via alla simulazione. Il piano d'appoggio bascula con meccanismi molto simili a quelli usati sui simulatori di guida industriali; un altoparlante sotto la culla provvede alla colonna sonora e i led che circondano la sponda provvedono agli effetti luminosi.

FORD SFIDA RENAULT E CHICCO Come tutti i genitori sanno il giro in auto è uno dei metodi più efficaci per “stendere” anche il più caparbio dei nottambuli in fasce: se Ford deciderà davvero di lanciare Max Motor Dreams si potrà ottenere il risultato senza dover per forza uscire di casa, a tutto vantaggio delle ore di sonno e della salute mentale degli adulti. A Ford, comunque, converrà sbrigarsi, visto che anche Renault in coppia con Chicco sta studiando un prodotto simile...


TAGS: app smartphone ford max motor dreams culla smart culla robot neonato bebè sonno dei neonati far dormire i bambini fate la nanna